menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Tutta la grinta di Giulia Leonardi nella sfida con Bergamo (f. Rovellini)

Tutta la grinta di Giulia Leonardi nella sfida con Bergamo (f. Rovellini)

Volley - Le pagelle: il ritorno di Meijners

Nessuno si nasconde: portarsi avanti 1-0 nella serie contro Bergamo è per Piacenza un bel vantaggio. Ma tutti sanno che venerdì al PalaBanca sarà una battaglia probabilmente ancora più dura di...





Nessuno si nasconde: portarsi avanti 1-0 nella serie contro Bergamo è per Piacenza un bel vantaggio. Ma tutti sanno che venerdì al PalaBanca sarà una battaglia probabilmente ancora più dura di quella giocata in Lombardia.
«Da un lato il vantaggio è importante - sottolinea Flortije Meijners - ma dall'altro conta poco o niente. Si riparte da capo e ci vuole un'altra vittoria per passare il turno. Non possiamo negarlo, la strada che ci attende è ancora lunga».
Contagioso l'entusiasmo di Giulia Leonardi: «Siamo state bravissime. Però - ride - se avessimo perso quel quarto set mi sarei arrabbiata tantissimo. Invece abbiamo dimostrato di essere cresciute; qualche tempo fa sarebbe stata durissima vincere dopo il recupero ottenuto dalle nostre avversarie».
Anche Christina Bauer è «felicissima», ma da vero capitano pone l'indice su cosa sarà necessario migliorare in gara2: «Ci vorrà tanta pazienza e una grande lucidità. Loro difendono tantissimo, non dobbiamo innervosirci se non finisce a terra la prima palla. E noi centrali puntiamo a fare meglio a muro».
Gli aspetti positivi sono sottolineati anche dal tecnico Marco Gaspari: «Per lunghi tratti è stata una delle migliori partite della Nordmeccanica in questa stagione. Però il quarto set deve servirci da monito: a questi livelli e contro avversari simili non hai mai vinto la parita finché non cade l'ultimo pallone»

Le pagelle di Bergamo-Nordmeccanica

Ognjenovic 7,5: zittisce il PalaNorda già dal primo set con una serie impressionante di punti ottenuti con tocchi di seconda intenzione. Incredibile la freddezza con cui gestisce le attaccanti, si esalta nel confronto con un’altra super regista del calibro di Lo Bianco
Sorokaite 7+: per una volta iniziamo dalla difesa, sottolineando lo stratosferico recupero sul 19-19 del primo set che permette a Piacenza di avviare il break decisivo. Proseguiamo con l’attacco del 21-19 nella quarta frazione che interrompe l’infinita serie di Bergamo, in un momento fondamentale della gara. Senza paura a rete, brava anche al servizio quando trova il doppio ace consecutivo nel finale di terzo parziale
Bauer 6,5: nei primi due set non riesce a essere concreta in attacco. Vero che il muro di Bergamo la francobolla e di fronte ha sempre due avversarie, però impiega un po’ a entrare in partita. Poi è la solita Bauer
Belien 6+: per lunghi tratti non riesce a incidere. Fatica parecchio in attacco e anche a muro raramente si mette in luce. Ma come per Bauer dopo un avvio complicato cambia ritmo

Meijners 7,5: riecco super-Flo. Tutta un’altra giocatrice rispetto alla schiacciatrice timorosa della serie con Scandicci. Attacca tutto e lo mette sempre a terra
Marcon 7: stratosferica in ricezione, fra lo stupore generale sbaglia un appoggio nel secondo set. In attacco le chiudono il digonale? Lei mette a terra tutti i lungolinea senza mai fiatare
Leonardi 7,5: nuovamente una prestazione super. Vola dappertutto, difende l’impossibile e riceva come al solito. Serve altro?
Bianchini 6: entra in un momento difficile e risponde bene

Valeriano sv
Melandri sv

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento