menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Maja Ognjenovic, regista serba della Nordmeccanica (f. Rovellini)

Maja Ognjenovic, regista serba della Nordmeccanica (f. Rovellini)

Champions - Kazan-Nordmeccanica, è il giorno della verità

E’ il giorno della verità, quello in cui Piacenza si gioca una parte del sogno. Alle 17 (segui la diretta su www.sportpiacenza.it) la Nordmeccanica scende in campo a Kazan per i play off a 6 di Champions, di fronte a una delle...


E’ il giorno della verità, quello in cui Piacenza si gioca una parte del sogno. Alle 17 (segui la diretta su www.sportpiacenza.it) la Nordmeccanica scende in campo a Kazan per i play off a 6 di Champions, di fronte a una delle formazioni più forti di tutta Europa. Mai come in questo caso il termine corazzata è corretto; le russe sono favorite per il passaggio alla Final four in programma a Montichiari, ma se Piacenza per la prima volta nella propria storia è arrivata a giocarsi l’ingresso fra le migliori 4 squadre continentali è perché se lo è meritato. Innanzitutto con un girone eliminatorio quasi perfetto, quindi con un play off a 12 giocato in modo concreto e cinico. Proprio quest’ultimo è l’aggettivo ultimamente più utilizzato per descrivere la formazione di Gaspari, una squadra solida, che sbaglia molto poco e soprattutto non commette mai errori nei momenti decisivi.

CRESCITA - Una formazione cresciuta nel corso dell’anno, con il tecnico bravo ad amalgamare un gruppo totalmente rinnovato (anche se molte atlete avevano già giocato insieme) rimanendo in corsa per tutti gli obiettivi nonostante un paio di infortuni pesanti e anche piuttosto lunghi da smaltire.
Adesso arriva l’ostacolo tecnicamente più difficile dell’ultimo periodo e la Nordmeccanica è pronta. Forse un po’ stanca per i tantissimi impegni e per un viaggio non propriamente agevole, con partenza alla mezzanotte di martedì, ma quando fischierà l’arbitro saranno solamente dettagli.


APPROCCIO - E’ la gara di andata, tutto si deciderà al PalaBanca qualunque sia il risultato di Kazan, però è indubbio che portare le avversarie almeno al tie break sarebbe un grande passo avanti verso la Final four e un’enorme iniezione di fiducia in casa biancoblù. Indre Sorokaite, giustamente, ha detto che firmerebbe solo per una vittoria. L’approccio è quello giusto, adesso Piacenza deve dimostrare sul campo di non temere le avversarie. Il sogno è a un passo e la Nordmeccanica non ha alcuna intenzione di svegliarsi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento