menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Giacomo Carini con il tecnico Gianni Ponzanibbio

Giacomo Carini con il tecnico Gianni Ponzanibbio

Giacomo Carini in semifinale ai Mondiali nei 200 farfalla

Il piacentino nuota in batteria in 1.56.52 e si qualifica con il dodicesimo tempo. «Sono soddisfatto anche se ho commesso un grave errore in virata»

Primo scoglio abbattuto: Giacomo Carini supera le batterie e si qualifica per la semifinale dei 200 farfalla ai Mondiali di nuoto di Budapest. Inserito nella penultima serie, l'atleta della Vittorino da Feltre si presenta in sesta corsia con cuffia scura e disegno della bandiera italiana. La partenza è buona e ai 50 metri Carini è terzo, poi a metà gara arriva un po' lungo in virata e perde qualcosina, ma l'errore più grande, per sua stessa ammissione, lo commette ai 150 metri. Nell'ultima vasca Giacomo recupera qualcosa e chiude con 1.56.52 che gli regala il dodicesimo tempo, utile per qualificarsi alle semifinali in programma questo pomeriggio. 

«Complessivamente sono soddisfatto - racconta ai microfoni della Rai - anche perché vedo che in batteria si va sempre più forte e c'è chi già in mattinata ottiene tempi incredibili. Il crono mi soddisfa, anche se per la fatica che ho fatto speravo in qualcosina di meglio. Purtroppo ho commesso un errore grossolano alla terza virata che ho pagato. Tensione? Un po'. Quando entri e vedi tutta questa gente non puoi restare impassibile. Adesso pensiamo alle semifinali: testa bassa e vediamo cosa riesco a fare». 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento