rotate-mobile
Volley A1 femminile

Piacenza-Conegliano, a voi: in palio la Supercoppa

E’ una doppia prima volta per Piacenza. Lo è per la città, che non ha mai ospitato una gara secca in cui si assegna un trofeo, lo è anche per la squadra, mai in corsa per la Supercoppa. Il teatro è il PalaBanca, gli attori Rebecchi Nordmeccanica e...

E’ una doppia prima volta per Piacenza. Lo è per la città, che non ha mai ospitato una gara secca in cui si assegna un trofeo, lo è anche per la squadra, mai in corsa per la Supercoppa. Il teatro è il PalaBanca, gli attori Rebecchi Nordmeccanica e Imoco Conegliano, il meglio che il panorama tricolore in questo momento possa offrire. In palio il primo trofeo stagionale che le due squadre si contenderanno in una sfida dai toni tecnici e agonistici attesi. Almeno così dicono le previsioni, confermate anche dagli addetti ai lavori: qualunque sia il risultato finale, arriverà al termine di una partita spettacolare.

DOMINATRICI - Piacentine e trevigiane sono state assolute protagoniste negli ultimi mesi in Italia. La formazione di Caprara ha vinto gli ultimi due trofei in ordine di tempo: primo successo con la Coppa Italia, replica con lo scudetto arrivato dopo quattro gare tiratissime. Dall’altra parte della rete, a contendere il tricolore, c’era proprio Conegliano, società capace di bruciare le tappe dopo un cambiamento societario che si è rivelato vincente. Sotto questo punto di vista i due sodalizi sono simili, hanno trovato dirigenti intenzionati a investire in un momento di crisi generale; hanno speso e lo hanno fatto bene, arrivando quasi subito a risultati importanti. E non a caso Rebecchi Nordmeccanica e Imoco sono due delle quattro formazioni (Bergamo e Modena le altre) ancora imbattute in campionato, con le ospiti a rincorrere solo perché hanno già effettuato il turno di riposo.



REPLICA - Si ripete la finale scudetto, parecchie protagoniste sono le stesse di qualche mese fa, ma entrambe le squadre hanno comunque compiuto modifiche importanti. Piacenza ha salutato Turlea e Guiggi per inserire nel sestetto Van Hecke e De Kruijf, Conegliano ha affidato la regia alla talentuosa Lloyd che ha preso il posto della Camera, consegnando inoltre alla De Gennaro le chiavi della seconda linea che erano della Rossetto.

Forse la Rebecchi Nordmeccanica è leggermente favorita dal fatto di giocare con scudetto e Coppa Italia sul petto, ma la sfida è complessivamente in equilibrio. Anche perché normalmente ci si ricorda solamente del risultato, ma non bisogna dimenticare che nell’ultima finale scudetto per tre volte (su quattro) si giocarono cinque set e nelle prime due occasioni Piacenza si trovò anche sotto 2-0. Non basta? Allora bisogna sottolineare che l’unica sconfitta della serie arrivò a Piacenza, giusto per ribadire che anche giocare in casa non rappresenterà un vantaggio fondamentale.

Le premesse per godersi uno spettacolo di altissimo livello ci sono tutte, adesso non resta che riempire il PalaBanca. Da Conegliano sono annunciati sei pullman con 500 tifosi; biglietti ancora in vendita a partire dalle 11 di sabato mattina alle casse dell’impianto di Le Mose. I prezzi: 18 euro la tribuna (13 ridotto), 15 la curva (10 ridotto) con i ridotti riservati agli under 14 e ingresso omaggio per gli Under 9. Lo spettacolo può cominciare.
Dalle 20.30 di sabato segui il live di Rebecchi Nordmeccanica-Conegliano su www.sportpiacenza.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piacenza-Conegliano, a voi: in palio la Supercoppa

SportPiacenza è in caricamento