rotate-mobile
Volley A1 maschile

Champions -1 - Molinaroli: «Se siamo al top passiamo noi»

Come al solito il pensiero di Guido Molinaroli è chiarissimo. Non le manda a dire alla Cev, che ha inspiegabilmente assegnato a Kazan il vantaggio di giocare il ritorno in casa, non si capisce bene in virtù di quale regolamento, e...


Come al solito il pensiero di Guido Molinaroli è chiarissimo. Non le manda a dire alla Cev, che ha inspiegabilmente assegnato a Kazan il vantaggio di giocare il ritorno in casa, non si capisce bene in virtù di quale regolamento, e illustra subito il suo pensiero: «Se entrambe le squadre giocano al top passiamo noi». Superare il turno battendo i russi (giovedì alle 20.30 al PalaBanca) significherebbe approdare alla Final four di Ankara, vale a dire presentarsi con tutti i titoli di fronte a quanto di meglio offre l’Europa del volley in questo momento.
Fra Piacenza e la Turchia ci sono ancora due partite, ma il percorso è ben più lungo di quanto possa sembrare, soprattutto per il valore dell’avversario che i biancorossi si troveranno di fronte nei playoff a 6.

«Questa volta partiamo in casa - spiega Molinaroli - contrariamente a quanto successo con Macerata, e dunque la sfida decisiva si giocherà a Kazan. Non vorrei si ripetesse nuovamente il golden set, se non altro per le coronarie. In Russia dovremo vincere senza arrivare al punto a punto, perché sono sicuro che in quel caso saremmo penalizzati dai giudici di linea».

Il ritorno da giocare in trasferta non l’avete digerito e non l’avete proprio capito.
«No. Ma nel volley succede questo, tu fai le domande e nessuno ti risponde. Noi eravamo messi meglio rispetto ai nostri avversari, avendo conquistato più punti nel girone eliminatorio, e stando al regolamento avremmo dovuto giocarci l’eventuale golden set in casa. Invece Kazan, indipendentemente dal fatto che passasse il turno Piacenza o Macerata, era sicura di disputare il ritorno in Russia».

Il presidente del Copra Elior prosegue lanciando un monito: «Chi sarà in Champions il prossimo anno non dovrà preoccuparsi di chiudere primo e secondo il girone e neppure di quanti punti ottiene. L’importante è passare, poi per l’abbinamento non bisogna fare nessun tipo di previsione».

Entrambe le squadre presentano una rosa incredibilmente valida se guardiamo i nomi degli atleti.
«Verissimo. I russi fanno sempre impressione da un punto di vista fisico. Vedere i loro giocatori contro l’1.88 di Papi sarà quasi imbarazzante. Ma sono convinto: quando i nostri ragazzi sono al meglio sono i più forti di tutti. Se noi giochiamo al top e loro sono al top passiamo noi».

Lei i pronostici li ha sempre azzeccati, si sbilanci su cosa succederà giovedì al PalaBanca.
«Posso dire qual è l’auspicio: il ritorno conterà tantissimo, sarebbe importante ottenere un risultato che non ci obblighi a vincere a tutti i costi a Kazan. Ovvio, il sogno sarebbe un successo 3-0 o 3-1 al PalaBanca, ma anche una vittoria al tie break ci darebbe una speranza in più nel ritorno».

BIGLIETTI ANCORA DISPONIBILI
La prevendita per la partita di giovedì fra Copra Elior e Kazan (alle 20.30 al PalaBanca) sarà attiva nelle filiali della Banca di Piacenza fino a mercoledì 5 febbraio, con i biglietti al prezzo di € 10 per la tribuna libera (senza distinzione tra intero e ridotto) e € 15 per la tribuna numerata (senza distinzione tra intero e ridotto). La vendita proseguirà anche la sera della partita alle casse del PalaBanca a partire dalle 17.00 (€ 15 e € 10 rispettivamente per tribuna numerata e tribuna libera).

Prevendita aperta a tutti fino al 5/2
(senza distinzione tra intero e ridotto)
Tribuna numerata € 15
Tribuna libera € 10

Prevendita 6/2 alle casse del PalaBanca
(senza distinzione tra intero e ridotto)
Tribuna numerata €15
Tribuna libera € 10

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Champions -1 - Molinaroli: «Se siamo al top passiamo noi»

SportPiacenza è in caricamento