rotate-mobile
Domenica, 29 Gennaio 2023

Catania e l'esordio da titolare: «Una grande emozione. Ma domenica dovremo essere molto più cattivi». VIDEO

Il libero biancorosso sabato scorso a Trento ha giocato la sua prima partita dall'inizio in Superlega. «In Gara2 abbiamo l’opportunità di rifarci»

Sono giornate intensissime per Damiano Catania: sabato l’esordio da titolare in Superlega, non in una partita qualsiasi ma nei quarti di finale play off, ieri i festeggiamenti per il compleanno numero 21. C’è poco tempo per pensarci, perché da lunedì il libero biancorosso è in palestra insieme ai compagni per preparare la sfida di domenica al Palabancasport, che la Gas Sales Bluenergy deve assolutamente vincere se vuole portare la serie al terzo e decisivo incontro in calendario ancora a Trento.

Come hai reagito quando hai saputo che saresti sceso in campo fin dal primo punto?

«Ero molto carico e felice dell’opportunità. Purtroppo Scanferla non è stato bene ed è toccato a me. E’ stata una sensazione nuova, una grande emozione scendere in campo per la prima volta da titolare in un palasport importante in una gara di play off».

Il risultato non è stato buono, è arrivata una sconfitta 3-0, mentre a livello personale come ti sei trovato?

«Sono sempre molto critico con me stesso, la squadra non ha giocato al massimo delle possibilità e dunque anche io avrei potuto fare molto meglio. In Gara2 abbiamo l’opportunità di rifarci, è l’ultima chiamata e dobbiamo dare il massimo per portare la serie alla partita decisiva».

Avete avuto qualche problema in ricezione: tu sei quello che dirige la seconda linea, come vi siete trovati con il nuovo schieramento che avete provato pochissimo?

«In effetti era una novità ma questa non può essere una scusa. Trento ha servito bene, noi potevamo fare sicuramente di più. Adesso stiamo lavorando per migliorare i dettagli che non hanno funzionato».

Si è parlato tanto della ricezione; in difesa come è andata?

«Anche in quel fondamentale possiamo e posso fare meglio. Anzi, devo fare meglio. Vedremo domenica».

Vi aspetta una partita decisiva, non potete perdere. Con che spirito vi state preparando?

«Bisogna essere agguerriti, aspetto che non si è visto sabato scorso soprattutto nel secondo e nel terzo set. Sarà fondamentale essere molto più cattivi e provare a infilarci in ogni spazio che Trento ci concederà».

Come sta andando la tua prima stagione in Superlega, dopo l’esperienza in Serie A2 e la vittoria ai Mondiali Under 21 in estate?

«E’ stato un anno particolare, la mia prima avventura fra i big. Ho imparato tantissimo, credo di essere cresciuto umanamente e tecnicamente. Il bilancio definitivo lo farò alla fine della stagione».

Video popolari

Catania e l'esordio da titolare: «Una grande emozione. Ma domenica dovremo essere molto più cattivi». VIDEO

SportPiacenza è in caricamento