rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024
Volley A1 maschile

Anastasi: «Bravi a restare lucidi nei momenti clou». Recine: «Mi sono posto obiettivi alti». VIDEO e pagelle

Lo schiacciatore della Gas Sales Bluenergy: «Restare fuori dalla nazionale quest'estate mi ha fatto male ma mi ha anche motivato»

GSE_banner_322x250_statico-2

Andrea Anastasi vive un sentimento a metà fra la preoccupazione di una squadra che deve fare i conti con tanti problemi fisici e la soddisfazione per il rendimento del gruppo.

Una partita difficile soprattutto nei primi due set, quando si è vista una bella reazione.

«E’ stata una partita molto complicata – spiega il tecnico della Gas Sales Bluenergy – ma lo sapevamo. Abbiamo giocato giovedì a Lisbona e oggi eravamo in campo con qualche punto di domanda grosso come una casa perché non sapevo chi avrei potuto schierare. Per fortuna nel riscaldamento Recine si è reso disponibile e obiettivamente poi si è fatto sentire in campo. Abbiamo tribolato, mi è piaciuta molto la parte mentale perché abbiamo lottato senza mai perdere pazienza e energia anche quando la situazione era complicata».

Una squadra che si sa adattare, non avevi Leal, sei senza Romanò da tempo, oggi ha esordito dal primo minuto Andringa. Una formazione che reagisce alle difficoltà.

«E’ l’idea che dobbiamo avere. Giochiamo in continuazione, domani dopo un mese abbiamo a disposizione un giorno di riposo e poi giocheremo venerdì una sfida complicata a Taranto. Sarà necessario prepararsi adeguatamente e vedere cosa succederà con Leal che sosterrà gli esami nelle prossime ore. Abbiamo tante partite tutti importanti».

Siete stati bravi anche a reagire. Nel primo set avanti 17-11 vi siete trovati sotto 24-22 e in quel momento non era semplice.

«Sono molto soddisfatto, abbiamo lottato fino alla fine con risultati fondamentali e due ace, uno di Simon e uno di Lucarelli, a chiudere i primi due set. Significa che i ragazzi sono rimasti molto lucidi. Siamo stati bravi, avevamo provato alcune idee di gioco che poi siamo riusciti a mettere in campo e per questo sono ulteriormente soddisfatto».

Avevi detto: farò esordire presto Zlatanov. Sei stato di parola.

«Manuel non se l’aspettava, quando gli ho detto che doveva entrare non era molto convinto. Una nota bisogna farla sia a lui sia a tutto il settore giovanile: il club sta investendo soldi, energie e tecnici ed avere questa unione fra prima squadra e academy è prezioso. Mi auguro che in futuro ci sia qualche altro giocatore da lanciare in Superlega».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anastasi: «Bravi a restare lucidi nei momenti clou». Recine: «Mi sono posto obiettivi alti». VIDEO e pagelle

SportPiacenza è in caricamento