Questo sito contribuisce all'audience di

Copra Elior, Ostapenko è l'ultimo colpo

Nel rush finale del volley mercato, Piacenza mette a segno l’ultimo ma sensazionale colpo di mercato per la stagione 2014/2015. Aleksej Aleksandrovic Ostapenko, centrale russo, farà parte della rosa che nella prossima stagione parteciperà agli...

Il russo Ostapenko, ultimo acquisto del Copra Elior
Nel rush finale del volley mercato, Piacenza mette a segno l’ultimo ma sensazionale colpo di mercato per la stagione 2014/2015. Aleksej Aleksandrovic Ostapenko, centrale russo, farà parte della rosa che nella prossima stagione parteciperà agli impegni ad oggi certi di Supercoppa, Campionato e Champions League.
Le caratteristiche di Ostapenko, nato a Saratov il 26 maggio 1986, si avvicinano molto a quelle dell’ex Simon: i suoi 208 cm di altezza sono solo uno dei punti forti del centrale. Infatti il russo, oltre che a muro, ha la peculiarità di essere molto incisivo in battuta tanto da ricevere nel 2005 (Campionato Mondiale Juniores) e nel 2007 (Coppa di Russia) il premio per il “Miglior Servizio”.
Ostapenko muove i primi passi nel mondo della pallavolo nel 2001 entrando a far parte del settore giovanile del Volejbol’nyj Klub Jaroslavic. Al centrale bastano pochi anni di esperienza per ottenere primi successi: nel 2005, oltre alla conquista del Campionato Mondiale Juniores, viene appunto premiato con i riconoscimenti per il miglior servizio e per il miglior muro. Il talento dell’atleta è così evidente che nello stesso anno debutta nel mondo dei professionisti con la maglia del Volejbol’nyj Klub Luc di Mosca e, contemporaneamente, inizia il suo percorso con la Nazionale russa maggiore all’All star Game.
Dalla stagione 2006/07 inizia una lunga militanza, di sei anni, con la Volejbol’nyj Klub Dinamo Mosca, con cui vince una Superliga, due Coppe di Russia (2006 e 2008) e due Supercoppe russe (2008 e 2009) mentre in Europa conquista, nel 2012, la Coppa CEV.
La crescita esponenziale del centrale lo rende un punto di riferimento e un caposaldo anche all’interno della Nazionale tant’è che, disputando la World League, aggiunge consecutivamente alla sua bacheca ben 3 medaglie: nel 2006 e nel 2008 si aggiudica la medaglia di bronzo e nel 2007 la medaglia d’argento; il 2007 è anche l’anno in cui Ostapenko affronta la finale del Campionato europeo, finale che consente alla Russia di partecipare alla Coppa del Mondo. Alle Olimpiadi del 2008 vince la medaglia di bronzo. Nel corso di questa competizione però subisce un brutto infortunio che lo costringerà a saltare la stagione successiva.
Dalla Dinamo Mosca nella stagione 2012/2013 si trasferisce alla Volejbol’nyj Klub Gubernija.
Ostapenko arriva quindi in Italia con una bacheca ricca di trofei; tra club e Nazionale incassa: 1 Campinato mondiale juniores (2005), premio individuale come miglior muro (2005, Campionato mondiale juniores), premio individuale come miglior servizio (2005, Campionato mondiale juniores), 2 Coppe di Russia (2006 e 2008), premio individuale come miglior servizio (2007, Coppa di Russia), 1 Campionato russo (2007/2008), 2 Supercoppe russe (2008 e 2009), 1 Coppa CEV, 3 medaglie di bronzo (1 Olimpiade nel 2008 e 2 World League nel 2006 e 2008) e 3 medaglie d’argento (1 Campionato europeo 2007, 1 World League 2007 e 1 Coppa del Mondo 2007).
“Ostapenko è obiettivamente un grande campione – sottolinea il Presidente Guido Molinaroli – Il suo arrivo a Piacenza rappresenta un grande colpo di mercato, uno dei più importanti affrontati in previsione della prossima stagione. Grazie anche al nuovo socio Ruggieri e al nuovo sponsor Arici siamo riusciti a portare a Piacenza delle pedine che si dimostreranno importanti e fondamentali per tutta la prossima stagione. Siamo riusciti a invertire la marcia riportando Vermiglio in patria e, con questo ultima mossa di mercato, abbiamo condotto un giovane atleta forte e talentuoso ad approdare per la prima volta in Italia”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Ministra De Micheli: «A scuola turni dalle 8 alle 20, sui banchi anche la domenica». Salta tutta l'organizzazione dello sport?

  • Como-Piacenza 0-0: buon punto per i biancorossi

  • Piacenza - Le pagelle: Libertazzi salva il pareggio. Belle prove per Ballerini, Heatley e Galazzi

  • Una bella Piacenza supera 3-1 Ravenna, ma si infortuna Grozer che lascia il PalaBanca con le stampelle

  • Piacenza - Lunedì sera posticipo a Como, biancorossi sempre in emergenza. Manzo: «Voglio una reazione»

  • Piacenza - Di Battista traccia il primo bilancio. «Ci serve solo poter lavorare con continuità e serenità»

Torna su
SportPiacenza è in caricamento