Domenica, 21 Luglio 2024
Mountain bike

Elia Rial, bis tricolore: è ancora lui il più forte d'Italia. «Adesso sogno di fare il professionista»

Il piacentino si conferma campione Italiano XCO di mountain bike per il secondo anno consecutivo

E’ successo a Nave in provincia di Brescia, dove sono andati in scena i Campionati Italiani giovanili di MTB. Su un tracciato di 4.030 metri di lunghezza, con un dislivello di 160 metri da ripetersi quattri volte, a dominare la scena ancora una volta è stato lui, Elia Rial, piacentino classe 2007, che corre per il Gagabike Team, allenato da Luca Peveri e Loris Braga, arrivato al quindicesimo successo stagionale, ma soprattutto capace di ripetersi e di riportare a Piacenza dopo un anno il titolo di Campione Italiano XCO nella categoria regina, quella degli Allievi 2° anno.

E’ stato un successo annunciato quello conseguito dal giovane biker nerogiallorosso, in questa stagione lo sportivo piacentino più titolato, capace ancora una volta di annichilire tutti gli avversari, con una superiorità disarmante che anche in questa occasione lo ha portato ad imporsi per dispersione, relegando il primo degli avversari ad oltre un minuto e mezzo di distacco. Partito in testa, ha controllato le scaramucce dei titolati avversari per i primi due giri, poi alla terza e decisiva tornata ha pigiato sull’acceleratore nella salita più dura del tracciato e in pochissimo tempo ha scavato un vuoto incolmabile per qualsiasi avversario. Nell’ultimo giro si è limitato a controllare sino all’apoteosi finale, per andare a vestire la terza maglia tricolore in carriera.

Festa grande sul podio, con tutti i compagni di squadra, la dirigenza del Gagabike e la famiglia a festeggiare l’impresa del giovane talento nostrano, oggi più che mai numero uno in Italia e non solo. Elia Rial sarà chiamato nei prossimi giorni a vestire la maglia azzurra, unico rappresentante italiano nella prova di mpuntain bike alle Olimpiadi Giovanili di Maribor in Slovenia e successivamente, al Ciocco, in terra toscana, dove nella prima settimana di agosto proverà a far suo il titolo europeo di specialità.

Elia, parlaci della gara.

«Sono molto soddisfatto, non potrebbe essere altrimenti, è stata una prova molto tattica, nei primi due giri ci siamo studiati, poi nel terzo ho deciso di sferrare l’attacco che è risultato risolutivo e nel quarto ho semplicemente controllato. E’ per me un grandissimo risultato perché sono riuscito a ripetere il successo dello scorso anno, cosa mai semplice e che confesso, mi aveva un po’ preoccupato e creato tensione alla vigilia della gara, perché dopo le quattordici vittorie stagionali sarebbe stato un peccato non riuscire a vincere questo titolo. Ma alla fine è venuta fuori la prova perfetta».

Dediche per la vittoria?

«A tutto il mio team, che è fantastico, a tutti i miei compagni che hanno fatto un tifo pazzesco lungo il percorso e naturalmente alla mia famiglia, mamma e papà in testa».

Cosa farai in futuro?

«Per il futuro ho un grande sogno, fare il biker come lavoro e diventare professionista. L’importante è sognare, poi vedremo come andrà a finire».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elia Rial, bis tricolore: è ancora lui il più forte d'Italia. «Adesso sogno di fare il professionista»
SportPiacenza è in caricamento