Questo sito contribuisce all'audience di

Coppa Italia - Piacenza domina Busto e vola in finale

In un’ora e poco più non c’è un solo attimo in cui la Rebecchi Nordmeccanica si trovi a dover rincorrere Busto. Basterebbe questo semplicissimo dato per sintetizzare la partita di Piacenza, capace di volare in finale di Coppa Italia con un 3-0...

Piacenza festeggia al PalaVerde (foto Rovellini)
In un’ora e poco più non c’è un solo attimo in cui la Rebecchi Nordmeccanica si trovi a dover rincorrere Busto. Basterebbe questo semplicissimo dato per sintetizzare la partita di Piacenza, capace di volare in finale di Coppa Italia con un 3-0 alla Yamamay che non riesce mai a superare quota 20. La superiorità della formazione di Caprara è nettissima, iniziando da una difesa eccellente che il tecnico a fine partita ridurrà a «buona» solo perché sa che questa squadra nel fondamentale può dare ancora di più.

VARIETA’ - Non è stata solo seconda linea la Rebecchi Nordmeccanica, ma anche rigiocate di qualità e una varietà di colpi d’attacco impressionante. Busto difende lungo? Ecco il pallonetto che muore dietro al muro. Le lombarde cambiano tattica? Arriva la bordata nella zona lasciata deserta. Questa squadra non ha una sola soluzione, che rischia eventualmente essere bloccata in modo adeguato, ma una serie di alternative da mettere in campo a seconda delle esigenze. Il menù è completo, comprende potenzia e astuzia, in base ai gusti delle avversarie arriva la portata più adatta, quella che rimane indigesta a chi si trova dall’altra parte della rete.

MEIJNERS - Nei tre set dominati dalle piacentine c’è spazio per una super Meijners, immarcabile con i suoi 21 punti frutto di una grande prova in ogni fondamentale. Non solo in attacco (14 palloni a terra con il 54 per cento), ma anche in battuta, con 4 ace e a muro (3 punti). L’olandese trascina, ma non è che sia così difficile tirarsi dietro una squadra che va a mille. Ancora una volta bastano i numeri a sintetizzare la sfida: Piacenza fa meglio in ogni fondamentale, partendo dalla ricezione, passando per il muro e arrivando a un attacco che ha nella costanza il proprio punto di forza.
ANTICIPO - Così i Pink Wolf possono esultare ben prima che cada a terra l’ultima palla: dopo due set dominati il terzo si trasforma in una passeggiata per la formazione di Caprara, pronta a mettersi in fila per salutare i propri tifosi a fine partita.
Per la terza volta consecutiva la Rebecchi Nordmeccanica è in finale di Coppa Italia, domenica alle 16.30 Bergamo sarà l'ultimo ostacolo da superare per proseguire il dominio in Italia. La Foppa infatti ha battuto 3-1 (25-23, 17-25, 25-21, 28-26) Modena nell'altra sfida qalificandosi per l'incontro decisivo.
Dal nostro inviato a Treviso
Matteo Marchetti


REBECCHI NORDMECCANICA PIACENZA-UNENDO YAMAMAY BUSTO ARSIZIO 3-0
(25-17, 25-20, 25-11)
REBECCHI NORDMECCANICA PIACENZA: Leggeri 5, De Kruijf 10, Van Hecke 11, Meijners 21, Ferretti, Sansonna (L), Bramborova, Bosetti 10, Vindevoghel. Non entrate Valeriano, Manzano, Caracuta. All. Caprara. UNENDO YAMAMAY BUSTO ARSIZIO: Ortolani 8, Degradi, Garzaro 2, Bianchini, Michel 1, Leonardi (L), Marcon 2, Buijs 13, Arrighetti 9, Wolosz 1, Petrucci. Non entrate Civita Giorgia. All. Parisi.
ARBITRI: Rapisarda, Satanassi.
NOTE - durata set: 23', 27', 21'; tot: 71'.

Il film della gara
Aggiornamento - La Meijners trova l'ace anche sulla Leonardi, poi Busto attacca out e a 18 le piacentine hanno doppiato le avversarie, quindi tocca alla Bosetti firmare il 19-9. Muro a uno della Leggeri per il 24-11, poi chiude un pallonetto della Van Hecke per il 25-11.

Aggiornamento - Busto ci prova, ma Piacenza ha tutto un altro ritmo: 5-2. Anche perché Busto sbaglia di tutto e semplifica il compito di una Rebecchi Nordmeccanica che non ha bisogno di favori: 9-4 e poi il muro del 12-7 che porta le squadre allo stop. Ancora la Meijners sfrutta il mani e fuori del 15-9 e poi mette a terra l'ace del 16-9 in una sfdia che sembra indirizzata verso i titoli di coda

Aggiornamento - Piacenza non sbaglia un colpo e con un delizioso diagonale della Van Hecke si porta a condurre 17-12, poi la Marcon attacca out il 18-12 per la formazione di Caprara. La Rebecchi Nordmeccanica è molto più lucida delle avversarie, come dimostra il lungo pallonetto della Bosetti per il 20-14. Busto prova a risalire nel finale, ma ormai il divario è troppo elevato e le biancoblù chiudono 25-20 con la De Kruijf

Aggiornamento - Dopo un primo set da applausi (8 punti) la Meijners scava il primo break al servizio anche nella seconda frazione: 5-3. L’olandese è messa sotto pressione in ricezione ma regge alla grande, poi la Van Hecke dalla seconda linea firma l’8-6 e il muro di Piacenza porta le squadre allo stop tecnico con le biancoblù avanti 12-8. Busto continua a essere impreciso e attacca fuori la palla che vale il 15-10 Rebecchi Nordmeccanica

Aggiornamento - Piacenza implacabile in difesa e in rigiocata, la Meijners firma il 21-14, Busto cambia la regia inserendo la Petrucci, ma la Buijs spara fuori il 23-14, quindi chiude la Van Hecke per il 25-17

Aggiornamento - Il muro della Leggeri vale il 16-11 Piacenza, con Busto che non riesce a reggere il ritmo della Rebecchi Nordmeccanica. Entra la Bramborova al servizio sul 18-13, con Meijners che mura Marcon: 19-13 e tempo Busto

Aggiornamento - Il lungolinea della Meijners finisce fuori e regala il 7-7 a Busto, ma la schiacciatrice mette subito a terra il diagonale del 10-8 e la Garzaro manda in rete il servizio dell’11-9 piacentino, quindi la solita implacabile De Kruijf piazza a terra il 12-10 Piacenza. Al rientro in campo dopo la sosta tecnica la Bosetti attacca sulla riga, la Arrighetti fuori e la formazione di Caprara vola 14-10

Aggiornamento - L’avvio è di marca piacentina, con la Rebecchi Nordmeccanica cha si porta subito 3-0. Buijs trova due begli attacchi, poi manda in rete il servizio del 6-3 Piacenza

A un anno dal primo trionfo in Italia la Rebecchi Nordmeccanica ci riprova. Da Varese, dove le piacentine vinsero poco meno di dodici mesi fa, si passa a Treviso; cambia la location ma l'obiettivo resta sempre la Coppa Italia. Biancoblù detentrici del trofeo che in semifinale si tovano di fronte Busto Arsizio, una delle formazioni capaci di superare Piacenza in campionato, mentre nell'altra parte del tabellone si sfidano Modena e Bergamo.
Caprara conferma il sestetto titolare mandando in campo Ferretti in regia, Van Hecke opposto, De Kruijf e Leggeri centrali, Bosetti e Meijners di banda con Sansonna libero.
Segui il live su www.sportpiacenza.it dal nostro inviato a Treviso
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Il Dpcm chiude Seconda e Terza Categoria. Si gioca in D, Eccellenza, Promozione e Prima

  • Dilettanti - Tutti i risultati della domenica. Bobbiese e valanga. Bene Vigolo e Alsenese. Spes e Ziano super

  • Dilettanti - Il Dpcm chiude Terza e (forse) Seconda Categoria, le uniche che non hanno avuto problemi

  • Piacenza-Olbia: 1-1 il missile di Corradi al 90' vale il pareggio

  • Pistoiese-Piacenza 2-1: nuova beffa nel recupero a firma di Chinellato

  • Risultati e classifiche di Juniores, Allievi e Giovanissimi. Il Dpcm chiude i campionati Provinciali

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SportPiacenza è in caricamento