rotate-mobile
Volley A1 femminile

Rebecchi Nordmeccanica al via con il Tricolore sul petto

Entusiasmo e convinzione devono restare ai livelli massimi, perché rimangono fra gli ingredienti principali per una stagione ricca di soddisfazioni. Però chi pensa che l’annata della Rebecchi Nordmeccanica sarà uno scivolo verso nuovi successi...

Entusiasmo e convinzione devono restare ai livelli massimi, perché rimangono fra gli ingredienti principali per una stagione ricca di soddisfazioni. Però chi pensa che l’annata della Rebecchi Nordmeccanica sarà uno scivolo verso nuovi successi deve cambiare immediatamente opinione. Sicuramente lo anticiperanno nel giorno del raduno il presidente Vincenzo Cerciello, il direttore generale Giorgio Varacca e il tecnico Gianni Caprara, ma lo confermano anche le statistiche. Se si eccettua il triennio di Pesaro dal 2008 al 2010, l’ultima squadra capace di bissare il titolo tricolore è stata Bergamo nel lontano 1999. In quattordici anni solo le marchigiane (a proposito, che dispiacere per la rinuncia al prossimo torneo) sono riuscite a confermarsi per due anni consecutivi al vertice del campionato italiano.

RIPETERSI - La Rebecchi Nordmeccanica ci prova e ha tutte le carte in regola per riuscirci. Ma nessuno si illuda che sarà un giro turistico per l’Italia: l’ultima conferma di quanto sia difficile ripetersi l’ha data pochi mesi fa Busto Arsizio. Reduce dal triplete, e ai blocchi di partenza con i galloni della superfavorita, ha terminato la stagione completamente a secco. Indubbiamente ci ha messo del suo anche la sfortuna, però proprio l’annata della Yamamay ha fatto capire quanto sia difficile lottare al vertice sia in Italia sia in Europa.

Piacenza vuole provarci, perché la filosofia della società è una sola: continuare a crescere e cercare di vincere ogni competizione. Per farlo in estate si sono cambiate un paio di pedine (importanti) del sestetto e buona parte della panchina; ma probabilmente parlare di riserve nella stagione che sta per iniziare è improprio e nessuno dovrà sentirsi escluso dal progetto.

RADUNO - Si parte oggi alle 15 con il raduno ufficiale al PalaBanca e la conferenza stampa in cui parleranno Cerciello, Varacca e Caprara, mentre le giocatrici sosterranno test fisici e medici. Da venerdì tutti in palestra, ad eccezione di Van Hecke, De Cruijf e Caracuta, ancora impegnate con le proprie Nazionali, e di Lucia Bosetti, che sta recuperando dalla frattura alla mano.
La vittoria dell’anno scorso e la campagna acquisti estiva pongono la Rebecchi Nordmeccanica nuovamente in prima fila, fra le poche squadre di livello in un campionato che pare tecnicamente sempre più povero. Sulla carta la lotta per il Tricolore sembra riservata a poche formazioni, con Piacenza davanti a tutti seguita principalmente da Conegliano e quindi da un gruppetto comprendente, Busto (che però ha cambiato tanto), Bergamo e Modena. Ma i pronostici, si sa, servono solo a far parlare in estate, poi è la voce del campo che urla chi ha lavorato bene e chi invece deve rimandare i sogni di gloria.

Piacenza si presenta al via con una doppia novità: lo scudetto sul petto e l’impegno in Champions League. Entrambi molto affascinanti ma anche pesanti da reggere: la formazione di Caprara ha forza e qualità per non farsi schiacciare, da oggi dovrà dimostrarlo in palestra.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rebecchi Nordmeccanica al via con il Tricolore sul petto

SportPiacenza è in caricamento