Questo sito contribuisce all'audience di

Coppa Italia: Trento-Copra 3-2, beffa Piacenza

Perdere una gara a eliminazione diretta, qualunque sia l'andamento dell'incontro, fa sempre male. Ma venire sconfitti in questo modo è una coltellata che lascia segni e cicatrici a lungo. La Piacenza vittima sacrificale...

Un attacco di Hristo Zlatanov nella gara di Trento (legavolley.it)


Perdere una gara a eliminazione diretta, qualunque sia l'andamento dell'incontro, fa sempre male. Ma venire sconfitti in questo modo è una coltellata che lascia segni e cicatrici a lungo. La Piacenza vittima sacrificale nel quarti di finale di Coppa Italia contro Trento, la formazione che tutti davano per spacciata nella sfida alla capolista, per oltre un'ora mette sotto scacco gli avversari. Gioca la partita migliore della stagione, sorprende il sestetto di Stoytchev costringendolo a commettere errori inusuali, tiene un ritmo altissimo che porta gli avversari a un passo (forse anche qualcosa meno) dal baratro.
Arriva a condurre 2-0 e 23-19, con i trentini già pronti ad annullare il biglietto acquistato per la Final four di Bologna, poi non trova il guizzo decisivo, getta al vento cinque match point e la partita sembra cambiare definitivamente. Trento domina il quarto set, ma dopo oltre due ore di gioco i biancorossi trovano ancora la forza di reagire, recitano da protagonisti nel tie break fino all'11-9 poi hanno un'altra palla della partita sul 14-13. Ma alla prima occasione i padroni di casa puniscono un Copra sprecone.

APPLAUSI - Perché questa squadra merita una valanga di applausi per come ha affrontato una partita dall'esito che pareva scontato, e infatti i Lupi Biancorossi non si risparmiano alla fine della gara così come non lo avevano fatto durante tutto l'incontro, ma il rammarico per una sfida persa quando ormai era in cassaforte è enorme. Così non è bastata una prova maiuscola di un Tavares vestito da veterano, di un Ostapenko immarcabile in attacco così come la coppia Zlatanov-Poey, anche se il cubano ha sulla coscienza un paio di errori decisivi nel finale della terza frazione. Non basta nemmeno un Papi che avrebbe dovuto essere reduce da un infortunio e invece riceve come una macchina (potrebbe chiedere un aumento per il superlavoro a cui è sottoposto) e fra il terzo e il quarto set attacca con il 100 per cento, Alletti alla sua ennesima prova da incorniciare e Mario Junior mai così ispirato. A dare una mano anche la panchina, con Massari capace di trovare l'ace decisivo del primo set e Tencati subito positivo a muro. Non basta tutto questo, perché contro Trento se hai fra le mani sei occasioni almeno una la devi sfruttare. Piacenza non lo fa, così la soddisfazione per una prova finalmente sopra le righe non basta a far sparire i musi lunghi a fine gara.
La Coppa Italia, il trionfo più bello e più sentito conquistato dai biancorossi nelle ultime stagioni, se la giocherà la squadra di Stoytchev, alla kermesse di Bologna il Copra non è invitato. Ha avuto in mano il biglietto, ma all'ultimo momento l'ha gettato fra le fauci di Trento.

ENERGY T.I. DIATEC TRENTINO - COPRA PIACENZA 3-2
(24-26, 19-25, 37-35, 25-21, 16-14) - ENERGY T.I. DIATEC TRENTINO: Kaziyski 27, Nelli 2, Birarelli 12, Zygadlo 2, Nemec 9, Giannelli, Lanza 30, Solé 7, Colaci (L), Fedrizzi 1, Burgsthaler. Non entrati Thei, Mazzone. All. Stoytchev. COPRA PIACENZA: Alletti 11, Marra (L), Poey 25, Papi 10, Ter Horst, Da Silva Pedreira Junior (L), Massari 2, Zlatanov 30, Ostapenko 12, Tencati 1, Kohut 2, Rodrigues Tavares 3. Non entrati Page. All. Radici. ARBITRI: Sampaolo, Braico. NOTE - Spettatori 2400, incasso 19000, durata set: 28', 25', 44', 25', 21'; tot: 143'.

La gara punto a punto
Aggiornamento - Muro su Poey, Trento chiude il tie break 16-14 e vola alle Final Four. A seguire il commento della partita e tutti i video con i nostri inviati a Trento.

Aggiornamento - Alletti mette a terra il 13-12 ma Trento pareggia a 13. Kohut fa il 14-13 per Piacenza. Trento recupera ancora, 14-14. Invasione di Kohut, 15-14 Trento. Radici time out.

Aggiornamento - Kaziyski trova l'11-11 dopo che Piacenza non riesce a mette a terra due contrattacchi

Aggiornamento - Birarelli manda in rete il servizio del 7-9, poi Zlatanov spedisce a terra il 10-8 Copra con Poey che trova l'11-9

Aggiornamento - Papi è impreciso in ricezione, Trento rigioca e trova con Kaziyski il pari, quindi Zlatanov firma il 5-4 e Alletti mette a terra il 6-5 quindi Birarelli attacca in rete il 7-5. Nelli trova il 6-7 con un fallo nettissimo non rilevato dall'arbitro, poi Kaziyski manda in rete il 6-8

Aggiornamento - Con Ostapenko al servizio due volte Zlatanov e quindi Poey regalano il 3-0 al Copra

Aggiornamento - Lanza manda out il servizio del 21-22, poi Piacenza pasticcia regalando il 21-24 poi chiude Birarelli 25-21

Aggiornamento - Kaziyski in pipe trova il 19-17, con Radici che sceglie di tenere in campo Massari per concedere a Papi un po' di riposo. Dentro Kohut per Ostapenko con Trento avanti 19-18, ma adesso i biancorossi sono in difficoltà e il palloneto di Trento cade in mezzo al campo per il 21-18. Ma il muro di Massari riporta Piacenza 20-21

Aggiornamento - Piacenza va sotto ma non molla Massari al servizio entra per Papi e fa ancora molto male a Trento, due errori di Nelli portano le squadre in parità a 14

Aggiornamento - Due ace di Zlatanov e le squadre sono 8-8, ma Birarelli al servizio trova pecche nella ricezione di Papi e quando Alletti manda out il servizio i padroni di casa sono avanti 12-9

Aggiornamento - Il Copra paga il lunghissimo terzo set e soprattutto la rimonta di Trento. Il servizio dei locali punta il mirino su Zlatanov e subito arriva il 6-3 Trento

Aggiornamento - Ostapenko pareggia a 30 ma la copertura di Piacenza fa cadere il muro su Poey per il 31-30 Trento, poi Zlatanov pareggia a 31, poin Ostapenko e Lanza sbagliano il servizio: 32-32. Ancora Zlatanov 33-33, Papi 34-34, ancora Zlatanov 35-35, poi Lanza mette a terra il 36-35 e Zlatanov pesta la seconda linea per il 37-35 Trento

Aggiornamento - Poey spara sul muro, che finisce fuori, il pallone del 20-16 e il successivo 21-17. Papi trova il mani e fuori del 23-19, Poey attacca out il 21-23 e si fa murata di Zygadlo per il successivo 22-23. Piacenza trova il primo matc point ma Trento lo annulla: 23-24 e Lanza trova il pari a 24. Si procede punto a punto fino all'ace di Nelli per il 28-27 Trento. Lanza mette a terra il 30-29

Aggiornamento - Tavares trova la pipe spostata di Zlatanov e Piacenza si porta 16-12, quindi Poey mette a terra il lungolinea del 18-14 e Alletti mura il 19-14

Aggiornamento - Muro a uno di tavares su Kaziyski e Piacenza vola 10-9, poi lo stesso bulgaro trova il 10-10 ma il servizio di Zlatanov propizia il 12-10 Copra

Aggiornamento - La gara si scalda su un paio di proteste di Piacenza, compreso un confuso video check. Trento si carica e Kaziyski mette a terra un difficile 6-4. Il solito Zlatanov pareggia a 7

Aggiornamento - Il pallonetto di Poey finisce a terra per il 23-19, poi chiude Ostapenko per il 25-19 che vale il 2-0

Aggiornamento - Zlatanov mette a terra il punto del 17-13 con una palla quasi impossibile, Alletti distrugge la difesa con il 18-14 e Poey trova l'ace del 19-14. Poi ancora uno scatenato Alletti in veloce mette a terra il 21-16 e Tencati, appena entrato, trova il muro del 22-17

Aggiornamento - Trento attacca out il possibile 15-10, ma l'arbitro vede un tocco del muro che fa arrabbiare tantissimo i biancorossi. Poi mette tutto a posto Poey con il diagonale del 15-11

Aggiornamento - Zlatanov trova il 10-6 e poi il lungolinea spettacolare del 12-8

Aggiornamento - Tavares trova l'ace al servizio e poi permette a papi di mettere a terra senza problemi il 7-4

Aggiornamento - A 21 le due squadre sono ancora in parità, poi un Poey molto positivo trova dalla seconda linea il 22-21. Papi mette a terra il 23-21 sfruttando il muro, Trento trova il 22-23 e Radici chiede tempo. Muro di Tavares per il 24-22, lo stesso palleggiatore manda in rete il servizio. Poey spedisce fuori il pallonetto del 24-24, Lanza manda in rete il 25-24 Piacenza, dentro Massari per Papi e Jacopo trova l'ace dell'1-0

Aggiornamento - Lanza prima permette a Kaziyski di attaccare senza muro, poi manda out il servizio del 17-15. Papi sbaglia la ricezione e regala il 18-18 a Trento, con Poey che riporta avanti i biancorossi

Aggiornamento - Piacenza non molla e rimane avanti, puntando parecchio su un servizio incisivo. Alletti in veloce mette a terra il 15-13, poi Solè attacca out: 16-13 Copra

Aggiornamento - Poey trova il pari a 9, Tavares si affida con continuità a Zlatanov trovando risposte positive: 10-10, poi Poey mura Kaziyski per il 12-10 Copra

Aggiornamento - Piacenza non parte male, Poey trova subito un ace al servizio ma poi fatica in contrattacco e Trento si porta 7-5. Ace anche di Alletti e 6-7

Aggiornamento - Radici manda in campo Tavares in regia, Poey opposto, Alletti e Ostapenko centrali, Papi e Zlatanov schiacciatori con Mario Junior libero

Squadre in campo a Trento per i quarti di finale di Coppa Italia fra il Copra e padroni di casa di Trento. Gara a eliminazione diretta, che vince si qualifica per la Final four in programma sabato e domenica a Bologna, chi perde è eliminato.
Dal nostro inviato a Trento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Ministra De Micheli: «A scuola turni dalle 8 alle 20, sui banchi anche la domenica». Salta tutta l'organizzazione dello sport?

  • Como-Piacenza 0-0: buon punto per i biancorossi

  • Piacenza - Le pagelle: Libertazzi salva il pareggio. Belle prove per Ballerini, Heatley e Galazzi

  • Una bella Piacenza supera 3-1 Ravenna, ma si infortuna Grozer che lascia il PalaBanca con le stampelle

  • Piacenza - Lunedì sera posticipo a Como, biancorossi sempre in emergenza. Manzo: «Voglio una reazione»

  • Piacenza - Di Battista traccia il primo bilancio. «Ci serve solo poter lavorare con continuità e serenità»

Torna su
SportPiacenza è in caricamento