rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Volley A1 maschile

Caso Supercoppa, la Lega dice �no� a Piacenza

Come previsto, la risposta della Lega Pallavolo al Copra Elior relativa al caso Supercoppa arriva nella sede della società biancorossa in tarda mattinata. E come era prevedibile da Bologna giunge un “no” alla richiesta di Piacenza di poter giocare...

Come previsto, la risposta della Lega Pallavolo al Copra Elior relativa al caso Supercoppa arriva nella sede della società biancorossa in tarda mattinata. E come era prevedibile da Bologna giunge un “no” alla richiesta di Piacenza di poter giocare una semifinale contro Macerata per decidere la sfidante di Trento.
Nella nota la Lega chiarisce di “non aver mai inviato alcuna comunicazione ufficiale, intesa come informativa inviata a tutti i club, tesa ad avallare la modifica della delibera istitutiva della Supercoppa”. Circostanza innegabile, così come però è innegabile che i vertici di Legavolley avessero erroneamente comunicato (anche se in via ufficiosa) la partecipazione di Piacenza alla competizione.

PRECEDENTI - Da Bologna poi ricordano ancora una volta i precedenti che avevano coinvolto proprio Piacenza negli anni passati. “La vostra società - recita la nota - non poteva incorrere in alcun equivoco, essendosi trovata per ben due volte nelle medesime condizioni: 2003-2004 e 2006-2007 finalista perdente della finale scudetto che non ha preso parte alla Supercoppa”.
Quindi la nota conclude: “Pur ritenendo meritevole di approfondimento per il futuro la vostra proposta, il Consiglio ha deliberato di confermare la consueta formula di partecipazione” per questa stagione. In pratica si lascia aperto uno spiraglio ma solo per le prossime edizioni: la Supercoppa 2013 verrà giocata da Trento e Macerata.

TRIBUNALE - «Non c’è niente di nuovo - commenta Guido Molinaroli, presidente del Copra Elior - ma almeno la nostra sfuriata è servita per avere una risposta ufficiale. Avevamo chiarito a più riprese: non volevamo entrare nel merito invece tutta la risposta è basata su quello».
Quindi il numero uno biancorosso piazza un nuovo affondo: «Dal modo in cui il comunicato è scritto si capisce chiaramente che non è farina del sacco del Consiglio di Lega, ma ha un’impronta legale. Loro si sono già rivolti a un avvocato, significa che facciamo bene anche noi a rivolgerci al Tribunale. Sappiamo che i tempi non saranno veloci, adesso toccherà alle autorità competenti decidere».
Allegata, qui sotto, la risposta della Lega in formato .pdf

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Supercoppa, la Lega dice �no� a Piacenza

SportPiacenza è in caricamento