rotate-mobile
Domenica, 21 Aprile 2024
Volley A1 maschile

Anastasi: «Questa è una squadra che lotta; le giocate migliori sono arrivate nei momenti importanti». VIDEO e pagelle

Il tecnico della Gas Sales Daiko: «Il nostro è un girone difficilissimo, è stato fondamentale non perdere neppure un set»

GSE_banner_322x250_statico-2Una vittoria, la terza consecutiva in Champions, e il comando nel girone. E’ una serata positiva per Andrea Anastasi, tecnico della Gas Sales Daiko.

«Il nostro è un girone difficilissimo – spiega il tecnico biancorosso – e in questo momento non guardo al primo posto ma alla vittoria 3-0 nonostante tante difficoltà, perché sono importanti anche i set. E’ un successo fondamentale, siamo consapevoli che le altre squadre giocano bene, avete visto cosa è successo a Berlino con i padroni di casa che hanno superato Ankara; vado ripetendo da tempo che i tedeschi sono un’ottima formazione. Anche il Benfica è ben organizzato, la Champions League è bellissima per questo, noi obiettivamente siamo capitati in un gruppo molto difficile».

Un primo e un terzo set vinti ai vantaggi.

«Siamo partiti molto male, concretizzando pochissimo in attacco anche se siamo riusciti a creare parecchio in contrattacco. Ci siamo innervositi, loro hanno difeso tantissimo mettendoci pressione. Poi siamo stati bravi perché abbiamo recuperato mentalmente realizzando le giocate migliori nei momenti importanti come è successo nel terzo set».

Oggi la squadra ha dimostrato di avere carattere.

«Scendendo in campo ogni tre giorni è difficile trovare la perfezione, ma questi ragazzi capiscono quello che è necessario e lottano insieme anche quando le cose non sono fluide; questa è una bella cosa».

Una vittoria arrivata anche dalla panchina, con Alonso schierato dall’inizio e Gironi in campo da metà prima frazione.

«E’ indispensabile il loro aiuto, anche perché sono ragazzi che si allenano benissimo. Gironi ha giocato già parecchio, mentre Romanò deve riprendere il ritmo ed è umano che attraversi qualche difficoltà. Ma avere ragazzi che entrano a forniscono questo contributo è fondamentale».

La scelta di tenere fuori Simon è motivata dalla necessità di farlo rifiatare?

«Sì. Credo abbia bisogno anche lui di staccare un attimo, anche se oggi spingeva tantissimo dalla panchina; continuavo a sentire delle urla da parte sua dirette ai compagni. Era presente e concentrato».

Durante la gara c’è stato un momento in cui avete sbagliato qualcosa al servizio e subito dopo avete pensato a tenere la palla in campo. Sintomo che la squadra sta crescendo anche da questo punto di vista.

«Siamo partiti con l’idea chiara: mantenere il ritmo di gioco molto alto e questo non succede quando commetti troppi errori. Dobbiamo stare in partita anche con gli altri aspetti e non solo con il servizio, stasera ce l'abbiamo fatta».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anastasi: «Questa è una squadra che lotta; le giocate migliori sono arrivate nei momenti importanti». VIDEO e pagelle

SportPiacenza è in caricamento