Questo sito contribuisce all'audience di

Le Allieve del Vo2 Team Pink di bronzo agli Italiani cronosquadre

La formazione piacentina (Bortolotti, Bonazzoli, Incerti e Sanfilippo) chiude alle spalle di Cicli Fiorin e Valcar Cylance

Le Allieve del Vo2 Team Pink sul podio a Treviglio (f. Fabiano Ghilardi)

Si chiude con un’altra medaglia l’avventura del VO2 Team Pink al campionato italiano cronosquadre di Treviglio (Bergamo). Dopo l’argento con le Juniores, il sodalizio piacentino è salito nuovamente sul podio con la formazione Donne Allieve, terza dietro a Cicli Fiorin e Valcar Cylance. Per le bresciane Silvia Bortolotti e Greta Bonazzoli, la reggiana Elisa Incerti e la torinese Martina Sanfilippo, un tempo di 30 minuti 0 secondi 35.

Il week end ha visto anche la preziosa esperienza in azzurro della Junior Sofia Collinelli, in gara con la maglia della nazionale italiana nel Gran Premio Bruno Beghelli Internazionale Donne (Elite) andato in scena a Monteveglio (Bologna).

Risultati

Campionato italiano cronosquadre Donne Allieve:  1° Cicli Fiorin (Sara Fiorin, Beatrice Caudera, Camilla Marzanati, Alessia Manenti) 20 chilometri e 500 metri in 28 minuti 57 secondi 34, 2° Valcar Cylance (Alessia Gualdi, Francesca Pellegrini, Emma Redaelli, Stella Greco) 29 minuti 50 secondi 68, 3° VO2 Team Pink (Silvia Bortolotti, Elisa Incerti, Martina Sanfilippo, Greta Bonazzoli) 30 minuti 0 secondi 35, 4° Aromitalia Basso Bikes Vaiano, 5° Cesano Maderno, 6° Veloce Club Borgo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fano-Piacenza 2-4: i biancorossi ritrovano il successo in trasferta

  • Piacenza - Matteassi: «Successo meritato». Le pagelle: Paponi è un cecchino, Corradi ispira

  • Rocambolesco pari tra Mantova e Fiorenzuola, il big match termina 3-3

  • Piacenza - Marco Scianò: «Ricompattiamo l'ambiente, solo così si possono ottenere dei risultati»

  • Il Caorso: «Ricevuto insulti razzisti». Il Villanova: «Ricostruzione falsa» e si va per vie legali. FOTO

  • Il Pro Villanova: «Nessuna offesa razzista, a Caorso non è la prima volta che succede un fatto del genere»

Torna su
SportPiacenza è in caricamento