Questo sito contribuisce all'audience di

Volley - Piacenza, con Novara non puoi sbagliare

Già si sapeva alla vigilia, ma gara1 ha confermato in modo fin troppo eloquente che se Piacenza non gioca al massimo, prendendosi anche qualche rischio, viene travolta da Novara. La serie su cinque gare permette alla Nordmeccanica Rebecchi di...

Un contrasto di Vargas con Signorile sotto gli occhi di Caracuta (foto Rovellini)
Già si sapeva alla vigilia, ma gara1 ha confermato in modo fin troppo eloquente che se Piacenza non gioca al massimo, prendendosi anche qualche rischio, viene travolta da Novara. La serie su cinque gare permette alla Nordmeccanica Rebecchi di recuperare, ma la seconda sfida in programma martedì al PalaBanca (si inizia alle 20.30) è già di quelle da vincere assolutamente. Il regolamento non la trasforma in un confronto da dentro o fuori, ma è lampante che trovarsi sotto 2-0 con la terza sfida da giocare sabato ancora in casa dell’Igor aumenterebbe in modo esponenziale il rischio di eliminazione.

RIPARTIRE - La formazione di Gaspari deve ripartire dal terzo set del Pala Terdoppio, utilizzando i primi due solamente come esempio da non ripetere. Piacenza si è fatta sorprendere in avvio dall’aggressività delle avversarie e lasciare strada a una squadra del calibro dell’Igor, lo ha confermato il campo, è letale. Superare Novara è complicatissimo, non a caso tutti e tre i confronti diretti stagionali sono stati appannaggio delle piemontesi, ma il valore assoluto dei due gruppi non è così differente come ha detto il campo. Certo che per contrastare la dominatrice dell’annata la Nordmeccanica Rebecchi deve essere la squadra scintillante vista ad esempio in gara2 a Busto e non quella opaca di tre giorni fa.

BATTUTA - Fondamentale ancora una volta sarà la battuta. Se Piacenza non riuscirà a mettere in difficoltà la ricezione avversaria molto difficilmente potrà rigiocare puntando su muro e difesa. La fisicità dell’Igor è impressionante e se Signorile ripete la prova eccellente di Novara contrastare le varie Hill, Barun, Klinemann, Guiggi e Chirichella (sceglietene una a caso, sono tutte impressionanti) sarà operazione al limite dell’impossibile. Ma il sestetto di Gaspari ha dimostrato che può creare problemi, si è capito in un terzo set che le emiliane avrebbero dovuto portare a casa. Certo, far giocare l’Igor con un vantaggio di 10 punti rende tutto più facile per le avversarie, tenendolo sotto pressione invece si è visto che le temibilissime attaccanti piemontesi commettono errori regalando palloni importanti.
Anche con Busto dopo la prima sfida Piacenza era a un passo dal burrone, ma riuscì a fare marcia indietro ribaltando la situazione con due partite di livello eccellente. E’ quello che deve provare a ripetere di fronte a una compagine ancora più forte: la Nordmeccanica Rebecchi può farcela, ma non potrà permettersi di sbagliare nulla.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Ministra De Micheli: «A scuola turni dalle 8 alle 20, sui banchi anche la domenica». Salta tutta l'organizzazione dello sport?

  • Como-Piacenza 0-0: buon punto per i biancorossi

  • Piacenza - Le pagelle: Libertazzi salva il pareggio. Belle prove per Ballerini, Heatley e Galazzi

  • Una bella Piacenza supera 3-1 Ravenna, ma si infortuna Grozer che lascia il PalaBanca con le stampelle

  • Piacenza - Lunedì sera posticipo a Como, biancorossi sempre in emergenza. Manzo: «Voglio una reazione»

  • Piacenza - Di Battista traccia il primo bilancio. «Ci serve solo poter lavorare con continuità e serenità»

Torna su
SportPiacenza è in caricamento