rotate-mobile
Volley A1 maschile

La Gas Sales Daiko parte bene poi regala tanto, suda, ma alla fine supera Lisbona in Champions League

Finisce 3-1 per i biancorossi nonostante 37 errori complessivi. Per Piacenza la prima importantissima vittoria in Europa

GSE_banner_322x250_statico-2Serviva la vittoria e quella arriva, un 3-1 che la Gas Sales Daiko si regala a Lisbona con un bel primo set, una seconda frazione meno brillante ma comunque positiva e gli ultimi due parziali di sofferenza. Piacenza trova il primo successo stagionale in Champions League, ma lo fa con una prestazione per nulla spettacolare, con troppi regali impacchettati e consegnati agli avversari.

LA GARA PUNTO A PUNTO

Il tabellino indica ben 37 errori complessivi che hanno ovviamente facilitato il compito dei portoghesi, arrivati a un passo dal portare la gara al tie break come conferma il 23 pari del quarto set. Poi nel finale la qualità dei giocatori biancorossi fa la differenza, ma la sofferenza è tanta come confermano le facce dei Lupi Biancorossi arrivati fino in Portogallo per far sentire alla squadra la propria vicinanza.

In una serata così complicata bisogna però trovare anche aspetti positivi che vadano oltre alla vittoria. La Gas Sales Daiko dimostra di saper soffrire e saper lottare anche quando le cose non funzionano come tutti vorrebbero. Perché dopo un primo set facile facile, grazie a un Lucarelli superstar con 10 punti nel parziale e a un Recine ad alti livelli, tutto si complica. I biancorossi in un attimo da quella che sembra essere una tranquilla scampagnata si trovano impantanati in terribili sabbie mobili, ma sono bravi ad uscirne trovando energie e soluzioni che probabilmente non pensavano di dover utilizzare. Probabile che anche le tre sconfitte della scorsa settimana abbiano inciso nella testa dei piacentini, adesso bisogna sperare che questo successo consenta di giocare con maggiore tranquillità i prossimi impegni.

Il primo set illude la Gas Sales Daiko, che manda in campo Recine e Ricci lasciando in panchina Leal e Caneschi. Soprattutto lo schiacciatore dimostra di essere in ottima serata e infatti in coppia con Lucarelli e grazie ai suggerimenti di Brizard sopperisce a una ricezione che fatica di fronte al servizio dei padroni di casa. Avanti 1-0 succede l’incredibile; Recine attacca e si incastra con il piede nella rete, cadendo pesantemente sulla schiena. Lo spavento è enorme, si capisce subito che la botta è di quelle che fanno mancare il fiato. Fortunatamente l’attaccante si rialza subito e prova a tornare in campo, ma poco dopo deve alzare bandiera bianca lasciando spazio a Leal. Vinta anche la seconda frazione, con qualche patema in più rispetto a quella iniziale, emergono i problemi tenuti nascosti sotto il tappeto fino a qualche minuto prima. Anche perché Lisbona si anima e Piacenza non può più contare sullo stratosferico Lucarelli dell’avvio. Tocca a Simon prendere per mano la squadra, ma il break subito in avvio risulta decisivo.

Adesso c’è davvero da indossare l’elmetto, perché il quarto parziale è una battaglia. Machado continua a colpire da tutte le parti, Lisbona difende e Piacenza in qualche occasione si trova spiazzata. C’è anche una lunghissima pausa provocata da un problema al referto elettronico, quando si riparte Leal decide che è ora di chiudere e consegna i tre punti ai biancorossi.

LISBONA-PIACENZA 1-3

(21-25, 23-25, 25-22, 23-25)

LISBONA: Da Silva 1, Ryuma 13, Eshenko 7, Gaspar 11, Machado 17, Lucas 1; Casas (L), Oliveira 1, Wohlfahrstatter 3, Westermann, Marques 1. Ne: Banderò, Bernardo Silva (L), Brito. All. Matz

GAS SALES DAIKO PIACENZA: Simon 17, Brizard 5, Lucarelli 20, Ricci 2, Gironi 7, Recine 4; Scanferla (L), Leal 13, Caneschi 4, Dias, Andringa. Ne: Alonso, Hoffer (L). All. Anastasi

NOTE: Durata set: 27’, 31’, 27’, 36’. Tot. 121’. Lisbona: battute sbagliate 15, vincenti 3, muri 3, errori 25. Piacenza: battute sbagliate 24, vincenti 7, muri 6, errori 37.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Gas Sales Daiko parte bene poi regala tanto, suda, ma alla fine supera Lisbona in Champions League

SportPiacenza è in caricamento