rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Volley A1 maschile

Ci vogliono più di due ore alla Gas Sales Bluenergy per conquistare i tre punti contro la Cenerentola della Superlega

Faticano i biancorossi per avere la meglio 3-1 di Ravenna. Tanti errori (31 in totale) ma alla fine arriva il successo che interrompe la serie di otto sconfitte consecutive in trasferta

Serviva una vittoria, e quella arriva, fondamentale per interrompere l’infinita serie negativa in trasferta arrivata fino a otto stop consecutivi. Questo è sicuramente un aspetto positivo, ma chi si attendeva anche una Gas Sales Bluenergy meno insicura, anche se non proprio scintillante, resta in parte deluso. Perché per battere una Ravenna già retrocessa e con 21 sconfitte sul groppone in altrettanti incontri i biancorossi impiegano più di due ore, restano a lungo sotto nella frazione iniziale prima di piazzare il decisivo colpo di reni e perdono il secondo dopo essersi fatti rimontare.

LA GARA PUNTO A PUNTO

Insomma, la squadra di Bernardi non vive una serata tranquilla in Romagna: le ultime due frazioni sono sostanzialmente equilibrate e una Ravenna ricca di giovani (che bravo Alessandro Bovolenta anche se gioca fuori ruolo) riesce a impensierire a lungo gli emiliani. Tanto che lo stesso Bernardi deve ricorrere spesso alla panchina: ritrova Lagumdzija all’inizio ma lo sostituisce definitivamente quando il terzo set emana i primi vagiti, inserisce Russell fra i titolari ma poi lo cambia già dalla prima frazione con Rossard per poi inserire nuovamente lo statunitense al posto di Recine dal terzo parziale fino al termine della gara. Insomma, di problemi ce ne sono ancora tanti e non poteva essere altrimenti perché la batosta di domenica scorsa contro Trento e le recenti sconfitte con Cisterna, Taranto e Perugia hanno sicuramente lasciato delle scorie nello spogliatoio piacentino.

Detto questo la Gas Sales Bluenergy è nettamente superiore agli avversari e solamente un suicidio sportivo impedirebbe di presentarsi in autostrada con i tre punti nel bagagliaio del pullman. Piacenza se li deve sudare, merito anche di una Ravenna che quando vede uno spiraglio ci si infila senza remore, ma alla fine svolge il compito assegnato e raggiunge Monza al sesto posto in classifica. Un passo in avanti che però non permette di dormire sonni tranquilli, questa squadra è ben lontana dal mostrare tutte le proprie potenzialità che sono grandissime. Il motore è ancora imballato, troppe le occasioni non sfruttate, ancora eccessivo il numero di errori (10 nel solo primo set, 31 totali) soprattutto di fronte a un avversario di lignaggio sicuramente inferiore.

La speranza è che sia solamente il primo gradino e che adesso i biancorossi tornino a salire nel rendimento. Sabato c’è la Coppa Italia e per sperare almeno di mettere in difficoltà un avversario del calibro di Perugia servirà tutta un’altra Gas Sales Bluenergy.

CONSAR RCM RAVENNA - GAS SALES BLUENERGY PIACENZA 1-3

(24-26, 26-24, 22-25, 20-25)

CONSAR RCM RAVENNA: Queiroz Franca 0, Vukasinovic 11, Candeli 6, Klapwijk 15, Ulrich 16, Comparoni 6, Pirazzoli (L), Orioli 0, Goi (L), Biernat 1, Bovolenta 6, Dimitrov 0. N.E. Ljaftov. All. Zanini

GAS SALES BLUENERGY PIACENZA: Brizard 6, Recine 10, Caneschi 10, Lagumdzija 8, Russell 12, Cester 5, Catania (L), Scanferla (L), Stern 12, Rossard 13, Antonov 0. N.E. Tondo, Holt, Pujol. All. Bernardi

ARBITRI: Piperata, Mattei

NOTE - durata set: 33', 34', 31', 25'; tot: 123'.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ci vogliono più di due ore alla Gas Sales Bluenergy per conquistare i tre punti contro la Cenerentola della Superlega

SportPiacenza è in caricamento