rotate-mobile
Domenica, 21 Aprile 2024
Volley A1 maschile

Atteggiamento, leader, continuità: adesso la Gas Sales Bluenergy non può sbagliare

Con la sconfitta contro Milano i biancorossi devono rinunciare al secondo obiettivo stagionale: serve un cambio di ritmo in vista della Champions League

GSE_banner_322x250_statico-2L’eliminazione dalla Coppa Italia a qualche ora di distanza brucia ancora di più. Perché quella contro Milano era la partita più importante di questa prima parte della stagione, a cui la società teneva enormemente, come confermato dalle tante realtà del territorio invitate dai vertici biancorossi a seguire da vicino la sfida del PalabancaSport. Il ko subito per mano di Milano obbliga a delle riflessioni anche perché si tratta della seconda battuta d’arresto stagionale in gare da dentro o fuori, con il secondo obiettivo sfuggito dalle mani dei piacentini dopo la Supercoppa di fine ottobre. Nessun dramma, ma un’analisi il più possibile obiettiva per prepararsi a un’altra fase calda dell’anno che nei prossimi dieci giorni vedrà la Gas Sales Bluenergy giocarsi anche la qualificazione in Champions League.

Partiamo dagli aspetti positivi. La reazione della squadra dopo il disastroso inizio di secondo parziale, con Milano avanti un set a zero e 9-3 e i padroni di casa che non riuscivano a combinare niente di buono, lascia intendere che la formazione sia in crescita. Prendiamo in prestito e modifichiamo leggermente le parole di Francesco Recine dopo la vittoria di Padova della scorsa settimana: qualche tempo fa Piacenza avrebbe perso 3-0 senza lottare, dunque il bel cambio di ritmo è da inserire nella casella degli aspetti positivi, così come il recupero da 14-12 nel tie break.

Ancora una volta è arrivata la conferma che Anastasi ha a disposizione una rosa di livello eccellente. L’ingresso di Gironi ha cambiato la partita, Recine non può essere ritenuto una riserva, anche Alonso ha fornito un buon contributo e lo stesso Andringa, fino a questo momento pochissimo utilizzato, ha fatto quanto gli veniva richiesto, vale a dire sistemare i problemi in seconda linea. Se ci sarà ancora bisogno di loro, e certamente succederà, si potranno dormire sonni tranquilli.

Analizzare una gara decisa per un paio di palloni è quasi impossibile, lo hanno detto a fine partita tecnici e giocatori, dunque è ovvio che se la Gas Sales Bluenergy avesse concretizzato uno dei tanti match point la valutazione sarebbe differente. Ma non è successo e con i “se” e i “ma” non si fa né la storia e neppure lo sport.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Atteggiamento, leader, continuità: adesso la Gas Sales Bluenergy non può sbagliare

SportPiacenza è in caricamento