rotate-mobile
Volley A1 maschile

Copra Elior, é il momento di accelerare

Macerata in testa a punteggio pieno, Perugia seconda a sorpresa con 13 punti e subito dietro la coppia Piacenza-Modena, staccata di una sola lunghezza dagli umbri. E’ la graduatoria delle ultime cinque giornate della A1 maschile di volley, a...

Macerata in testa a punteggio pieno, Perugia seconda a sorpresa con 13 punti e subito dietro la coppia Piacenza-Modena, staccata di una sola lunghezza dagli umbri. E’ la graduatoria delle ultime cinque giornate della A1 maschile di volley, a conferma del momento positivo che sta attraversando il Copra Elior. «Il bilancio è positivo, adesso però ci attendiamo un’accelerazione» aveva dichiarato nei giorni scorsi Lino Volpe, numero uno di Elior, a Sportpiacenza.

NIENTE LIMITI - E’ arrivato il momento di dimenticarsi gli autovelox e i limiti di velocità, bisogna far cantare il motore in un periodo in cui la stagione dei ragazzi di Monti è a una svolta. Domenica Modena in trasferta, quindi Cuneo in casa: otto giorni decisivi per capire se Piacenza può davvero chiudere la stagione regolare in terza posizione. Risultato per nulla platonico: in caso di finale Trento-Macerata (al momento chi scommetterebbe su un’altra protagonista?) la terza piazza aprirebbe infatti le porte della Champions League e si sa quanto sia importante staccare un pass che consente di accedere alla maggiore competizione internazionale soprattutto per gli sponsor.

DOPPIO RISULTATO - Domenica scorsa a Vibo Valentia il Copra Elior ha ottenuto due risultati. Non solo il 3-0 che ha portato tre punti importanti in classifica, ma anche una doppia rimonta (nel primo e nel secondo set) di quelle capaci di aggiungere al bottino pieno anche un carico di entusiasmo, da sempre arma in più nello sport.
Chissà se dopo un inevitabile periodo di convalescenza seguito alla botta morale della sconfitta con Modena in Coppa Italia quello visto in Calabria è il nuovo Piacenza. Presto per dirlo, di certo è una squadra che torna dalla lunga trasferta con qualche garanzia in più e molte certezze, alcune delle quali anche tecniche. A iniziare dalla battuta, fondamentale da cui tutti si aspettavano grandi risultati e che finalmente è risultata decisiva. Non basta una sola prova ad altissimo livello, soprattutto nei momenti fondamentali dei set, per un cambio di rotta deciso. Adesso bisogna proseguire su questa strada e confermarsi al top, ma il tragitto è segnato.

Domenica a Modena nuovo esame di quelli tosti, da sostenere solo se ci si è preparati adeguatamente, quindi senza nemmeno alzare la testa ecco un altro ostacolo di quelli da affrontare in apnea come Cuneo. Piacenza ha studiato per mesi, adesso è arrivato il momento di dimostrare cosa è capace di fare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Copra Elior, é il momento di accelerare

SportPiacenza è in caricamento