rotate-mobile
Venerdì, 19 Aprile 2024
Volley A1 maschile

In Champions League è tutta un'altra Gas Sales Daiko: battuto 3-2 lo Jastrzebski Wegiel

I biancorossi partono male, soffrono ma riescono a recuperare nonostante i problemi fisici di Romanò e Caneschi, ben sostituiti da Gironi e Alonso

GSE_banner_322x250_statico-2 Una squadra che reagisce, non punta solamente sulla potenza al servizio ma ha l’intelligenza di variare i colpi, difende e contrattacca senza mai perdersi d’animo anche quando sbaglia un po’ troppo, ha la pazienza di rigiocare anche più di un pallone nella stessa azione. E' questa la Piacenza europea, capace di fare un figurone e soprattutto di battere 3-2 lo Jastrzebski Wegiel, formazione che negli ultimi due anni è sempre arrivata fra le prime quattro d’Europa.

LA GARA PUNTO A PUNTO

Non è una Gas Sales Daiko perfetta e per questo la vittoria assume un valore ancora più importante. perché i biancorossi accettano i propri limiti senza mai abbattersi, lottano anche quando gli avversari sembrano prendere il largo e fanno sudare ai polacchi ogni punto, anche quello che sembra più scontato.

Soprattutto quella di Anastasi non è una squadra che si piange addosso, anche se ne avrebbe più di un motivo. A mezzogiorno Romanò ha i brividi di freddo e il termometro arriva a 39 gradi. Otto ore più tardi (grazie alla sua volontà e al lavoro dello staff medico) è in campo a dare una mano ai suoi compagni. Di certo non può reggere quasi due ore e mezza di partita, così trova spazio Gironi, un altro che ha fatto settimane intere in infermeria e si allena solo da qualche giorno. Eppure anche lui resta in campo più di due set reggendo il confronto. Non basta, Caneschi si infortuna a una mano e deve dare spazio a Alonso, uno che fino a ora ha fatto più panchina che altro. Sulla grinta del cubano nessuno ha mai avuto dubbi, quando a questo aggiunge anche qualità tecniche e attenzione ecco che diventa un giocatore di ottimo livello. Mai come questa sera è la vittoria del gruppo, di campioni disposti a travestirsi da gregari e di giocatori che quando le partite sono da dentro o fuori riescono a fare la differenza.

E’ tutta un’altra squadra rispetto a quella arrendevole e spenta delle ultime gare in Superlega. Ci si aspettava una reazione e questa è arrivata nel momento più importante. Adesso sotto con Civitanova in un’altra sfida importantissima in chiave Superlega, poi la vera finale da giocare in Polonia mercoledì prossimo. Per passare il turno in Champions League servirà vincere oppure perdere al tie break ma conquistare il successivo golden set. Sarà necessaria un’altra grande partita, questa Gas Sales Daiko può giocarla.

GAS SALES DAIKO PIACENZA – JASTRZEBSKI WEGIEL 3-2

(19-25, 30-28, 25-16, 22-25, 15-11)

GAS SALES DAIKO PIACENZA: Gironi 7, Alonso Arce , Brizard 5, Santos De Souza 24, Leal Hidalgo 17, Scanferla (L), Simon Aties 10, Andringa, Romanò 8, Caneschi 1. Non entrati Hoffer, Recine, Ricci, Dias. All. Anastasi

JASTRZEBSKI WEGIEL: Skruders, Popiwczak (L), Toniutti, Sedlacek, Patry 18, Sclater 2, Gladyr 11, Fornal 11, Szymura 10, Huber 13. Non entrati, Markiewicz, Staporek, Mbaye, Jozwik. All. Mendez

ARBITRI: Aro, Kurtiss

NOTE – durata set: 25’, 40’, 28’, 32’, 18’; tot: 143’. Gas Sales Bluenergy Piacenza: Battute Sbagliate 23, Vincenti 4. Jastrzebski: Battute Sbagliate 18, Vincenti 4.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In Champions League è tutta un'altra Gas Sales Daiko: battuto 3-2 lo Jastrzebski Wegiel

SportPiacenza è in caricamento