Questo sito contribuisce all'audience di

Volley - Piacenza a un passo dallo scudetto

Puoi cercare di sorprenderla una volta la Rebecchi Nordmeccanica, ma alla seconda non cade nello stesso errore. Busto vorrebbe giocare nuovamente lo scherzetto di gara1, magari trovando anche un risultato diverso. Questa...

Volley - Piacenza a un passo dallo scudetto - 1


Puoi cercare di sorprenderla una volta la Rebecchi Nordmeccanica, ma alla seconda non cade nello stesso errore. Busto vorrebbe giocare nuovamente lo scherzetto di gara1, magari trovando anche un risultato diverso. Questa volta però è Piacenza che parte a razzo e se la squadra di Caprara può giocare in tranquillità diventa letale. Oddio, a dire la verità lo è anche quando si trova costretta a rincorrere (lo ha dimostrato nella prima sfida della serie) ma quando scatta a questa velocità non appena sente lo sparo dello starter diventa assolutamente irraggiungibile.

DOMINIO - Infatti per un’ora non c’è partita, i primi due set scorrono con la Yamamay a raccogliere i palloni che cadono le proprio campo. Vero, Busto continua a fare della difesa una delle caratteristiche principali, ma Piacenza non si scompone. Attacca una volta, due, anche tre se serve, ma riesce sempre a mettere la palla a terra. Lo fa anche perché alterna spesso i colpi, se non si ottiene il risultato con il diagonale ci prova con il lungolinea, altrimenti arriva il pallonetto o magari il mani e fuori. Così dopo quarti di finale e semifinale arriva ancora una volta una gara2 migliore di quella d’esordio.

TESTA - Sulla differenza tecnica fra le due squadre non c’erano dubbi, ma Busto poteva mettere in difficoltà Piacenza contando sull’entusiasmo alimentato con l’eccezionale play off. Invece alla Yamamay, lo ammetteranno le stesse giocatrici a fine partita, mancherà soprattutto la testa. Difficile restare tranquille quando vedi di fronte a te un caterpillar che ti punta alla massima velocità.

SUPER - Dopo il dominio nelle prime due frazioni Busto si gioca tutte le carte che restano nel mazzo e parte volando subito 7-3. Però alle biancoblù sono sufficienti cinque minuti ad altissimo livello per ribaltare immediatamente la situazione. La terza frazione è l’unica equilibrata, almeno fino al 20. Poi decide la stratosferica Bosetti, di gran lunga la migliore in campo con 20 punti complessivi ma soprattutto quelli pesantissimi che chiudono il terzo set, dopo aver messo una firma indelebile anche sul secondo.
In casa Busto la sola Buijs finisce in doppia cifra (a 15), mentre la Ferretti ha il grande merito di portare altre tre giocatrici a 12 punti. Van Hecke, Meijners e De Kruijf sono protagoniste in momenti differenti dell’incontro, ma in questa gara2 è tutta la squadra che si dimostra nettamente superiore alle avversarie.

COMPLESSO - Dopo quattro giorni di finale scudetto la serie si trova già a un passo dalla chiusura. Sarà il più lungo e più difficile, perché bisogna farlo in casa delle avversarie, ma sabato a Busto la Rebecchi Nordmeccanica avrà la possibilità di terminare la serie conquistando il secondo Tricolore consecutivo. «Non ci interessa quando, l’importante è chiudere a nostro favore» recitano in coro le biancoblù. Il conto alla rovescia è iniziato, ma la strada non è in discesa.

REBECCHI NORDMECCANICA PIACENZA - UNENDO YAMAMAY BUSTO ARSIZIO 3-0
(25-19, 25-16, 25-22)
REBECCHI NORDMECCANICA PIACENZA: Poggi (L), Leggeri 5, De Kruijf 12, Van Hecke 12, Meijners 12, Ferretti 1, Sansonna (L), Bramborova, Bosetti 20, Vindevoghel. Non entrate Valeriano, Manzano, Caracuta. All. Caprara
UNENDO YAMAMAY BUSTO ARSIZIO: Ortolani 9, Garzaro 1, Bianchini, Michel 6, Leonardi (L), Marcon 9, Spirito, Buijs 15, Arrighetti 4, Wolosz, Petrucci 1. Non entrate Sloetjes. All. Parisi
ARBITRI: Braico, Balboni
NOTE - Spettatori 3500, incasso 27000, durata set: 25', 24', 31'; tot: 80'.

Il film della gara
Aggiornamento - Busto risale a meno 1 ma viene ricacciata indietro dalla Bosetti. Poi un errore di Leggeri vale la parità a 18, quindi De Kruijf è la più attenta a rete per il 20-19, poi la solita Bosetti firma prima il 22-20 e quindi il 23-21, poi Leggeri chiude 25-22 e Piacenza vola 2-0 nella serie.
Aggiornamento - Ortolani è in difficoltà e Bosetti mura il 16-14, quindi Van Hecke trova il 17-14 che sembra valere l’allungo decisivo anche per la terza frazione

Aggiornamento - Busto conduce 7-3, poi Meijners passa sopra il muro e accorcia le distanze. Ma adesso le ospiti prendono coraggio e un bel lungolinea della Buijs porta Busto 9-5. Sempre la Meijners mura Ortolani per il 7-9, De Kruijf si ripete con la Arrighetti e il terzo set è equilibrato. Piacenza alza ancora il livello del gioco e supera le avversarie, ma allo stop tecnico Meijners trova il 12-11

Aggiornamento - Stavolta Busto Arsizio parte meglio e con il muro su Leggeri arriva a condurre 3-1. Marcon dopo un ottimo primo set e un secondo incolore trova il bel mani e fuori del 5-2 che suggerisce a Caprara di fermare il gioco

Aggiornamento - Ormai la frazione è in discesa per Piacenza. Muro di Bosetti e 21-14, dentro Garzaro per Michel. Ma la schiacciatrice delle emiliane si ripete per il 22-15. Bosetti trova il diagonale del 24-16 e si ripete con il mani e fuori del 25-16

Aggiornamento - Piacenza prende il largo con il 16-12 di Bosetti e aumenta il vantaggio con il doppio errore di Arrighetti per il 18-12 biancoblù

Aggiornamento - Il muro di Leggeri non lascia scampo alla Buis, la più positiva di Busto nel primo set. E con Piacenza avanti 14-11 Parisi capisce che c’è il rischio che la gara scappi di mano e ferma il gioco

Aggiornamento - Subito due azioni da applausi: un recupero di Bosetti oltre i rotor pubblicitari e uno scambio lunghissimo. Vanno entrambi a Busto, ma quando la Yamamy attacca out Piacenza è avanti 5-4. Poi ci pensano De Kruijf e il successivo errori di Marcon a portare le padrone di casa avanti 7-4. Ma sbagliano anche la Rebecchi Nordmeccanica, un paio di palloni su cui chiedono il tocco non ravvisato dall’arbitro, e le ospiti sono già lì: 7-8. E quando Van Hecke trova l'angolo del campo le formazioni si fermano con Piacenza avanti 12-10

Aggiornamento - Bosetti da zona 2 porta Piacenza 20-16. Busto riesce a ridurre lo svantaggio, ma non va mai oltre il meno 3 fino al 18-21 firmato da Ortolani. E quando De Kruijf mette a terra il 22-18 Parisi si gioca il secondo time out. Meijners conquista il primo set poit 24-19, poi l'errore della Ortolani regala il 25-19 alla Rebecchi Nordmeccanica

Aggiornamento - Meijners continua a non sbagliare un colpo e il suo diagonale è letale per il 16-11, poi Bosetti mura Arrighetti e le padrone di casa volano 17-11. Anche Van Hecke dimostra di essere in giornata e la sua pipe consegna il 18-13 alla formazione di Caprara

Aggiornamento - La Van Hecke trova le pecche nella difesa di Busto, poi il muro di Leggeri porta Piacenza 4-2. Attacco e ace Meijners con le padrone di casa che sono già 7-4, con una partenza migliore di quella di gara1. Ma la Yamamay non molla nemmeno sui palloni più difficili e con la Ortolani risale 8-10. Van Hecke trova il buco in mezzo al campo e le biancoblù sono avanti 11-8, quindi il diagonale di Meijners porta le squadre al primo stop con Piacenza a condurre 12-8. E due palloni dopo, con il 14-9 per le padrone di casa, Parisi ferma il gioco

Rebecchi Nordmeccanica in campo al PalaBanca per gara2 di finale scudetto contro Busto Arsizio. La formazione di Caprara conduce 1-0 la serie grazie alla vittoria ottenuta sabato scorso sempre in casa, ma deve provare a raddoppiare il vantaggio per non essere costretta a vincere assolutamente almeno una delle due gare che si giocheranno consecutivamente al PalaYamamay.
Caprara in avvio propone il consueto sestetto, con Ferretti in regia, Van Hecke opposto, Leggeri e De Kruijf centrali, Bosetti e Meijners di banda con Sansonna libero.
Segui la diretta su www.sportpiacenza.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spadafora: «Abolito il vincolo sportivo per giovanili e dilettanti». Sibilia: «Si minaccia l'esistenza del calcio»

  • Per gli Interprovinciali confermato il programma attuale, i Provinciali dovrebbero terminare la fase locale prima di Pasqua

  • La Ministra De Micheli: «A scuola turni dalle 8 alle 20, sui banchi anche la domenica». Salta tutta l'organizzazione dello sport?

  • Giana Erminio-Piacenza: 2-0, terza sconfitta consecutiva per i biancorossi

  • Piacenza - Per Simonetti, Pedone, Galazzi e Ghisleni è una partita da dimenticare. Le pagelle

  • Piacenza, così si fa davvero dura: altro pomeriggio bruttissimo. La Giana Erminio vince 2-0

Torna su
SportPiacenza è in caricamento