Questo sito contribuisce all'audience di

Nordmeccanica - Marcon: «E' un punto perso»

Sembrava una finale per il grande agonismo che si è visto in campo al Palapanini. Ne è uscita una sfida molto gradevole che lascia ben sperare per il match, ben più importante, che si giocherà mercoledì in casa di Piacenza. Al termine della...

Il muro di Bauer e Marcon prova a fermare Diouf (f. Rovellini)
Sembrava una finale per il grande agonismo che si è visto in campo al Palapanini. Ne è uscita una sfida molto gradevole che lascia ben sperare per il match, ben più importante, che si giocherà mercoledì in casa di Piacenza. Al termine della partita contro Liu Jo Modena c’è tuttavia un filo di amarezza in casa Nordmeccanica per come è maturata questa sconfitta: «E’ stata una dura battaglia - commenta a caldo Francesca Marcon, schiacciatrice di Piacenza - c’è rammarico per aver lasciato un punto per strada. Abbiamo giocato contro una Modena molto forte, che ha giocatrici di grande talento. Il nostro approccio alla partita è stato un po’ scarico, poi abbiamo trovato la forza per recuperare lo svantaggio e rimanere attaccate alla partita giocandocela fino all’ultimo punto». Il calendario dà però la possibilità a Nordmeccanica di rifarsi immediatamente, proprio contro Modena, nei quarti di finale di Coppa Italia: «Cercheremo di prenderci la nostra rivincita mercoledì, anche se siamo consapevoli che non sarà facile contro una Modena così».

Dall’altra parte della barricata c’è il morale a mille per aver avuto la meglio sulla capolista del campionato. In primis è soddisfatta la palleggiatrice Francesca Ferretti, ex Piacenza ed MVP della serata: «M’interessa poco il titolo di MVP - ha detto nel post gara - che forse avrebbero meritato di più altre mie compagne. Sono però molto soddisfatta di aver vinto questa partita contro una grande squadra, facendo divertire il nostro pubblico che se lo merita». In campo ci sono stati alcuni momenti di tensione per alcune decisioni arbitrali, ritenute dubbie da alcune giocatrici della Liu Jo: «Può succedere, gli arbitri sono umani anche loro. Certo in campo ci si innervosisce perché giochiamo per vincere, ma va bene così». Al Palapanini si è visto un bello spettacolo in campo: «Sono contento che si dica questo. Il merito lo condivido con tutte le mie compagne».

Marcello Astorri

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Ministra De Micheli: «A scuola turni dalle 8 alle 20, sui banchi anche la domenica». Salta tutta l'organizzazione dello sport?

  • Como-Piacenza 0-0: buon punto per i biancorossi

  • Piacenza - Le pagelle: Libertazzi salva il pareggio. Belle prove per Ballerini, Heatley e Galazzi

  • Una bella Piacenza supera 3-1 Ravenna, ma si infortuna Grozer che lascia il PalaBanca con le stampelle

  • Piacenza - Lunedì sera posticipo a Como, biancorossi sempre in emergenza. Manzo: «Voglio una reazione»

  • Piacenza - Di Battista traccia il primo bilancio. «Ci serve solo poter lavorare con continuità e serenità»

Torna su
SportPiacenza è in caricamento