Questo sito contribuisce all'audience di

Placentia Half Marathon: le premiazioni nel ricordo di Lokomwa e Carlo Mazzoni

Consegnati i riconoscimenti a Elisa Marzaroli, atleta più giovane al traguardo, gruppo Casalese e I Bipedi, gruppi più numerosi. Spazio anche alla beneficenza con l'assegno per l'hospice frutto della maratona di spinning

Il gruppo dei premiati alla Placentia Half Marathon 2017

Non ha mezze misure la Placentia Half Marathon: nel giorno della gara una pioggia fastidiosa e insistente che ha accompagnato gli atleti dal primo all’ultimo metro, in quello delle premiazioni un caldo umido che probabilmente fa perdere più sali minerali di una corsa sui 21 chilometri. Ma gli organizzatori non si fermano davanti a niente, così il pomeriggio sulla terrazza dall’Acrobatic Center diventa l’occasione per stilare un bilancio dell’edizione 2017, ringraziare tutti i partecipanti e premiare i gruppi più numerosi. Alessandro Confalonieri e Pietro Perotti, anime dell’iniziativa, prima di consegnare i riconoscimenti vogliono ricordare Carlo Mazzoni, l’ex assessore allo sport scomparso improvvisamente domenica scorsa: «Era stato lui - ricordano - a spingerci perché trasferissimo l’arrivo in piazza Cavalli, nel centro della città. Ci spronò a passare sopra ai tanti problemi logistici che avremmo dovuto affrontare e oggi possiamo dire che aveva ragione lui».

La prima vetrina è per un’iniziativa benefica, con la consegna dell’assegno da mille euro a Sergio Fuochi, in rappresentanza dell’hospice: è il ricavato della maratona di spinning organizzata dall’Acrobatic Center in collaborazione con Activa, Futura e Sport Center.

Tocca poi a Mattia, cugino di Gianluca, un giovane ex maratoneta scomparso, consegnare il premio al gruppo più numeroso presentatosi al via della gara dello scorso maggio; il riconoscimento è appannaggio del gruppo podistico Casalese (rappresentato dal presidente Gabriele Ferrari) capace quest’anno di iscrivere 95 atleti nonostante le pessime condizioni atmosferiche. Il trofeo per il gruppo piacentino più numeroso è andato invece ai Bipedi che l’hanno ricevuto dalle mani di Giacomo Gallarati, papà di Gianluca.

Conclusione con un ricordo di James Lokomwa, indimenticato vincitore e recordman della Placentia Half Marathon scomparso lo scorso anno e a cui è stato intitolato il premio per l’atleta più giovane arrivato al traguardo; la mega coppa con la figura di Lokomwa è andata a Elisa Marzaroli, classe 1999, anche lei tesserata per i Bipedi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il sequestro del padre, la vita da imprenditore e il progetto Piacenza. Roberto Pighi si racconta: «La pandemia mi ha cambiato»

  • Piacenza - Ecco Vincenzo Manzo: «Lavoriamo con fame e determinazione, i risultati arriveranno»

  • Calciomercato - Piacenza: occhi sull'attaccante Francesco Maio e sul centrocampista Alberto Acquadro

  • Piacenza - Marco Polenghi: «Costruiamo il futuro partendo dai giovani». Ufficiale: Lemma allenerà la Berretti

  • Sport di contatto: Bonaccini scarica la responsabilità sull'assessore Donini. «Aspetto il via libera dalla mia sanità»

  • Calciomercato Dilettanti - Cossetti rinnova con la CastellanaFontana. Vigolzone: arriva Nicola Spelta

Torna su
SportPiacenza è in caricamento