rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Pallanuoto

Pallanuoto - Farnese ed Everest al lavoro

Anche la Pallanuoto Farnese approda al campionato nazionale di Serie B di pallanuoto così come i cugini della Piacenza Pallanuoto al termine della scorsa stagione agonistica 2012 / 2013. I piacentini della Farnese risultati secondi nel campionato...

Anche la Pallanuoto Farnese approda al campionato nazionale di Serie B di pallanuoto così come i cugini della Piacenza Pallanuoto al termine della scorsa stagione agonistica 2012 / 2013. I piacentini della Farnese risultati secondi nel campionato di serie C girone 3 Ligure – Toscano, sono infatti risultati i primi dei 2 ripescaggi in serie B a causa dei fallimenti di Novara e Prato che hanno così prmesso sia ai Biancorossi che alla Promogest Cagliari di approdare al campionato cadetto (leggi qui).

Una promozione tanto sperata quanto meritata quella della Farnese che lo scorso anno ha avuto un rullino di marcia devastante perdendo il treno della promozione solamente a causa di un pareggio maturato con la Pallanuoto Firenze e di una sconfitta con la AS Sturla che di sole 3 lunghezze ha superato i piacentini per il passaggio ai Play off vinto ai danni proprio della Promogest Cagliari.

Ora i Piacentini si trovaranno ad affrontare già dal prossimo 11 gennaio un campionato importante quanto impegnativo che li vedrà affrontare squadre del calibro di Arenzano, Cagliari, Senstri, Sturla, Torino, Corocera, Wasken Boys, Cus - Geas Milano e Lerici. Purtroppo non si assisterà al derby con i cugini della Piacenza Pallanuoto che sono stati inseriti invece nel girone 2 nel campionato Nord – Est.

D’altronde entrambe le società di casa nostra dovranno fare i conti con un esilio forzoso che non permetterà al pubblico di casa di assistere tra le mura amiche necanche una partita di campionato. Infatti la serie B essendo un campionato nazionale comporta di dover giocare le partite di campionato in impianti sportivi da 33 metri di lunghezza mentre a Piacenza non esistono vasche coperte superiori a 25 metri.

Una pecca che costerà molto caro alle due piacentine costrette a migrare in altre città per disputare le partite di casa, la Farnese infatti giocherà a Genova all’impianto Lago Figoi, mentre la Piacenza Pallanuoto a Cremona alla piscina Comunale. Rammaricato il commento del Presidente Giannmarco Lupi “ Sono veramente contento della promozione della nostra società nel campionato di serie B, ma alcontempo sono dispiaciuto che a Piacenza nulla è stato fatto per realizzare la nuova piscina che ha visto la posa della prima pietra nell’aprile del 2012. Da allora ancora nulla e non se ne parla neanche più!”.

La società che ha investito parecchio nel progetto Serie B e giovanile affidato ai tecnici Vittorio Dorigo e Vadym Rostodjeskyi, sta allestendo la squadra per adeguarsi a questo nuovo traguardo e a giorni sarà ufficializzata la squadra e la rosa di tutti i giotori per una presentazione in Consiglio Comunale alla presenza del Sidaco Dosi e dell’Assessore allo Sport Cacciatore.

“Stiamo organizzando una presentazione in Comune con le autorità per sugellare anche il nostro sodalizio con le realtà locali e l’Amministrazione che ad oggi si è resa disponibile a proseguire le nostre attività anche se con qualche limite dovuto forse all’esiguità del territorio per questo tipo di sport. Ora però Piacenza è prensente in ambito nazionale con due società e questo non può che giovare alla nostra città – spiega il numero 1 di casa Farnese”

A definire il ripescaggio nella serie cadetta è il D.S. Paolo Ragosa, il campione del Mondo del ’78 che segue i biancorossi da circa 5 anni “ E’ un importante risultato merito del lavoro di tutta la società, solo 5 anni fa eravamo in Promozione ora siamo a ridosso dal massimo campionato. Bravi tutti”. Dalla società fanno sapere che per lunedì 4 novembre è prevista una conferenza stampa per la presentazione dei progetti Farnesi dei settori giovanili e prima squadra.

IL PUNTO IN CASA EVEREST - Adriakos Senigallia, Plebiscito Padova, Cus Bologna, Marche Nuoto, Mestrina Nuoto, Modena Nuoto, Nuotatori Ravennati, Bergamo Alta, Vela Ancona ed il Piacenza formano il secondo dei quattro gironi. Adriakos ripescata, dopo la rinuncia del Perugia, della Reggiana e del Parma, Nuotatori Ravennati, Marche Nuoto e Piacenza neopromossi, Padova retrocesso dalla A2 con grandi evidenti velleità di risalita.

Abbiamo avvicinato Harry Van Der Meer per la prima volta nelle vesti di allenatore, dopo aver appeso la calottina al chiodo per farci il punto su questo inaspettato girone nel quale è capitata l’Everest. “E’ la prima volta che alleno ed è la prima volta che affronto questa categoria e quindi non conosco bene le varie realtà che andremo ad incontrare” esordisce l’olandese “ ma fondamentalmente più che pensare alle altre squadre penso alla mia non dimenticando comunque che Padova, Bergamo, Ancona e Bologna sono le squadre più forti del nostro girone che nel complesso, a parte le difficoltà logistiche, non mi dispiace. “

La società piacentina ha intanto ufficializzato la partecipazione ai campionati Aquagol, Under 13 15, 17, e 20 maschili, Under 17 femminile. Altra novità una squadra di categoria assoluta al campionato di serie D, oltre ai riconfermati Master. Unico dubbio la squadra femminile di serie B per la quale lo scoglio maggiore è rappresentato dalla mancanza di spazi acqua dove poter far allenare le piacentine.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pallanuoto - Farnese ed Everest al lavoro

SportPiacenza è in caricamento