menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Marco Gaspari con il suo secondo Stefano Saja (f. Rovellini)

Marco Gaspari con il suo secondo Stefano Saja (f. Rovellini)

Volley - Gaspari: «Con il Blaj cerchiamo conferme»

Che strana questa stagione preolimpica: vortice di gare (ed emozioni) prima di Natale, sosta lunghissima, come non si vedeva da anni, e adesso di nuovo in campo ogni tre giorni. Fra partite e trasferimenti la Nordmeccanica riuscirà ad...


Che strana questa stagione preolimpica: vortice di gare (ed emozioni) prima di Natale, sosta lunghissima, come non si vedeva da anni, e adesso di nuovo in campo ogni tre giorni. Fra partite e trasferimenti la Nordmeccanica riuscirà ad allenarsi poco, ma questo già si sapeva, e fra campionato, Champions e Coppa Italia sarà in campo due volte la settimana ancora a lungo. In casa piacentina sperano il più a lungo possibile, perché vorrà dire che il cammino europeo proseguirà fino al sogno che in casa biancoblù cullano da qualche anno: la Final four.

CARPE DIEM - La filosofia che coach Gaspari ha inculcato alle sue giocatrici è sempre la stessa: pensare a una gara alla volta, senza lasciarsi distrarre da appuntamenti futuri e soprattutto senza prendere sottogamba alcun avversario. A iniziare dalle rumene del Blaj, che mercoledì alle 20.30 si presenteranno al PalaBanca. Piacenza già qualificata alla seconda fase, le avversarie al penultimo posto del girone con una sola vittoria (ottenuta con il Le Cannet). L’obiettivo di Bauer e compagne è quello di chiudere il girone in testa per puntare a un accoppiamento più morbido nella prima fase a eliminazione diretta; per giocarsi tutto la prossima settimana a domicilio della Dinamo Mosca serve battere le rumene senza perdere punti.

CONFERME - «Mi aspetto una gara che deve darci conferme dal punto di vista del gioco e della crescita, perché per il prossimo mese i nostri allenamenti saranno le partite» spiega Marco Gaspari. «Il Blaj non ha nulla da perdere; all’andata furono aggressive al servizio, ce le aspettiamo nuovamente pericolose in battuta e dobbiamo proseguire sulla nostra strada puntando anche a integrare sempre meglio Meijners e Ognjenovic dopo il periodo di assenza».
Il tecnico non crede a una possibile distrazione delle sue ragazze ed esclude che possano già pensare alla sfida decisiva di Mosca. «Non c’è mai capitato di essere deconcentrati. A volte abbiamo giocato male, ma non per una questione di testa. Ragioniamo su una gara alla volta, sono sicuro che non ci sarà alcun problema da questo punto di vista anche perché dobbiamo oliare nuovamente i nostri meccanismi e abbiamo l’obbligo di farlo in fretta».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento