Questo sito contribuisce all'audience di

Volley - Gaspari: «Non mi è piaciuto l'atteggiamento»

Il primo atto dei quarti di finali se lo aggiudica la Yamamay che con merito passa al Palabanca mettendo più di un piede in semifinale: alla Nordmeccanica non rimane che leccarsi le ferite e provare a ripartire...

Le espressioni di Di Iulio e Wilson sono eloquenti (f. Rubin per lvf)


Il primo atto dei quarti di finali se lo aggiudica la Yamamay che con merito passa al Palabanca mettendo più di un piede in semifinale: alla Nordmeccanica non rimane che leccarsi le ferite e provare a ripartire dall'atteggiamento mostrato nel terzo set, l'unico in cui le giocatrici di Gaspari hanno impensierito e mostrato un carattere degno di un play off.

BATTUTA D'ARRESTO - «Brutta partita - commenta Marco Gaspari - da parte nostra, ed è un vero peccato: non ci si può ridurre a giocare a punto a punto solamente nel terzo set. Siamo partiti molto contratti ma quello che non mi è piaciuto è l'atteggiamento: troppa tensione forse, ma dobbiamo far tesoro di questa sconfitta per provare a esprimerci come sappiamo fare. Riconosco la grande partita di Busto ma noi dobbiamo assolutamente fare di più».
La nebbia invade la metà campo piacentina per i primi due set: attacco sterile, ricezione fragile e superiorità ospite in tutti i fondamentali. Di Iulio e Sorokaite in attacco non pungono e i pochi palloni messi a terra sono firmati da Kozuch e dai centrali Wilson e Vargas. Al di là della rete show di Diouf, che chiuderà con 20 punti finali, e Lyubushkina.

REAZIONE- La luce si intravede nel terzo parziale, quando dalla panchina si alza Van Hecke: la belga entra bene in partita, Dirickx la cerca da subito e anche Sorokaite inizia a martellare come nell'ultima fase di regular season. Troppo poco per evitare il 28-30 finale che regala la vittoria alla Yamamay. Cosa è mancato per raddrizzare la partita?
«Busto ha battuto davvero bene - prosegue Marco Gaspari - e hanno messo in grande difficoltà giocatrici come Cardullo e Di Iulio: questa nostra lacuna ha penalizzato il nostro volley dei primi due parziali e la squadra ha faticato mentalmente e tatticamente ad entrare nel match. Dopo la vittoria riportata in campionato, la squadra non ha sottovalutato l'avversario, anzi faccio i complimenti a Busto ma resta inaccettabile regalare due set: dobbiamo voltare subito pagina»

INGENUITÀ - «Siamo stati ingenui - conclude l'allenatore delle piacentine - perché per ben due volte abbiamo avuto nelle mani la palla per chiudere il parziale e magari riaprire la partita. Rifarei le stesse scelte? Sì assolutamente, Sorokaite è stata frenata da problemi di schiena e per questo ho schierato due centrali un po' più offensivi per poi cercare di smarcare i laterali, sfruttare la velocità di Kozuch e avere più imprevedibilità in attacco. Non credo sia una scelta folle dato che sotto c'era una logica».

SPIETATE - La Yamamay non perdona queste mancanze e le fatiche europee del weekend scorso non hanno influito sulla prestazione delle giocatrici di Parisi, anzi sono state metabolizzate sotto forma di autostima e carica. «Ci siamo fatti trovare pronti e presenti fin da subito - dichiara l'allenatore di Busto - abbiamo giocato la nostra partita e l'abbiamo fatto al meglio. Era una gara importante e l'abbiamo affrontata come se fosse una finale; la prossima sarà domenica in casa nostra. Possiamo migliorare la nostra prestazione e l'obiettivo resta chiudere i conti in gara2».

KOZUCH - «Sconfitta pesante soprattutto per la nostra prestazione nei primi due parziali, ma non abbiamo assolutamente paura e andremo a giocarci le nostre possibilità a Busto. Nel terzo parziale ce la siamo giocata punto a punto e se l'avessimo riaperta sono convinta ci saremmo galvanizzate e avremmo potuto dar del filo da torcere alle nostre avversarie. Se giochiamo convinte e con spirito di gruppo possiamo ribaltare la situazione: anche chi non gioca è importante e ognuno fa la sua parte».

PISANI - «A dir la verità mi aspettavo un match più combattuto, come è stato nel terzo parziale, meglio così per noi che almeno possiamo risparmiare un po' di energie. Spero di chiudere i conti domenica, il che significa una settimana per ricaricare le pile prima delle semifinali. Non è stata una delle migliori prestazioni ma siamo state brave a mettere i loro attaccanti in difficoltà, ma allo stesso tempo dobbiamo lavorare sui loro centrali che hanno messo a terra troppi palloni. Il secondo posto in Champions League ci ha caricate e siamo arrivate davvero grintose, sapendo che nella metà campo piacentina c'erano dei mostri sacri della pallavolo».
Matteo Lavati

LE PAGELLE
Dirickx 5
: ha la giustificazione di una ricezione per lunghi tratti da dimenticare, ma lei è troppo imprecisa. Discutibile su qualche scelta anche nel finale di terzo set, quando Sorokaite sembra immarcabile e invece cerca soluzioni alternative che non sempre sono positive
Kozuch 6: nei primi due set, quelli in cui la squadra fatica enormemente, è una delle pochissime che offre garanzie in attacco. Poi esce perché Gaspari prova a cambiare qualcosa, ma non viene certo sostituita per demerito
Vargas 6+: in campo a sorpresa dopo due mesi di stop, parte al rallentatore e non forza mai al servizio. In attacco cresce dal secondo set e conclude bene, a muro è inesistente
Wilson 5,5: non eccelle in nessun fondamentale, una prova abulica come quella della squadra
Di Iulio 5: stavolta lo schema che la vuole impegnatissima in ricezione per liberare Sorokaite in attacco non assicura i risultati sperati. In seconda linea i risultati sono più che discreti, ma probabilmente paga il superlavoro perché a rete combina davvero poco: 3 punti in 3 set per una schiacciatrice sono un magro bottino
Sorokaite 6-: è la media fra due primi set pessimi e da dimenticare e un buon finale. Gaspari spiega che ha avuto problemi alla schiena in settimana, c’è da augurarsi che si riprenda immediatamente
Cardullo 5: stesso discorso fatto per Di Iulio. Busto serve bene, ma lei subisce troppi ace anche se resta da capire se i problemi sono dettati da una zona obiettivamente troppo ampia da coprire per lasciare libera Sorokaite dai compiti di ricezione
Van Hecke 6: entra nel terzo set e si fa trovare pronta, anche se nel finale non è impeccabile
Angeloni sv: pochi scambi nel momento più buio
Caracuta sv: in campo solo per far rifiatare Dirickx
Valeriano sv: qualche sprazzo al servizio
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Il Dpcm chiude Seconda e Terza Categoria. Si gioca in D, Eccellenza, Promozione e Prima

  • Dilettanti - Tutti i risultati della domenica. Bobbiese e valanga. Bene Vigolo e Alsenese. Spes e Ziano super

  • Dilettanti - Il Dpcm chiude Terza e (forse) Seconda Categoria, le uniche che non hanno avuto problemi

  • Piacenza-Olbia: 1-1 il missile di Corradi al 90' vale il pareggio

  • Pistoiese-Piacenza 2-1: nuova beffa nel recupero a firma di Chinellato

  • Risultati e classifiche di Juniores, Allievi e Giovanissimi. Il Dpcm chiude i campionati Provinciali

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SportPiacenza è in caricamento