rotate-mobile
Volley A1 maschile

Carattere, grinta e PalaBanca: le armi di Piacenza per battere Trento

Derby tutto italiano nell'andata dei quarti di finale di Coppa Cev. Di fronte i biancorossi hanno una delle formazioni più in forma del momento

Inizia il periodo decisivo, quello in cui ci si gioca il lavoro di una stagione. E Piacenza parte subito con l’impegno più importante: mercoledì arriva Trento al PalaBanca (si inizia alle 20.30, diretta su Sporpiacenza) per l’andata dei quarti di finale di Coppa Cev. E’ il primo dei quattro (o cinque) confronti che nei prossimi quindici giorni decideranno il futuro dell’Lpr ed è quello che i biancorossi non possono sbagliare. Vincere è fondamentale per non bruciarsi buona parte delle speranze di passare il turno nella gara di ritorno da giocare in un PalaTrento in cui Piacenza non conosce il successo dallo scudetto del maggio 2009. Il massimo sarebbe uscire dal campo con un 3-0 o un 3-1; replicare il successo  ottenuto in campionato vorrebbe dire garantirsi l’opportunità di arrivare almeno al golden set fra quindici giorni in trasferta.

IL MOMENTO ECCELLENTE DI TRENTO

Ma l’avversario è particolarmente ostico; dall’altra parte della rete Piacenza si troverà una delle formazioni più in forma, capace di chiudere al secondo posto la stagione regolare e che nelle ultime sette gare ne ha vinte sei per 3-0. Insomma, la strada è ardua, ma la formazione di Giuliani arriva al derby tutto italiano in condizioni discrete. Ha avuto un paio di settimane per prepararsi al meglio alla fase clou dell’annata e ha avuto l'opportunità di dare minuti in campo a Leo Marshall; probabilmente per vedere lo schiacciatore al top bisognerebbe attendere ancora qualche giorno, ma il tempo ormai è finito e comunque domenica a Modena Leo ha fatto capire di essere in una fase di netta crescita. Gli stop, non gravissimi ma fastidiosi, di Manià e Parodi hanno rallentato nell’ultimo periodo la preparazione della squadra, ma ormai Piacenza si è abituata a fare i conti con una infermeria sempre troppo affollata.

CARATTERE, GRINTA E PALABANCA

Qualche problema c’è, inutile negarlo, ma i biancorossi hanno dimostrato durante la stagione che nelle partite importanti non arretrano mai nemmeno di un centimetro. Lo stesso spirito che dovranno mettere in mostra mercoledì; Trento proverà a chiudere subito il discorso qualificazione, i biancorossi dovranno reggere l’urto e spegnere il prima possibile le speranze degli ospiti. Magari anche con l’aiuto di un PalaBanca che spesso si è dimostrato il valore aggiunto in casa Lpr. Con l’impianto bollente i biancorossi non sono mai usciti dal campo a testa bassa, anche stavolta servirà la mano del pubblico per consentire a Piacenza di proseguire il signo europeo.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carattere, grinta e PalaBanca: le armi di Piacenza per battere Trento

SportPiacenza è in caricamento