menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Melandri in attacco di fronte al muro di Conegliano (f. Rubin)

Melandri in attacco di fronte al muro di Conegliano (f. Rubin)

Volley - Marcon: «Orgogliosa della mia squadra». Le pagelle

C’è grande delusione in casa Nordmeccanica. A pochi metri l’Imoco festeggia il primo scudetto mentre le giocatrici piacentine si siedono in panchina a testa bassa. Scontato il dispiacere, anche se tutte le biancoblù...



C’è grande delusione in casa Nordmeccanica. A pochi metri l’Imoco festeggia il primo scudetto mentre le giocatrici piacentine si siedono in panchina a testa bassa. Scontato il dispiacere, anche se tutte le biancoblù applaudono le avversarie.
«Complimenti a una Conegliano davvero solida e forte – spiega Francesca Marcon - abbiamo cercato di combattere, ma oggi non c’è stata storia. Per noi è stata una stagione intensissima, sono orgogliosa della mia squadra, in Champions siamo state bravissime, forse l’unico rammarico potrebbe essere la sconfitta in finale di Coppa Italia. Ma niente da dire, abbiamo disputato una grande stagione».
Concetto ribadito anche da Giulia Leonardi, un leone in gabbia durante la gara, seduta in panchina per la prima volta da quando gioca in serie A, fermata da uno strappo al polpaccio. «E’ stata durissima seguire l’incontro dalla zona delle riserve, senza poter aiutare la squadra in nessun modo. Giusto riconoscere i meriti delle nostre avversarie trascinate da una Robinson che ha giocato una gara incredibile. La nostra stagione? Sono contenta, siamo arrivate alla fine in tutte le competizioni, ci manca solo una medaglia d’oro che ci saremmo meritate per tutte le partite che abbiamo giocato. Ce l’abbiamo messa veramente tutta, è un peccato finire così».

Le pagelle
Ognjenovic 6
: fa di tutto per sorprendere la difesa di Conegliano, compreso giocare di seconda intenzione a più riprese. Non è precisissima specie con Belien e il muro delle trevigiane spesso trova le soluzioni adeguate
Sorokaite 6: l’ultima ad arrendersi, il serbatoio della grinta non si esaurisce mai. La più cercata in attacco, commette qualche errore ma le prova davvero tutte
Melandri 6: il posto da titolare se lo è meritato nelle due gare precedenti. Anche lei, come le compagne, ci prova a lungo. Qualche guizzo in attacco, attenta a muro
Belien 6: la partenza è buona, poi l’olandese piano piano si spegne, complice anche un’intesa non perfetta con Ognjenovic, e lascia il posto a Bauer
Marcon 6: incredibile come l’Imoco faccia di tutto per evitarla in ricezione. Nelle poche volte in cui battono su di lei si capisce il motivo. Così così in attacco
Meijners 6: meglio in seconda linea rispetto all’attacco, e questo per lei è molto strano. Parte malino a rete, poi trova buone risposte ma senza grande continuità
Valeriano 6: durissima giocare in finale scudetto in una posizione mai provata per tutto il campionato. Se la cava bene in ricezione, fatica maggiormente in difesa
Bauer sv: troppo poco in campo per essere giudicata

Bianchini sv: schierata solo per un servizio
Dal nostro inviato a Villorba

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento