Questo sito contribuisce all'audience di

Volley - Piacenza ha un solo obiettivo: vincere

Nuova stagione, nuove giocatrici, nuovo anche lo staff tecnico, l’unica cosa che non cambia sono gli obiettivi. Alla Nordmeccanica Rebecchi non lo nascondono, si punta a vincere in Italia...

La presentazione della Nordmeccanica Rebecchi con squadra, staff e dirigenti (f. Rovellini)




Nuova stagione, nuove giocatrici, nuovo anche lo staff tecnico, l’unica cosa che non cambia sono gli obiettivi. Alla Nordmeccanica Rebecchi non lo nascondono, si punta a vincere in Italia migliorando il cammino dello scorso anno in Europa. Lo fa capire senza mezzi termini il presidente onorario Antonio Cerciello: questa squadra deve continuare sulla strada intrapresa nelle ultime due stagioni crescendo anche in campo continentale: «Siamo un’azienda leader a livello mondiale, perché non possiamo diventarlo anche nello sport?». Ogni anno l’asticella si sposta sempre più in alto e ormai è lampante che le incognite e i problemi estivi (quando si arrivò ad annunciare l’addio al volley) sono definitivamente superati da tempo.

SERIETA’ - L’appuntamento è nella nuova sede della Nordmeccanica Group dove prende subito la parola il presidente Vincenzo Cerciello: «Siamo con orgoglio una società che rappresenta Piacenza nel mondo, una realtà finanziariamente molto seria. Alle spalle abbiamo il sostegno di gruppi locali, hanno capito che aiutare lo sport significa investire anche nella città. Ormai siamo al via dell’annata e siamo sicuri di avere di fronte una stagione emozionante».
Prima di chiudere l’augurio a un dipendente Nordmeccanica in ospedale («Giorgi, ti aspettiamo il prima possibile qui da noi») e la citazione per il capitano Manuela Leggeri, «Piange a ogni coppa, significa che ogni vittoria è differente dalle altre».
Di storia e futuro parla il vicepresidente Giovanni Rebecchi: «Per raggiungere risultati partiamo da umiltà, capacità, coesione e spirito di squadra, senza dimenticare l’esempio che le giocatrici devono dare anche a tutte le bambini delle giovanili».
Dopo l’intervento “ammonitore” del direttore finanziario Alfredo Cerciello rivolto alle istituzioni («Nordmeccanica e Rebecchi sono due aziende solide, se annunciano di chiudere i battenti con il volley non è certamente per motivi finanziari» ha spiegato sottolineando quanto accaduto in estate) è stato il turno del prefetto Anna Palombi, del sindaco Paolo Dosi e dell’assessore allo sport Giorgio Cisini.

SOLIDITA’ - «Dobbiamo essere grati alle famiglie Cerciello e Rebecchi - hanno spiegato - perché hanno costruito realtà economiche importanti per il territorio investendo anche nello sport». Cisini quindi ha disegnato la situazione attuale: «Il futuro dello sport non è rosa, per le difficoltà economiche che in tanti stanno attraversando. Realtà come la Nordmeccanica Rebecchi sono molto solide e sappiamo possono farcela anche da sole, ma questo non significa che vi dimentichiamo».
Dopo la premiazione dei Pink Wolf, la tifoseria più vicina alla squadra rappresentata sul palco dal presidente Stefano Bertona, è toccato a staff e giocatrici diventare protagonisti.

OSTACOLI - «Qualche anno fa - sono le parole del direttore generale Giorgio Varacca - Antonio Cerciello ci ha chiesto di correre i 100 metri. Visti i risultati l’anno successivo ha allungato a 400 e quest’estate ha pensato di portarci sui 400 ostacoli. Qualche volta inciamperemo, perché non siamo abituati alla specialità, ma l’obiettivo è sempre quello di tagliare il traguardo davanti a tutti. In società c’è la giusta pressione, sono abituati a confrontarsi nello sport come nelle altre attività produttive, è un percorso più virtuoso ma anche più difficile e stimolante».
Percorso che il condottiero Alessandro Chiappini è pronto a compiere: «Sono onorato di essere parte di questo progetto e insieme alla squadra faremo di tutto per confermarci al top».
Fra gli applausi è poi salita sul palco tutta la squadra, iniziando dal capitano Manuela Leggeri per proseguire con le ragazze confermate arrivando poi alle tante facce nuove della Nordmeccanica Rebecchi. Sabato prossimo si parte con la Supercoppa a Monza e Piacenza ancora una volta ha tutti i riflettori puntati addosso.
Guarda la fotogallery della mattinata

VITTORIA A OSTIANO
Nel pomeriggio la squadra si è poi trasferita a Ostiano per partecipare al quadrangolare con Montichiari, Casalmaggiore e Firenze. Per le ragazze di Chiappini netto successo in semifinale contro Montichiari allenata da Leo Barbieri, avversaria nella prima giornata di campionato al PalaBanca. Domenica pomeriggio finale con Casalmaggiore.
Partono forte le campionesse d’Italia con Sorokaite a fare da mattatrice. Montichiari tiene bene e con Brinker mette in difficoltà la seconda linea emiliana. Il primo strappo è della Nordmeccanica che si issa sul 9-6 con Sorokaite. Il muro di Van Hecke su Tomsia regala alle emiliane il punto del 12-7. La squadra di Chiappini ha un altro ritmo e guadagna un bel vantaggio a metà set (16-9). Giostra a dovere le proprie attaccanti la belga Dirckx e quando Borgogno mette a terra una fast imprendibile Piacenza si porta sul 19-11. La Nordmeccanica costruisce a muro le proprie fortune e grazie a due bloks consecutivi arriva al set-point. Piacenza chiude direttamente dai nove metri, è la belga Dirickx a fissare il punteggio sul 25-14.

Il secondo set si apre sulla falsa riga del primo con Piacenza sicura e Montichiari un po’ sulle sue. Difesa serrata e concretezza offensiva con Di Iulio in gran spolvero fruttano alle emiliane il 7-4 al time-out richiesto da Leo Barbieri. La Metalleghe, che schiera il secondo libero Zampedri causa infortunio a Ghilardi, affida le chances di restare in scia a Tomsia e Brinker. Proprio la tedesca realizza l’ace che vale l’8-9 quindi Tomsia pareggia il conto sfruttando una ricezione imprecisa delle avversarie. Piacenza si mantiene avanti anche al time-out tecnico (12-10) ma la parità si ripresenta a metà set con le palleggiatrici Dirickx e Dalia a fare a gara con tocchi di seconda intenzione. Nelle fila bresciane entra Pinedo a sostituire una spenta Saccomani, Brinker fissa la nuova parità (18-18) e poco dopo tocca ad Olivotto con gran muro a tenere incollata la propria squadra alle titolate avversarie. Montichiari non si da per vinta e nemmeno con Piacenza avanti 23-21 abbassa la guardia. Una bomba in pipe di Tosmia e un’attacco da quattro di Brinker fissano la nuova parità (23-23). Alla fine a spuntarla è la Nordmeccanica 25-23 grazie a Sorokaite che da zona quattro sorprende la seconda linea bresciana.

E’ un terzo set che conferma l’equilibrio del secondo con la Metalleghe che prova a mettere la testa avanti sul 6-7. Ma Piacenza non è squadra da farsi imporre il ritmo dalle avversarie e torna padrona del punteggio dopo una bomba di Di Iulio da zona due e due attacchi di Van Hecke arrivando al time-out tecnico avanti 12-9. Piacenza appare lanciata e nelle fila di Montichiari si fa largo qualche crepa. Van Hecke, Di Iulio e Sorokaite sono impeccabili e regalano a Piacenza un eloquente 15-10. Per far rifiatare le due attaccanti di posto quattro mister Chiappini pensa a Angeloni e Valeriano con la prima che dopo una breve parentesi restituisce il testimone a Di Iulio. Il match si avvia verso i titoli di coda quando Van Hecke realizza la pipe del 20-14 e Borgogno va a segno dai nove metri. La combinazione in veloce tra Dalia e Gioli prova a ridare verve alla Metalleghe ma subito Leggeri va a segno con pallonetto velenoso per il 23-16. Il set e la gara finiscono 25-19 con l’errore di Gioli dai nove metri.

NORDMECCANICA REBECCHI PIACENZA 3
METALLEGHE SANITARS MONTICHIARI 0

(25-14, 25-23, 25-19)
Nordmeccanica Rebecchi Piacenza: Sorokaite 12, Dirickx 6, Leggeri 6, Van Hecke 21, Di Iulio 9, Carocci (L), Borgogno 5, Valeriano, Angeloni, ne Giogoli, ne Poggi, ne Brussa. All.: Chiappini.
Metalleghe Sanitars Montichiari: Pinedo, Dalia 3, Brinker 8, Tomsia 14, Ghilardi (L), Alberti 1, Saccomani 4, Olivotto 2, Zampedri (L), Gioli 8, ne Serena, ne Milani. All.: Barbieri.
Arbitri: Alberto Bernardelli ed Elena Nichetti di Cremona.
Note: spettatori 200. Aces: Nordmeccanica 5, Metalleghe 2. Battute sbagliate: Nordmeccanica 9, Metalleghe 5. Muri: Nordmeccanica 5, Metalleghe 5. Ricezione: Nordmeccanica 68% (prf 34%), Metalleghe 48% (20%).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Eccellenza, Promozione e Prima: stop alle Coppe. Seconda e Terza: la stagione sarà completa

  • Spadafora: «Abolito il vincolo sportivo per giovanili e dilettanti». Sibilia: «Si minaccia l'esistenza del calcio»

  • Giana Erminio-Piacenza: 2-0, terza sconfitta consecutiva per i biancorossi

  • Per gli Interprovinciali confermato il programma attuale, i Provinciali dovrebbero terminare la fase locale prima di Pasqua

  • Un Piacenza decimato dal Covid ha ripreso gli allenamenti, difficile che venga rinviata la gara con la Giana Erminio

  • Il Bertocchi diventa un campo all'inglese: erba artificiale, tribuna ampliata e coperta

Torna su
SportPiacenza è in caricamento