rotate-mobile
Mercoledì, 17 Aprile 2024
Volley A1 maschile

Anastasi: «Bene a muro e in difesa, dobbiamo proseguire su questa strada». Pagelle

Il tecnico biancorosso analizza la vittoria con Milano: «Non abbiamo ancora fatto nulla, siamo in parità e tutto è in gioco». Piazza: «Non siamo mai stati padroni del campo»

GSE_banner_322x250_statico-2E’ un Andrea Anastasi con il sorriso quello che commenta la bella vittoria dei biancorossi in casa di Milano. Il tecnico fa i complimenti ai suoi ragazzi ma è già concentrato sulla prossima Gara3 di sabato, perché sa bene che la Gas Sales Bluenergy è attesa da una nuova complicatissima battaglia.

«Sono molto contento – spiega il tecnico - di come la squadra ha interpretato la gara. Abbiamo fatto molto bene a muro e in difesa e se vogliamo imbrigliare il gioco di Milano dobbiamo proseguire su questa strada».

Il parziale non deve ingannare, perché si è trattato di un incontro complesso.

«È stata una partita difficile nei primi tre set, poi nel quarto abbiamo iniziato molto bene e Milano è andata in difficoltà. Ma non abbiamo ancora fatto nulla, siamo in parità e tutto è in gioco. Lucarelli? Ha giocato un primo set brutto ma conosco bene il giocatore e sapevo che si sarebbe adattato agli avversari e sarebbe cresciuto, così è stato».

Roberto Piazza, tecnico dell’Allianz Milano, trova nel servizio e nell’attacco di posto quattro dei biancorossi la chiave della gara.

«Sapevamo sarebbe stata una partita complicatissima, ma questa è una costante quando giochi contro una squadra come Piacenza. Nel secondo set non siamo mai riusciti realmente a cucire il gap iniziale e a scrollarcelo di dosso, non siamo insomma mai stati padroni del campo. Loro hanno forzato il servizio con grandi risultati e hanno avuto dall’attacco da posto quattro un apporto considerevole. Noi forse oggi non siamo riusciti a difendere qualche pallone che di solito teniamo e questa è stata una delle differenze».

LE PAGELLE

Brizard 7: lo aveva anticipato: «Vorrei avere la possibilità di giocare maggiormente con i centrali». Detto fatto, anche se la ricezione non è in serata spettacolare. Guardiamo i numeri: seconda linea al 28 per cento di positività, attacco al 47 per cento. Stop.

Romanò 6,5: in attacco e al servizio gioca una gara discreta. Ma dà una grossa mano alla squadra con un paio di muri in momenti importanti e, udite udite, difende anche. Bravo 

Simon 7,5: cosa dire di uno che trova 9 muri punto in quattro set? Solo che è l’incubo degli attaccanti di Milano. Non è sufficiente? Allora ecco attacco e doppio ace per l’importantissimo vantaggio nel finale di terzo set che farà girare la sfida dalla parte di Piacenza

Caneschi 6+: la solita gara tutta solidità. Fatica un pochino a muro, ma quando serve lui è presente

Leal 6,5: in qualche momento non riesce a trovare l’intesa giusta con Brizard, ma quando gli arriva la palla giusta la mette per terra. Dà una mano anche in difesa e si sacrifica per la squadra, sintomo di quanto ci tenga a passare il turno nei playoff

Lucarelli 8: parte malino, anzi male. Ma poi diventa imprendibile nel finale di secondo set, quando attacca solo lui e trascina i compagni al pareggio. Al servizio è una sentenza, non sbaglia mai e mette sempre in difficoltà gli avversari. Una partita monumentale

Scanferla 7,5: diciamolo chiaro: chissenefrega se non è nella sua migliore serata in ricezione. Quando difende in modo impressionante come con Milano è come se Piacenza avesse un attaccante in più

Gironi sv

Andringa sv

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anastasi: «Bene a muro e in difesa, dobbiamo proseguire su questa strada». Pagelle

SportPiacenza è in caricamento