Questo sito contribuisce all'audience di

Pallanuoto - Piacenza, Francesco Cighetti inquadra il big match: «Contro Lodi non possiamo sbagliare»

A tre punti in classifica sopra al Piacenza, con tutte le partite vinte, c’è l’avversario della prossima giornata di sabato: lo Sporting Lodi

La vittoria del Piacenza a Treviglio e la contemporanea sconfitta esterna del Busto hanno permesso al settebello piacentino di staccarsi di sette punti da queste due ex terze in classifica e di mantenerne sei sull’Aquatica Torino ora terza. A tre punti sopra al Piacenza, con tutte le partite vinte, c’è l’avversario della prossima giornata, cioè lo Sporting Lodi. Inutile dire che la partita di sabato riveste la massima importanza, anche se non si deve dimenticare che la presenza delle squadre piemontesi in questo girone permetterà alla prima classificata di accedere direttamente in serie B, ed alla seconda di accedere ad uno spareggio contro la prima classificata della Puglia. A raccontarci il momento felice del giovanissimo settebello piacentino c’è il “veterano” di questa squadra il ventinovenne Francesco Cighetti.

State affrontando un campionato lungo ed incerto dove comunque state dimostrando tutto il valore della giovane squadra. Qual è il tuo pensiero ?

Finalmente, dopo 5 mesi intensi di preparazione, abbiamo iniziato questo lungo campionato che ci terrà impegnati fino a luglio. Stiamo occupando il secondo posto in classifica, ma c’è purtroppo un po' di rammarico per i 3 punti persi in casa con Busto. Peccato perché senza quella sconfitta avremmo potuto essere primi a pari con Lodi; sono convinto però che la vera forza di questa squadra non si sia ancora vista se non a sprazzi durante qualche partita. Abbiamo tutte le carte in regola per poterci giocare la prima posizione con Lodi, ne sono convinto.

Sei l’uomo che maggiormente in acqua detta i tempi, vista la tua esperienza e la tua capacità tattica. Come vivi questo ruolo ?

Parlo spesso con Fabio di questo ruolo che mi sono ritagliato all’interno della squadra. C’è massima fiducia e stima da entrambi le parti.
Mi piace tantissimo questo ruolo. So di essere quello che ha accumulato più esperienza in questi anni e devo cercare di trasmettere tranquillità e serenità in acqua e fuori. Non sempre ci riesco, ho ancora tanto da imparare soprattutto in difesa dove ogni tanto concedo occasioni troppo semplici agli avversari.

Quali sono le armi vincenti di questa squadra e quali i punti deboli ?

La nostra preparazione atletica e fisica penso siano invidiabili, siamo una squadra giovanissima e preparatissima e con la panchina piuttosto lunga. Non dimentichiamo che arriviamo dagli anni di B e C passati con Harry ( Van Der Meer ), molti di noi hanno avuto la fortuna di poterci lavorare assieme e questo penso che sia stata una grossa fortuna. Purtroppo però la giovane età può giocare brutti scherzi, alle volte quando entriamo in acqua deconcentrati possiamo perdere da chiunque, non possiamo permettercelo. Su questo punto Fabio insiste molto, giustamente, perché se vogliamo raggiungere il nostro obiettivo non possiamo permetterci cali di concentrazione.

La partita di sabato è importante e delicata; pensi che sarà determinante ai fini della classifica ?

Sicuramente! Una loro eventuale vittoria li porterebbe a +6 da noi e viste le squadre affrontate fino ad ora penso che difficilmente possano perdere punti in giro. Noi ci giochiamo tutto, ne siamo consapevoli. Dobbiamo essere concentrati in difesa e spietati in attacco, dobbiamo avere più fame di loro. Sarà una partita bellissima giocate da due squadre molto ben preparate e organizzate. Io sono molto fiducioso

Siete partiti senza evidenti ambizioni dichiarate, adesso cominciate e crederci ?

Sarebbe da pazzi non provarci. Ce lo meritiamo, stiamo facendo sacrifici da anni, tutti, a partire dalla società e dagli allenatori che c’erano in precedenza, fino ad arrivare a quelli che ci sono oggi e per concludere noi atleti. È nostro dovere crederci, questi colori me li sento cuciti addosso, spero di trasmettere questo senso di appartenenza ai miei compagni di squadra e ai più giovani atleti che ci guardano dalla tribuna. Sono convinto che ce la metteremo tutta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spadafora: «Abolito il vincolo sportivo per giovanili e dilettanti». Sibilia: «Si minaccia l'esistenza del calcio»

  • La Ministra De Micheli: «A scuola turni dalle 8 alle 20, sui banchi anche la domenica». Salta tutta l'organizzazione dello sport?

  • Como-Piacenza 0-0: buon punto per i biancorossi

  • Piacenza - Le pagelle: Libertazzi salva il pareggio. Belle prove per Ballerini, Heatley e Galazzi

  • Piacenza - Per Simonetti, Pedone, Galazzi e Ghisleni è una partita da dimenticare. Le pagelle

  • Piacenza, così si fa davvero dura: altro pomeriggio bruttissimo. La Giana Erminio vince 2-0

Torna su
SportPiacenza è in caricamento