Questo sito contribuisce all'audience di

La Nordmeccanica Rebecchi vince la Supercoppa

Più forte di un’amalgama che sta emettendo i primi vagiti, più forte di un primo set che avrebbe abbattuto un toro, più forte di una Diouf a lungo immarcabile: la Nordmeccanica Rebecchi inizia da dove aveva finito e...

La festa in casa Nordmeccanica Rebecchi (foto Rovellini)


Più forte di un’amalgama che sta emettendo i primi vagiti, più forte di un primo set che avrebbe abbattuto un toro, più forte di una Diouf a lungo immarcabile: la Nordmeccanica Rebecchi inizia da dove aveva finito e stampa il sesto sigillo consecutivo in Italia vincendo anche la Supercoppa 2014. Adesso Piacenza doppia tutti i successi: dopo scudetto e Coppa Italia arriva in bacheca anche la replica della Supercoppa, dopo la vittoria al PalaBanca di dodici mesi fa. A Monza tocca a Busto inchinarsi di fronte alla rinnovata squadra di Chiappini, un 3-2 (15-25, 25-16, 25-27, 25-19, 15-11) ancora più significativo perché arrivato con una rimonta che ha messo subito in chiaro il carattere di Piacenza. Il gioco di squadra arriverà, la bella pallavolo si presenterà in vetrina più avanti, ma la caratteristica delle squadre forti è proprio quella di alzare trofei soprattutto quando non si è al top.

DI IULIO - Una grande mano a trascinare la squadra arriva da Chiara Di Iulio. Lei alla fine si toglie di dosso i riflettori spiegando che «è un successo di tutto il gruppo, compreso chi non ha giocato e lo staff al completo». Verissimo, ma i suoi 24 punti, frutto di grinta, determinazione e qualità tecniche sono una molla sotto i talloni della squadra. Attacco e ricezione da applausi non bastano a riassumere l’incontro della schiacciatrice, rientrata in Italia e subito protagonista. Dall’altra parte della rete è Diouf l’unico terminale offensivo costante: Piacenza lo sa ma non riesce a imbavagliarla fino al quinto set, quando l’opposto azzurro cala vertiginosamente anche a causa dell’uscita di una Havelkova (comunque in difficoltà) che concentra il muro biancoblù solamente su Valentina.

RIMONTA - Due set fotocopia, uno per parte, con Piacenza a recuperare dopo un avvio pessimo. Il terzo set vede Vargas e Van Hecke in crescita, con tutta la squadra a ruota, ma nell’arrivo spalla a spalla è ancora Busto a portarsi in vantaggio. Non basta contro questa Nordmeccanica Rebecchi, una squadra che dimostra di crederci davvero, non solo a parole, fino a quando non si rientra negli spogliatoi. Nella quarta frazione la squadra di Chiappini non corre rischi e il tie break è il prologo del nuovo trionfo piacentino.
La nuova stagione riparte con il timbro della Nordmeccanica Rebecchi; nessuno si aspetta una passeggiata, ma la squadra da battere è ancora e solo Piacenza.

NORDMECCANICA REBECCHI PIACENZA - UNENDO YAMAMAY BUSTO ARSIZIO 3-2
(15-25, 25-16, 25-27, 25-19, 15-11)
NORDMECCANICA REBECCHI PIACENZA: Sorokaite 12, Valeriano 2, Dirickx 4, Leggeri 8, Vargas Valdez 15, Van Hecke 17, Carocci (L), Brussa 2, Di Iulio 24, Angeloni, Caracuta. Non entrate Borgogno. All. Chiappini.
UNENDO YAMAMAY BUSTO ARSIZIO: Lyubushkina 17, Degradi 3, Michel 7, Leonardi (L), Marcon 7, Camera, Diouf 35, Wolosz 2, Havelkova 5, Pisani 2. Non entrate Rania, Perry. All. Parisi.
ARBITRI: Goitre, Sobrero.
NOTE - Spettatori 2843, durata set: 25', 23', 32', 29', 18'; tot: 127'.

La gara punto per punto
Aggiornamento - Di Iulio scatenata: 12-6, poi Sorokaite mette a terra il 13-7. Match point grazie alla Van Hecke, non ne sfrutta due Piacenza, il secondo con un errore in attacco di Sorokaite. Poi la stessa Sorokaite chiude 15-11 regalando la Supercoppa a Piacenza.
A seguire tabellino e commento

Aggiornamento - Il diagonale di Di Iulio porta Piacenza avanti 10-5 e poi sfrutta il muro per l'11-5 con i tifosi che iniziano a preparare l'ennesima festa

Aggiornamento – La Degradi spara fuori il 6-4 emiliano, la Vargas mura il 7-5 poi la Di Iulio ferma Diouf per l'8-5, la Vargas replica per il 9-5

Aggiornamento – Due errori di Diouf e Piacenza è avanti 3-1, poi però l’opposto trova il punto del 2-3 prima che la Sorokaite firmi il doppio vantaggio e Di Iulio metta a terra il 5-2

Aggiornamento – Leggeri trova in palleggio il punto del 21-15 quindi replica con il muro che vale il 22-15. Ormai si attende solamente il tie break, anche se Chiappini vuol fermare il gioco sul 23-18 per fermare la mini rimonta di Busto. Poi la Di Iulio chiude 25-19 e porta la gara al quinto set

Aggiornamento – La Diouf passa sopra il muro di Piacenza e mette a terra il 14-16, la Van Hecke risponde allungando 17-14. Muro di Sorokaite e ace della Vargas, così il 19-14 sembra il preludio del tie break

Aggiornamento – L’avvio è equilibrato, poi Van Hecke ben smarcata da Dirickk mette a terra il 10-8, anche se il muro di Piacenza si concentra (ovviamente) sulla Diouf capace nel terzo set di metere a terra 14 punti lasciando maggiore libertà alle centrali. E al tie out tecnico la solita Van Hecke firma il 12-9

Aggiornamento – Incredibile sul 21-20 Busto: Di Iulio attacca una ricezione sbagliata ma le lombarde difendono e la Diouf in rigiocata sfrutta le lacune del muro piacentino. Ma un attacco in rete della Marcon riporta le squadre in parità a 22. La solita Diouf guadagna il primo set point giocando sul muro della Dirickx, annullato da una coraggiosissima Sorokaite. Busto non sfrutta neppure la seconda occasione per chiudere il set, poi la solita immarcabile Diouf consegna il 27-25 alla Yamamay

Aggiornamento – Sul 20-17 Busto dentro Brussa per Van Hecke e subito l’argentina piazza punto in attacco e a muro riportando la Nordmeccanica Rebecchi a meno 1: 19-20

Aggiornamento – Il muro di una statuaria Vargas riporta le squadre in parità a 14. Sulla rigiocata che vale il 16 pari si scontrano Van Hecke e Carocci regalando il 17-15 a Busto

Aggiornamento – Piacenza cresce a muro e in difesa e per Busto non è semplice mettere la palla a terra, anche se la Diouf continua a martellare alla grande, è l’azzurra a tenere a galla le lombarde con il punto del 5-6 e poi pareggiando a 7 prima che Dirickx decida di chiudere un bello scambio portando le campionesse d’Italia avanti. Per la prima volta la frazione è equilibrata, con la Wolosz che cerca risposte solo dalla Diouf mentre la Dirickx prova a variare maggiormente il gioco; al time oue tecnico Busto è avanti 12-10

Aggiornamento – La Leggeri mura la pipe di Havelkova per il 19-12, in questa frazione è Piacenza a fare la voce grossa senza che Busto riesca a reagire. Dirickx trova anche un ace contestato e la Nordmeccanica Rebecchi si porta 21-13 poi conquista il pari lasciando Busto a 16 grazie alla Di Iulio

Aggiornamento – La Leggeri mura la pipe di Havelkova per il 19-12, in questa frazione è Piacenza a fare la voce grossa senza che Busto riesca a reagire. Dirickx trova anche un ace contestato e la Nordmeccanica Rebecchi si porta 21-13

Aggiornamento - La Di Iulio mette in mostra tutto il repertorio e quando anche Sorokaite trova il punto sfruttando le mani alte del muro Piacenza vola 17-11

Aggiornamento – Chiappini riparte con il sestetto iniziale, dando nuovamente fiducia a Sorokaite in banda e Dirickx in regia e stavolta l’avvio premia Piacenza che si porta 4-1. Le lombarde risalgono presto, ma adesso la Nordmeccanica Rebecchi gioca, trascinata da DI Iulio (l’unica positiva anche nella prima frazione) arriva a condurre 7-4, poi la Van Hecke trova il pallonetto intelligente del 9-6. Dirickx trova l'intesa anche con i centrali e la Leggeri firma il 12-7

Aggiornamento – Non c’è partita, anche per i tantissimi errori gratuiti di Piacenza in attacco. Quello della Leggeri vale 20-9 , poi Chiappini prova anche a cambiare in regia inserendo Caracuta per Dirickx, ma in casa Nordmeccanica Rebecchi non funziona proprio niente così per le lombarde è un gioco da ragazze chiudere la prima frazione 25-15

Aggiornamento – Doppio ace di Busto sulla Sorokaite, vantaggio di 14-6 e ingresso di Valeriano in seconda linea. Poi anche la Vargas spara fuori la fast e Chiappini utilizza il secondo time out con la sua squadra sotto 16-7

Aggiornamento – Busto ha una marcia in più, Piacenza non riesce a mettere a terra e quando le lombarde possono rigiocare trovano troppi buchi nel muro e nella difesa della formazione di Chiappini. Trascinata dal proprio rumorosissimo pubblico la Yamamay si porta 10-4, la Nordmeccanica Rebecchi risponde solo con qualche sprazzo di Van Hecke e Di Iulio, ma non basta così a quota 12 Busto ha doppiato le piacentine

Aggiornamento - La partenza è di Busto che si porta 5-2 sfruttando anche qualche imprecisione in difesa di Piacenza. Poi il muro su Sorokaite consente alla Yamamay di volare 7-2 costringendo Chiappini a chiamare tempo

Chiappini schiera nel sestetto Dirickx in regia, Van Hecke opposto, Leggeri e Vargas centrali, Sorokaite e Di Iulio schiacciatrici con Carocci libero. Parisi risponde con Wolosz, Diouf, Pisani e Lyubushkina al centro, Havelkova e Marcon di banda con Leonardi libero

Squadre in campo per il riscaldamento al PalaIper di Monza, dove Nordmeccanica Rebecchi e Busto Arsizio si contendono la Supercoppa, primo trofeo stagionale. Le piacentine hanno vinto gli ultimi cinque trofei messi in palio in competizione italiane e dal marzo 2013 non perdono una finale fra campionato, Coppa Italia e Supercoppa.
Dal nostro inviato a Monza
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Il Dpcm chiude Seconda e Terza Categoria. Si gioca in D, Eccellenza, Promozione e Prima

  • Dilettanti - Tutti i risultati della domenica. Bobbiese e valanga. Bene Vigolo e Alsenese. Spes e Ziano super

  • Dilettanti - Fontana chiude tutti i campionati della Lombardia. Il San Rocco però gioca, rimane in piedi la Serie D

  • Dilettanti - Il Dpcm chiude Terza e (forse) Seconda Categoria, le uniche che non hanno avuto problemi

  • Piacenza-Olbia: 1-1 il missile di Corradi al 90' vale il pareggio

  • Pistoiese-Piacenza 2-1: nuova beffa nel recupero a firma di Chinellato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SportPiacenza è in caricamento