menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Van der Meer-3

Van der Meer-3

Pallanuoto - L'Everest mostra subito un ottimo gioco

Terza uscita in amichevole per l’Everest Piacenza Pallanuoto che affronta lo Sporting Lodi. La società lodigiana nasce dalle ceneri della Wasken boys, retrocessa dalla A2 che, dopo il dichiarato fallimento della stagione scorsa, dovrà ripartire...

Terza uscita in amichevole per l’Everest Piacenza Pallanuoto che affronta lo Sporting Lodi. La società lodigiana nasce dalle ceneri della Wasken boys, retrocessa dalla A2 che, dopo il dichiarato fallimento della stagione scorsa, dovrà ripartire dalla promozione.. Una situazione che ricorda quella del Piacenza della stagione scorsa e che vedrà sicuramente protagonista la squadra lombarda ancora forte di numerosi atleti che hanno militato in A2.
Ebbene, nonostante la presenza di nomi importanti quali Grassi, Damonte, Vanelli ed altri ancora, la squadra di Van der Meer ha messo all’angolo i malcapitati lodigiani grazie ad un gioco molto collettivo, spumeggiante e di grande prestazione atletica.
Lenti, impacciati e forti solo nei singoli, i lombardi hanno subito il gioco dei piacentini e quando riuscivano a concludere le loro fasi offensive, trovavano un immenso Azzimonti che ha chiuso ogni angolo della porta.
Per contro in attacco l’esuberanza di Merlo, la forza di Cighetti, la rapidità di Bianchi, la concretezza di Furini, l’utile apporto di Comassi, la saggezza tattica di Binelli, oltre all’esperienza del nuovo arrivato Bongiorno, dell’instancabile Martini e del giovane Lamoure, hanno permesso all’organizzazione tattica dell’Everest di offrire spettacolo e una pallanuoto che, seppur ancora un po’ a corto di preparazione, vola già ad alta quota.
Da sottolineare le forzate assenze di tre pedine molto importanti dello scacchiere del grande Van der Meer e cioè Falcone, ancora precauzionalmente non utilizzato, Fanzini che ha un problema alla caviglia e di Alessio, che al loro rientro potranno offrire tanta qualità, una copertura maggiore nei ruoli e soprattutto un numero di cambi preziosissimi per una squadra di pallanuoto.

Naturalmente prendiamo atto dell’ottimo stato di salute della squadra e soprattutto dell’ancora ampio margine di miglioramento che essa può fare, ma al contempo, lo stesso condottiero Van der Meer continua a predicare umiltà e richiedere il massimo impegno e grande concentrazione sul pezzo.
Intanto si comincia a discutere sulla formula del campionato che inizierà a gennaio; la partecipazione di squadre piemontesi allo stesso potrebbe portare la Federazione a redigere un campionato formato inizialmente da due gironi. A giorni si saprà di più.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento