rotate-mobile
Venerdì, 21 Giugno 2024
Mezza Maratona Unicef

Placentia Half Marathon: vincono Timothy Kangogo e Federica Sugamiele, Maiocchi e la Carlà primi piacentini

Al primo posto i due keniani, poi l'atleta dell'Esercito, Daniele Meucci. Tra le donne vince l'italiana con un gran recupero. Bravissimi i piacentini: secondi arrivano Claudio Tanzi e Francesca Fava

Aggiornamento - Vince il keniano Timothy Kangogo con una gara praticamente tutta in solitaria visto che ha iniziato a staccare tutti dopo 7 km, vince in 1.01.32. Secondo il keniano Kiprop Kororia (in 1.03.33), terzo Daniele Meucci (in 1.05.07). L'italiano dell'Esercito chiude terzo, era dal 2013 che un italiano mancava dal podio. Tra le donne vince molto bene Federica Sugamiele (1.13.07) che approfitta della crisi della Kogo, la riprende e la stacca. Una italiana mancava dal podio dal 2011. Seconda la Kogo (1.14.23), terza Sara Zerbini.

Tra i piacentini il più veloce tra i maschi è Matteo Maiocchi (1.13.06), davvero un bel tempo, dopo di lui Claudio Tanzi secondo piacentino (1.18.30). Tra le donne la prima piacentina è Alessandra Carlà, dietro di lei l'altra piacentina Francesca Fava.

I tempi indicati sono al momento ancora ufficiosi

Aggiornamento - Tra le donne bel recupero della Sugamiele che sta staccando la Kogo

Aggiornamento - Al km 15 passaggio in 43.32, comanda sempre Kangogo, gli inseguitori poi Meucci con Kororia.

Aggiornamento - Francesca Fava e Serena Zani sono le prime due piacentine a passare al km 10

Aggiornamento - Kangogo passa da solo al 12esimo chilometro con un vantaggio di 35 secondi, Niyomukiza più staccato ma bello il recupero di Meucci che si è ripiazzato in terza posizione insieme a Kororia ma rimane staccato da Kangogo. In campo femminile al km 10 passa tutta in solitaria la Kogo.

Aggiornamento - Kangogo passa al 10 km in 28.46

Aggiornamento - Al primo passaggio di 5 chilometri è piuttosto staccato Meucci, di oltre 20 secondi, rispetto al terzetto formato da Kangogo, Niyomukiza e Kororia. Passaggio in 14.21. Il primo piacentino in 17.14 è Maiocchi. Tra le donne la favoritissima Kogo ha già staccato tutte.

Aggiornamento - Partiti i 1500 atleti

Aggiornamento - Mancano pochi minuti alla partenza da Piazza Cittadella, fissata alle 9.30.

Come tutti gli anni l'obiettivo agonistico sarà migliorare il record di Thomas Lokomwa (1.00.41) e quello di Viola Jelagat (1.09.27), ma la Placentia Half Marathon che prenderà il via domenica 5 maggio alle 9.30 da piazza Cittadella offrirà molto di più. Gli oltre 1500 iscritti alla gara sui 21 chilometri e 97 metri, le migliaia di bambini a disegnare lo splendido passaggio sul Facsal prima di iniziare a essere protagonisti con la Miniramatona Pedibus e poi tutte le iniziative collaterali che animeranno la città e trasformeranno il Daturi e piazza Cavalli (i primi arrivi sono previsti intorno alle 10.30) nell'ombelico del mondo sportivo piacentino.
All'edizione numero 27 la manifestazione è diventata un appuntamento da non perdere: madrina della manifestazione sarà Maria Guida, campionessa europea di Maratona nel 2002 a Monaco, pluricampionessa italiana del Cross, Maratonina e 10000 metri; sarà lei insieme alla varie autorità civili e militari a consegnare coppe e trofei ai primi classificati (tre uomini e tre donne), più il primo e la prima degli atleti piacentini.

Confermati i due azzurri Daniele Meucci e Federica Sugamiele, i keniani Ishmael Chelanga Kalale, Dennis Kiprop Kororia e Timothy Kibet Kangogo, come pacer per quest’ultimi due ci sarà Jean Marie Niyomukiza il burundiano che dovra fare ritmo per 10-12 km. Confermati Mohsin Foguani (Mar), Adimasu Angino Asado (Eth), i nostri Elia Generali, Antonino Liuzzo e Giuseppe Bonavita ai quali si sono aggiunti Rachid Benhamdane,Lorenzo Barbieri e Fabio Gervasi. In campo femminile con le nostre Sugamiele, Casetta e Grisoni, la keniana Rholex Jelimo Kogo all’esordio su 21 km.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Placentia Half Marathon: vincono Timothy Kangogo e Federica Sugamiele, Maiocchi e la Carlà primi piacentini

SportPiacenza è in caricamento