Questo sito contribuisce all'audience di

Coppa Italia - Il Copra Elior entra nella Final four

L’aspetto più significativo arriva alla fine della partita, mentre i tifosi sono in fila per gli autografi. Tutti i giocatori a scusarsi per una prova non all’altezza del vero Copra Elior, quasi...

Coppa Italia - Il Copra Elior entra nella Final four - 1




L’aspetto più significativo arriva alla fine della partita, mentre i tifosi sono in fila per gli autografi. Tutti i giocatori a scusarsi per una prova non all’altezza del vero Copra Elior, quasi dimenticandosi che Piacenza manca in una Final four di Coppa Italia dal 2009. Un segnale importante per una squadra che in sette giorni ha sprecato (e fatto sprecare al pubblico) dosi massicce di adrenalina eliminando Macerata dalla Champions e superando Modena in campionato dopo una gara tiratissima. Eppure nessuno si accontenta, tutti vorrebbero una squadra sempre al top anche quando, onestamente, non ce n’è bisogno. Vibo Valentia è poca cosa, anche perché deve fare i conti con un’infermeria troppo affollata da cui deve giocoforza estrarre un paio di giocatori non al massimo. Disputa un primo set pessimo, poi riesce con i denti a giustificare la lunga trasferta tenendo il Copra Elior a distanza fino allo sprint della seconda frazione e quindi si spegne progressivamente.

ANCORA TRENTO - Così i biancorossi trovano il pass per la Final four solo sfiorata dodici mesi fa, quando subirono la rimonta di Modena avanti 2-0, e l’8 marzo al PalaDozza di Bologna si troveranno di fronte Trento, capace di superare 3-1 nei quarti la formazione di Lorenzetti. Ci sarà tempo di pensare alla Coppa Italia fra più di un mese, adesso la squadra di Monti ha l’obbligo di ricaricarsi in vista della partita più difficile della stagione: l’andata dei playoff 6 di Champions contro Kazan. Potrà farlo con una settimana intensa di allenamenti, visto che domenica Piacenza non giocherà per indisponibilità del campo di Ravenna una gara rimandata al 26 febbraio.

TESTA - Bisognerà recuperare mentalmente, partendo da una gara come quella contro i calabresi non bella ma comunque positiva. Lo è per la reazione dei biancorossi in un secondo parziale che sembrava già in mano agli ospiti, per il 100 per cento di Fei in attacco, con il centrale bravissimo a chiudere l’incontro con due ace consecutivi, per il solito Simon immarcabile nel finale dopo un avvio anonimo (almeno per i suoi livelli). L’elenco prosegue con la partenza sprint di un Vettori scatenato, con Papi decisivo nel finale di secondo set, l’unico combattuto, e con uno Zlatanov costante che cresce verso il top fisico.
La Final four di Coppa Italia è in cassaforte, adesso bisogna giocarsi tutte le chanche per agguantare anche quella di Champions, facendo tesoro di quanto afferma Monti a fine partita: «Siamo ancora in corsa per tutti i nostri obiettivi». Piacenza non li mollerà tanto facilmente.

PIACENZA – VIBO VALENTIA 3-0
(25-16, 25-22, 25-18)
COPRA ELIOR PIACENZA: Papi 5, Fei 8, Vettori 15, Zlatanov 10, Simon 12, De Cecco 2; Marra (L), Tencati. Ne: Le Roux, Partenio, Smerilli (L), Kaliberda e Husaj. All. Monti
TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA: Randazzo 6, Forni 5, Gavotto 12, Cisolla 8, Crer 6, Steuerwald; Farina (L), Plot, Trinidad, Villena 3. Ne: Sardanelli (L), Ogurcak e Presta. All. Blengini
ARBITRI: Bartolini e Satanassi
NOTE: Spettatori 1600, incasso 4500

Il film della partita
Aggiornamento - Ace fortunoso di De Cecco per il 20-16, poi Fei mura il 21-16, lo stesso Fei che chiude per il 25-18 consegnando il 3-0 a Piacenza che vola in Final four di Coppa Italia. In semifinale i biancorossi troveranno Trento, capace di vincere 3-1 su Modena. Nell'altra gara si sfideranno Macerata-Perugia.

Aggiornamento - Piacenza allunga 14-12, poi il solito Crer trova Marra in difficoltà per il 14-14, quindi Papi attacca out il 15-14 Vibo e poi il diagonale del numero 6 vale il 15-15 prima che Simon porti nuovamente Piacenza in vantaggio con l’ace del 16-15. POi l'errore al servi

Aggiornamento - Il diagonale strettissimo di Zlatanov finisce a terra per l’11-8 Piacenza, la mancata intesa De Cecco-Simon porta la parità a 11 prima che il cubano attacchi il pallone del 12-11 Piacenza

Aggiornamento - Zlatanov manda fuori il servizio del 5-5, Simon buca il terreno per il 6-5 e poi Vibo non si intende regalando il 7-5 ai biancorossi

Aggiornamento - Il diagonale di Zlatanov consente a Piacenza di mantenere il vantaggio: 22-21, Papi sfrutta il muro per il 23-21. Ancora Papi si inventa il difficile lungolinea del 24-22, Rabdazzo attacca out il 25-23 Piacenza

Aggiornamento - L’attacco di Zlatanov vale il 19-20 ma è contestatissimo, una palla toccata dal muro che fa infuriare Vibo, quindi il servizio di Vettori costringe all’errore Cisolla che manda fuori il diagonale del 20 pari. Time out e al rientro Simon mura il 21-20

Aggiornamento - Randazzo attacca out il 16-18, poi piazza a terra il diagonale successivo. Tocca a Cisolla sfruttare il muro del 20-17, con Piacenza che ancora una volta sbaglia due rigiocate semplici. Tocca al muro di Simon firmare il 18-20, ma Piacenza fatica

Aggiornamento - Cisolla mura a uno Vettori per il 13-10 Vibo e poi piazza il diagonale del 14-10. Piacenza è distratta in difesa, per tre volte non riesce a rigiocare palloni semplici, l’ultimo sul pallonetto dalla seconda linea di Cisolla per il 17-13 Vibo, quindi Zlatanov sbaglia l’appoggio sulla free ball che Vibo concretizza per il 18-14


Aggiornamento - Vibo accelera, Piacenza resta inchiodata sul posto, colpita dalla serie al servizio di Crer, quindi Randazzo attacca il 10-6. L’ace di Fei consegna il 9-11 ai biancorossi, ma l’errore successivo del centrale porta le squadre al time out con il Copra Elior sotto 12-10

Aggiornamento - Il muro di Zlatanov ferma Gavotto per il 3-1, poi Crer mette in difficoltà la ricezione piacentina portando Vibo per la prima volta avanti 6-5, quindi il muro su Papi vale il 7-5 e porta al time out di Monti

Aggiornamento - Il 20-11 è un diagonale di Zlatanov, quindi il muro biancorosso vale il 21-11. Vibo rosicchia tre punti con l’ultimo attacco out di Vettori, poi Villena sbaglia la battuta, quindi comette lo stesso errore Randazzo e Vettori chiude 25-16 un set mai in discussione

Aggiornamento - Il video check corregge il 16-9 di Fei, dato out dagli arbitri, quindi uno scatenato Vettori gioca sul muro a tre di Vibo per il 18-10 di un set che pare segnato dai primi scambi, quindi l’opposto biancorosso scaraventa sulle braccia di Cisolla l’ace del 19-10

Aggiornamento - L’errore di Zlatanov in ricezione sul servizio di Randazzo permette a Vibo di portarsi 8-13, poi ancora due volte Vettori consentono a Piacenza di fuggire 15-8

Aggiornamento - Il servizio di De Cecco permette a Fei di concretizzare il 10-6 e poi l’argentino piazza l’ace dell’11-6 su Cisolla prima che l’invasione di Randazzo porti le squadre al time out con Piacenza avanti 12-6

Aggiornamento - Cisolla, dato per infortunato, è in campo nel sestetto, ma Piacenza non si distrae e Vettori mette a terra il 6-3 con un bel lungolinea e si ripete per il 7-4 sfruttando il muro avversario, quindi Simon in battuta propizia l’8-4

Squadre in campo al PalaBanca per la sfida dei quarti di finale di Coppa Italia in gara secca: chi vince accede alla Final four in calendario l'8 e il 9 marzo al PalaDozza di Bologna. Piacenza non ha un buon feeling con la manifestazione; non raggiunge la semifinale dal 2009, quando fu eliminata da Macerata.
Kaliberda recupera dall'infortunio rimediato domenica scorsa ma parte in panchina, nel sestetto spazio a De Cecco in regia, Vettori opposto, Simon e Fei al centro, Zlatanov e Papi di banda con Marra libero.
Segui il live su www.sportpiacenza.it
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Il Dpcm chiude Seconda e Terza Categoria. Si gioca in D, Eccellenza, Promozione e Prima

  • Dilettanti - Tutti i risultati della domenica. Bobbiese e valanga. Bene Vigolo e Alsenese. Spes e Ziano super

  • Dilettanti - Fontana chiude tutti i campionati della Lombardia. Il San Rocco però gioca, rimane in piedi la Serie D

  • Dilettanti - Il Dpcm chiude Terza e (forse) Seconda Categoria, le uniche che non hanno avuto problemi

  • Piacenza-Olbia: 1-1 il missile di Corradi al 90' vale il pareggio

  • Pistoiese-Piacenza 2-1: nuova beffa nel recupero a firma di Chinellato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SportPiacenza è in caricamento