menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il brindisi di fine anno al Campus Dordoni

Il brindisi di fine anno al Campus Dordoni

Confalonieri: «Mezza maratona, un 2016 di novità e grandi sfide»

Come da tradizione si chiude con un brindisi il 2015 della Placentia Half Marathon. Appuntamento ideato dagli organizzatori Alessandro Confalonieri e Pietro Perotti al Campus Dordoni per salutare l’ultimo anno, tracciare un bilancio...


Come da tradizione si chiude con un brindisi il 2015 della Placentia Half Marathon. Appuntamento ideato dagli organizzatori Alessandro Confalonieri e Pietro Perotti al Campus Dordoni per salutare l’ultimo anno, tracciare un bilancio dell’edizione disputata lo scorso maggio e anticipare quanto succederà nel 2016. Un’occasione particolare, aperta a tutti i volontari, considerato che la nuova edizione si presenterà con un vestito scintillante e mai indossato; l’attesa per un nuovo percorso e soprattutto la partenza prevista in pieno centro storico.
«Il 2015 è stato un anno molto positivo - spiega Alessandro Confalonieri - che ci ha portato a spegnere le 20 candeline della manifestazione. Adesso guardiamo a un futuro che potrebbe permetterci di rilanciare un evento da rinnovare».

TRASLOCO - La novità più grande sarà il trasferimento di tutta l’organizzazione in centro storico, con la partenza prevista da piazza Cavalli e non più dal Polisportivo, dove la struttura metteva a disposizione la realtà ideale per il Centro Maratona. «Personalmente sono sempre stato perplesso, invece Pietro Perotti mi ha convinto a spostare tutto a due passi dalla piazza. Ogni giorno siamo proiettati all’8 maggio con un pizzico di preoccupazione, come succede quando si abbandonano le certezze registrate nel corso degli anni. Lasciare il Polisportivo, che ci ha sempre dato grandi garanzie sia con la neve sia con il bel tempo. Adesso abbiamo a disposizione le bellezze di Palazzo Farnese e dell’Arena Daturi, ma il nostro timore è sempre legato alle condizioni climatiche: se dovesse piovere l’organizzazione sarebbe molto complessa anche per il discorso legato ai parcheggi riservati ai tanti non piacentini che gareggiano sulle nostre strade. Ovviamente ci stiamo adoperando per venire incontro a tutti i piccoli problemi».


FUTURO - Ma qual è l’obiettivo principale di Alessandro Confalonieri e Pietro Perotti per il 2016? «Abbiamo abbandonato la maratona, che era troppo dispendiosa, e la 30 chilometri, che non ci era sembrata un granché in preparazione degli eventi primaverili. Dunque ci concentriamo sull’aspetto tecnico della mezzamaratona: nel 2015 siamo stati fra le prime cinque manifestazioni disputate in Italia come risultato agonistico dei primi tre classificati in campo maschile e femminile. Speriamo di rimanere a questi livelli; manteniamo i contatti con atleti africani che corrono in Europa ma lo facciamo a livello di amicizia, visto che il nostro budget non ci consente di avere sempre l’atleta di punta. Nelle ultime due edizioni è andata benissimo, vogliamo ripeterci anche nel 2016»

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento