menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un attacco di Finger, premiato come miglior giocatore nella gara contro Cisterna

Un attacco di Finger, premiato come miglior giocatore nella gara contro Cisterna

Una Gas Sales Bluenergy ai minimi termini vince anche in casa di Cisterna

I biancorossi in emergenza ottengono il terzo successo consecutivo: sempre avanti nel conto dei set, battono 3-2 i pontini con 24 punti di Finger

Per la Gas Sales Bluenergy è sempre più difficile. Ma proprio nei momenti complicati la squadra biancorossa riesce a mettere in campo tutte le proprie energie: succede anche a Cisterna dove la formazione di Bernardi si presenta con undici soli giocatori in distinta, un solo cambio fra gli schiacciatori e uno che deve dividersi fra i centrali e l’opposto.

LA GARA PUNTO A PUNTO

Come se non bastasse il primo segnale è di quelli da brividi: sullo 0-0 Mousavi scende da muro e si prende una gomitata, ovviamente involontaria, di Finger alla tempia, uscendo dal campo per fare spazio a Tondo.

Ci si potrebbe accontentare di finire la partita e dare la colpa alla sfortuna, invece Piacenza reagisce, annienta Cisterna nel primo set, arriva anche a condurre 2-1, reagisce nel finale di quarto set quando si porta a un passo dalla vittoria piena e poi chiude il discorso al tie break, arricchendo la classifica con due punti meritatissimi. Certo, restare in campo per oltre due ore alla terza gara settimanale non è proprio il massimo con una rosa così ridotta, ma l’importante è conquistare la terza vittoria in altrettanti incontri nel girone che porterà alle finali per la Challenge Cup.

Gioca con la tecnica e con il carattere Piacenza, che ancora una volta deve fare a meno dei due terminali offensivi più prolifici della stagione, Aaron Russell e Georg Grozer, e di Alberto Polo, bloccato in via cautelare dal Tribunale Antidoping del Coni. Così la formazione è obbligata e soprattutto Bernardi non può inventarsi praticamente nulla: non esiste la possibilità del doppio cambio ma nemmeno quella di una sostituzione per un servizio, perché Botto, Tondo e Izzo devono essere “preservati” nel caso di un infortunio o di un momento difficile di un compagno.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento