Questo sito contribuisce all'audience di

«Dalla campagna abbonamenti mi aspetto numeri importanti»

Si presenta la collaborazione con la Banca di Piacenza per la campagna abbonamenti di Lpr e Assigeco, ma l’incontro nella storica Sala Ricchetti offre una lunga serie di notizie. La prima: da martedì i tifosi di volley e basket...

Il tavolo del relatori alla presentazione dell'accordo con la Banca di Piacenza

Si presenta la collaborazione con la Banca di Piacenza per la campagna abbonamenti di Lpr e Assigeco, ma l’incontro nella storica Sala Ricchetti offre una lunga serie di notizie. La prima: da martedì i tifosi di volley e basket potranno acquistare le tessere stagionali anche in alcune filiali di città, provincia e dei territori limitrofi. La seconda: l’istituto di credito ha ritoccato (in alto) l’apporto pubblicitario garantito per il PalaBanca e anche questa è una notizia molto positiva per le casse societarie biancorosse. La terza: l’Lpr si presenterà ufficialmente il 23 settembre all’Altro Village, mentre il sipario sull’Assigeco si alzerà ufficialmente in piazza del Popolo a Casalpusterlengo. Non è finita, perché Roberto Pighi (presidente onorario e amministratore delegato di Lpr) vuole dare una scossa alla campagna abbonamenti, riprendendo quanto dichiarato ieri da Marco Gatti, presidente del Piacenza calcio: «Siamo soddisfatti dei risultati ottenuti fino ad ora - sottolinea - ma mi aspetto numeri ancora più importanti, perché sarà fondamentale avere al PalaBanca uno zoccolo duro di tifosi su cui contare, considerato anche che quest’anno abbiamo approntato una formazione in grado di far divertire». Le prime occasioni saranno le amichevoli casalinghe già definite: il 3 settembre con Milano, il 7 con Trento e il 28 con Monza.

LA COLLABORAZIONE CON LA BANCA DI PIACENZA
Riavvolgiamo il nastro e andiamo per ordine, partendo dalla collaborazione fra le società sportive e la Banca di Piacenza in tema di abbonamenti. «Da martedì mattina e fino alla vigilia del campionato - sono le parole di Gianmarco Maiavacca, componente della segreteria del Comitato esecutivo dell’istituto di credito - sarà possibile acquistare le tessere stagionali nelle filiali di Le Mose, agenzia 4, Casalpusterlengo, Castelsangiovanni e Fiorenzuola, nel Centro Commerciale dei Cappuccini». Le prime tre sono aperte dal lunedì al venerdì con orario 8.20-13.20 e 15-16.30, a Fiorenzuola invece gli sportelli rimarranno operativi dal martedì al sabato con gli stessi orari. Sarà possibile acquistare tutti i tipi di abbonamento eccetto quelli promozionali (come ad esempio le tessere riservate ai Lupi Biancorossi o alle società sportive giovanili). La banca rilascerà una ricevuta che darà diritto al ritiro della tessera sia al PalaBanca, in occasione della prima partita casalinga del 2 ottobre contro Perugia, sia alla presentazione ufficiale. «E’ un’ulteriore dimostrazione - ha concluso Maiavacca - della nostra vicinanza a chi fa sport partendo dal livello locale per arrivare fino a quello internazionale. Lpr e Assigeco sono eccellenze della nostra provincia, permettetemi di aggiungere anche la Banca di Piacenza fra le realtà che danno lustro al territorio».

Dopo l’intervento di Roberto Pighi, con il fratello Giovanni presente fra il pubblico, in cui il dirigente ha anche sottolineato l’intenzione di sfruttare il volano delle Olimpiadi in cui la pallavolo ha incollato davanti alla televisione milioni di persone, è toccato al presidente Guido Molinaroli rimarcare «il fatto unico di un abbonamento comune fra volley e basket in società che militano in Serie A con obiettivi ambiziosi». Lo stesso Molinaroli ha ripreso il discorso sul numero di tessere vendute: «Lo spettacolo non dipende solo da chi scende in campo, ma anche dal pubblico. Se i tifosi sono pochi significa che lo show non è apprezzato e se dovesse essere così a fine stagione i soci si porranno delle domande e decideranno il da farsi».

L’ACCORDO LPR-ASSIGECO
Al fianco di Molinaroli, insieme ai giocatori Simone Parodi e Aimone Alletti, anche Vittorio Boselli, coordinatore generale dell’Ucc Assigeco. «Parte importante dell’accordo avviato con la società di Piacenza - ha spiegato - è l’integrazione di due realtà giovanili molto significative, sia in termini quantitativi sia qualitativi. Ma in questa occasione dobbiamo concentrarci sulla prima squadra e sono certo che le qualità tecniche della nostra rosa trascineranno il pubblico».
L’obiettivo principale è divertire, come spiegano in coro il capitano Luca Infante, di ritorno a Piacenza dopo l’esperienza targata Morpho, e la guardia Kenny Hasbrouck. «Vogliamo emozionare, questo deve essere il nostro traguardo. Insieme alla pallavolo possiamo portare tanta gente al PalaBanca. A cosa puntiamo? Per scaramanzia non diciamo niente, possiamo solo garantire che non molleremo mai e daremo il cento per cento in ogni partita».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riparte il calcio giovanile professionistico: via al campionato Primavera, consentite le amichevoli fino all'Under 15

  • Nuovo Dpcm: lo sport è ancora bloccato. Piscine e palestre chiuse fino al 5 marzo, dilettanti e giovanili sempre fermi

  • Juventus U23-Piacenza 1-1: ancora un pari, Libertazzi miracoloso nel finale

  • Piacenza - Serve chiarezza sul calciomercato: chi lo fa? Arriva il giovane Paolo Cannistrà

  • Piacenza - Le pagelle: Libertazzi salva almeno il pareggio. Male Bruzzone, il centrocampo non gira

  • Niente da fare per la Gas Sales Bluenergy, Modena espugna il PalaBanca

Torna su
SportPiacenza è in caricamento