Questo sito contribuisce all'audience di

Nordmeccanica, niente da fare, la Coppa va a Bergamo

Succede quello che non ti aspetti, Bergamo che in campionato era riuscito a conquistare solamente un set in due partite contro Piacenza ne vince tre (a zero) nella sfida più importante, quella che assegna la Coppa Italia. La...

La grande delusione di Ognjenovic e Bauer (f. Rovellini)

Succede quello che non ti aspetti, Bergamo che in campionato era riuscito a conquistare solamente un set in due partite contro Piacenza ne vince tre (a zero) nella sfida più importante, quella che assegna la Coppa Italia. La Foppapedretti dopo aver sorpreso Novara nei quarti di finale e aver rimontato Casalmaggiore in semifinale, partendo dallo 0-2, sovverte i pronostici anche di fronte alla Nordmeccanica. Grandi meriti alle lombarde, autrici di una spettacolare partita a meno di ventiquattro ore dai cinque set giocati la sera precedente contro la Pomì, ma le biancoblù rientrano a casa con non poche recriminazioni. Per una gara con troppi alti e bassi e soprattutto ricca di errori in alcuni momenti decisivi. Come a metà primo set, quando dopo aver concretizzato una bella rimonta un attacco out della squadra di Gaspari permette a Bergamo di riprendere fiato e ripartire con un nuovo allungo spaccagambe. O ancora (e soprattutto) nella seconda frazione, quando dopo aver tenuto il ritmo delle avversarie per tutto il parziale, anche grazie a un finale di alto livello in difesa, la Nordmeccanica spreca due set point, uno dei quali con il servizio, e vede le avversarie scappare sfruttando un muro a uno su una rigiocata.

RECRIMINAZIONE - Brava Bergamo, però la Nordmeccanica non è quella brillante vista domenica scorsa in campionato contro Casalmaggiore. La fatica mostrata in semifinale contro Montichiari si scopre essere un segnale premonitore di fronte a un avversario più solido. Il problema principale è che gioca ad alti livelli la sola Leonardi, spettacolare nel confronto con Cardullo che è l’aspetto tecnico più interessante di tutta la finale. La Foppapedretti marca benissimo Meijners e la coppia Marcon-Sorokaite fatica a dare un contributo importante in attacco. In realtà nei primi due set Piacenza non viene condannata dai numeri: le avversarie fanno meglio a muro, ma attacco e ricezione sono su livelli simili.

DECISIVA - Però quando conta Bergamo fa meglio e questa si rivela la chiave della gara. Almeno fino al 2-0, perché poi le biancoblù crollano e nella terza frazione non c’è partita. Il 7-0 iniziale nel terzo set lo conferma; Gaspari prova a cambiare qualcosa inserendo Bauer per Melandri, che si era meritata il posto da titolare con una grande semifinale, e Bianchini per Sorokaite.
Non serve, perché non è più un singolo a non girare, ma ormai tutta la squadra ha fermato il motore. Peccato, perché l’occasione era ghiotta, invece il digiuno della Nordmeccanica prosegue: il successo in una competizione manca da oltre un anno a mezzo, 25 ottobre 2015. Però Piacenza è lì, stavolta mai così vicina come nelle ultime due stagioni. Ma a festeggiare, meritatamente, sono i tifosi di Bergamo.

La gara punto a punto
Aggiornamento - Meijners manda in rete la pipe dopo un'azione spettacolare e Bergamo conduce 17-9. Sylla trova il 21-13, Aelbrecht firma il 22-14. Meijners al servizio permette a Piacenza di risalire 17-24, poi Plak chiude 25-17.

Aggiornamento - Contrariamente al secondo set è Bergamo che parte alla grande: due muri consecutivi e 4-0 per le lombarde, con Gaspari che inserisce Bianchini per Meijners e Bauer per Melandri. Non serve, Plak firma l'incredibile 7-0. Belien manda out l'attacco del 12-3, Piacenza ormai non è più in campo. La stessa Belien firma l'ace del 6-12 e Bergamo ferma il gioco

Aggiornamento - Meijners mette a terra il 16-14 con una bella serie al servizio di Sorokaite. Ma in battuta fa male anche Plak: 18-18. Meijners porta Piacenza 20-19 poi trova l'ace del doppio vantaggio. Pareggia Barun con il servizio del 21-21 ma manda in rete quello successivo: 22-21 Piacenza. Marcon subisce il muro del 23-22 Bergamo. Un'invasione regala il 23-23, gran difesa di Sorokaite e Belien mette a terra il 24-23 ma Aelbrecht trova il 24-24. Ancora Sorokaite, stavolta in attacco, trova il 25-24. Petrucci entra e sbaglia il servizio del 25-25, poi Meijners subisce da Barun il muro del 26-25 Bergamo e Belien quello del 27-25 e del 2-0 Bergamo

Aggiornamento - Partenza sprinti di Piacenza nel secondo set: il servizio di Meijner permette a Melandri di attaccare senza muro il 6-2 Nordmeccanica. Ma due muri consecutivi di Bergamo riportano il set in parità: 9-9. Tocca a Melandri firmare il 12-11 con una veloce

Aggiornamento - Raggiunto il pari un errore di Sorokaite è pesante: Bergamo ne approfitta e vola 18-15 con il diagonale di Barun. La Foppapedretti arriva per prima a 20 con Gennari: 20-16. Piacenza lotta ma fatica a chiudere, così le avversarie conducono 22-18; Meijners manda out il diagonale del 23-18 poi Sorokaite, ben smarcata da Ognjenovic, trova il lungolinea del 20-23. I due diagonali consecutivi di Meijners sono quelli del 22-23 poi Sylla firma il 24-22 Bergamo che chiude con la veloce del 25-23

Aggiornamento - Piacenza fatica e il muro subito da Melandri vale il 15-11 Bergamo con Gaspari che ferma il gioco. Sosta utile, la pipe di Meijners e il successivo pallonetto riporta la Nordmeccanica a meno 1: 14-15. Poi Melandri a muro pareggia a 15

Aggiornamento - Marcon trova il punto in attacco e poi mura Barun per il 6-6 prima che Gennari porti nuovamente avanti Bergamo. L'ace di Plak vale l'11-10 Bergamo, poi Barun trova il mani e fuori che porta le squadre al time out tecnico con le lombarde avanti 12-10

Aggiornamento - Gaspari cambia la formazione della semifinale e manda in campo Melandri per Bauer. In campo Ognjenovic in regia, Sorokaite opposto, Bauer e Melandri al centro, Meijners e Marcon di banda con Leonardi libero.

Tutto pronto a Ravenna per la finale di Coppa Italia fra la Nordmeccanica e Bergamo. Ieri Piacenza ha superato Montichiari 3-1, mentre la Foppapedretti ha eliminato Casalmaggiore rimontando dallo 0-2 andando a vincere al termine di un tiratissimo tie break. Per la Nordmeccanica è la quarta finale di Coppa Italia, fino a questo momento il bilancio delle emiliane è di due vittorie e una sconfitta.
Dal nostro inviato a Ravenna
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Il nuovo Dpcm chiude Eccellenza, Promozione, Prima e Seconda Categoria da lunedì

  • Nuovo Dpcm, c'è l'incognita degli allenamenti nei Dilettanti. Nei professionisti tornano gli stadi chiusi

  • Calcio Dilettanti - Con il nuovo Dpcm allenamenti di squadra consentiti solo in forma individuale

  • Calcio Dilettanti - La Lombardia chiude tutto e si ripartirà da gennaio. L'Emilia Romagna pensa alla stessa soluzione

  • Dilettanti - Tutti i risultati della domenica. Vigolo e Bobbiese: pari nel derby. Ziano e Gragnano in vetta

  • Lecco-Piacenza 2-4: un super Corradi lancia i biancorossi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SportPiacenza è in caricamento