Volley A1 maschile

Anastasi: «Non siamo stati in grado di competere sia tecnicamente sia fisicamente». Brizard: «Siamo davvero crollati». VIDEO e pagelle

Il tecnico: «Ci sono dei giocatori senza benzina e dopo la buona prova di domenica non sono stati in grado di riproporsi su livelli accettabili oggi. Lo sapevo, sono preparato, so che questa squadra avrà bisogno di tempo perché certi ragazzi sono fuori condizione»

Andrea Anastasi si agita in panchina solamente nel finale di gara, quando ancora una volta il video check crea problemi a Piacenza e il tecnico viene anche sanzionato con un cartellino giallo. A fine gara parla brevemente con i suoi ragazzi in mezzo al campo, poi indossa la giacca e risponde alle domande dei giornalisti.

Un primo set giocato alla pari fino a 22, da quel momento è stato tutto più difficile.

«Vero, non siamo stati in grado di competere sia tecnicamente sia fisicamente. Ci sono dei giocatori senza benzina e dopo la buona prova di domenica non sono stati in grado di riproporsi su livelli accettabili oggi. Lo sapevo, sono preparato, so che questa squadra avrà bisogno di tempo perché certi ragazzi sono fuori condizione. Ma sono tranquillo e sereno, andiamo avanti».

Aspetto negativo è che specialmente nel secondo set siete crollati, non siete riusciti a reagire alle difficoltà che Civitanova vi ha provocato.

«Hai perfettamente ragione, non siamo stati efficaci in nulla a iniziare dal servizio. Se lasciamo De Cecco a palleggiare con la palla vicino a rete si va a casa prima di iniziare. Non siamo stati competitivi, siamo stati bravini all’inizio ma poi abbiamo faticato. Romanò non è stato bene e ho preferito sostituirlo, Leal ha un ginocchio in condizioni non perfette e avevo paura di sovraccaricarlo perché se perdiamo questi giocatori poi non li avremo per lungo tempo. Bisogna essere oculati nel gestire questa squadra: han giocato meglio loro, sono stati bravi».

Qual è il problema di Romanò, che ha concluso con il ghiaccio sugli addominali? Avete già un’idea di cosa potrebbe essere?

«Quanto sento la parola muscoli io metto i giocatori in panchina. Yuri mi aveva detto: forse posso provare. Ho detto io di no, perché se si aprisse uno strappo nell’addome poi sarebbe fuori per parecchio tempo. Fra l’altro lui è anche molto stanco, è stato super utilizzato».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anastasi: «Non siamo stati in grado di competere sia tecnicamente sia fisicamente». Brizard: «Siamo davvero crollati». VIDEO e pagelle
SportPiacenza è in caricamento