menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Giacomo Carini e Gianni Ponzanibbio

Giacomo Carini e Gianni Ponzanibbio

Chiamata azzurra per Giacomo Carini e Gianni Ponzanibbio, in raduno con l'Italia

Il nuotatore e il tecnico convocati a Livigno per un collegiale. L'allenatore: «Un riconoscimento per il lavoro che da anni svolgo alla Vittorino da Feltre»

La Vittorino da Feltre si tinge ancora una volta d’azzurro. Non solo per i meriti agonistici di un suo campione ma, almeno in questo caso, anche per quelli di un suo storico allenatore. Il responsabile tecnico del nuoto biancorosso Gianni Ponzanibbio e il nuotatore Giacomo Carini sono infatti stati convocati dalla Federazione italiana nuoto per il raduno di “preparazione e monitoraggio” in corso di svolgimento (fino al 17 febbraio) a Livigno, in provincia di Sondrio. Ponzanibbio è stato infatti chiamato per affiancare il tecnico federale Stefano Franceschi e per guidare un’intensiva sessione di allenamento con gli atleti azzurri Arianna Polieri, Sara Franceschi, Federico Turrini, Matteo Ciampi, Nicolangelo Di Fabio e, appunto, il biancorosso Giacomo Carini.

«Si tratta di un collegiale basato su un intenso lavoro di preparazione tecnico-atletica - precisa Ponzanibbio - che prevede sia sedute di allenamento in palestra e a corpo libero, sia allenamenti in vasca. Il fatto di lavorare in altura è sicuramente d’aiuto in questa fase della stagione sportiva, e ci permetterà di completare la preparazione sicuramente con ottimi riscontri. Gli atleti convocati per questo raduno sono tutti mezzofondisti, soprattutto duecentisti e quattrocentisti, e credo che il programma di allenamento sarà molto utile anche a Giacomo, che sta attraversando un ottimo periodo di forma, soprattutto in proiezione dei suoi prossimi impegni agonistici. Non è la prima volta che la Federazione mi convoca per lavorare con la squadra azzurra; lo avevo già fatto la scorsa estate nel raduno premondiale e negli anni passati con le categorie giovanili. Ma l’idea di lavorare per la Nazionale italiana è sempre appagante e stimolante, un bel riconoscimento per il lavoro che da tanti anni svolgo alla Vittorino da Feltre». 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento