rotate-mobile

La Placentia Half Marathon riporta la festa in ogni angolo della città. Perotti: «Siamo entusiasti». VIDEO

L'organizzatore, insieme ad Alessandro Confalonieri, traccia un bilancio della manifestazione. «Le oltre 5mila persone sul Pubblico Passeggio che hanno accolto i corridori della gara agonistica hanno rappresentato uno spettacolo emozionante»

Meglio di così sarebbe stato davvero difficile anche solo sperarlo. Dopo due anni in cui gli organizzatori si erano dovuti inventare formule alternative, la Placentia Half Marathon riporta l’entusiasmo in ogni angolo della città. Iscrizioni da record, oltre 10mila partecipanti alle iniziative collaterali con il fiore all’occhiello della Minimaratona Pedibus e il vantaggio, non da poco, di condizioni atmosferiche che hanno minacciato pioggia fino all’ultimo per poi decidere di concentrarsi su altre zone lasciando all’asciutto corridori e spettatori.

Qual è il bilancio dell’edizione numero 25? Grande spettacolo sul Pubblico Passeggio per una manifestazione da ricordare.

«Siamo davvero entusiasti. E c’è stato anche il vantaggio del meteo – spiega Pietro Perotti, uno degli organizzatori - perché avevamo temuto che potesse essere un disastro con una pioggia torrenziale come ci era già capitato, invece non è successo e abbiamo potuto usufruire di condizioni ideali per correre la mezza maratona. E le oltre 5mila persone sul Pubblico Passeggio che hanno accolto i corridori della gara agonistica hanno rappresentato uno spettacolo emozionante».

Non vi aspettavate neanche numeri così importanti. Alla vigilia avevi dichiarato che sareste stati contenti di avere 6-700 iscritti alla prova agonistica invece i risultati sono andati ben oltre le aspettative.

«Avremmo firmato per 600, visti anche i risultati di prove simili alla nostra nella zona. Poi quando abbiamo visto che le iscrizioni continuavano ad aumentare ci siamo detti: stampiamo 1100 pettorali così siamo tranquilli. Invece ancora ieri c’era chi chiamava per chiedere di aderire. Siamo stati a un passo – scherza Perotti – dal bagarinaggio».

L’edizione numero 25 è da applausi. Anche perché arriva dopo due anni molto difficili in cui vi siete inventati di tutto per non perdere l’appuntamento. Oggi tornare a correrla a questi livelli ha un sapore particolare.

«La paura più grande era che tutti si fossero dimenticati della manifestazione, comprese le centinaia e centinaia di persone che ci aiutano e rendono la gara indimenticabile. Invece si sono presentati ancora tutti con una grandissima forza, dalle istituzioni alle Pubbliche assistenze, passando per la Croce Rossa e la Protezione Civile. E’ una caratteristica fantastica di Piacenza, che siamo orgogliosi di aver contribuito a realizzare».

Quanto è grande in questo momento la stanchezza?

«Adesso poca, la sentiremo nelle prossime ore. Alla fine ci si lascia andare e si crolla».

Sullo stesso argomento

Video popolari

La Placentia Half Marathon riporta la festa in ogni angolo della città. Perotti: «Siamo entusiasti». VIDEO

SportPiacenza è in caricamento