Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Ciclismo

Per Barale e Cipressi una crono mondiale lontano dalle prime, ora si pensa alla prova in linea

Per le due portacolori del VO2 Team Pink giornata non brillantissima nella rassegna iridata in Belgio anche a causa di una caduta in ricognizione

Una prova stringendo i denti e onorando la maglia azzurra nella massima competizione internazionale di categoria. Stamattina le “panterine” Carlotta Cipressi e Francesca Barale hanno rappresentato l’Italia nella prova a cronometro Donne Juniores ai Mondiali su strada in Belgio. Per le due portacolori del VO2 Team Pink risultati lontani dalle prime, con la sfortuna che si è fatta sentire alla vigilia della prova iridata: nella ricognizione di lunedì, infatti, le due azzurre sono state vittima di una caduta accidentale in allenamento che non ha agevolato la prestazione delle portacolori del sodalizio piacentino.

Alla riga del totale, nella lotta contro il tempo che partiva da Knokke-Heist e terminava a Bruges dopo 19 chilometri e 300 metri, la forlivese Cipressi ha chiuso 29esima con il tempo di 28 minuti 29 secondi 03 (a 3 minuti e 23 secondi dalla vincitrice), mentre l’ossolana Barale è risultata 43esima, con un riscontro cronometrico di 28 minuti 59 secondi 27 a 3 minuti 53 secondi dalla prima classificata.

Il titolo mondiale è andata alla russa Alena Ivanchenko, già “regina d’Europa” a Trento e ora anche destinataria della maglia iridata. Per lei il tempo di 25 minuti 5 secondi 49, con 10 secondi di vantaggio sulla britannica Zoe Backstedt (figlia dell’ex professionista Magnus, vincitore della Parigi-Roubaix del 2004). Terzo posto e medaglia di bronzo, infine, per la tedesca Antonia Niedermaier.

«E’ stata una crono tostissima – il commento di Carlotta Cipressi – con tanta sofferenza e molto dolore. Ieri Francesca ed io siamo cadute, io ho  preso qualche botta in più di lei soprattutto a una gamba, che si è gonfiata dopo la notte, oltre a escoriazioni e dolori che ho avvertito in modo chiaro durante la gara. Non sono riuscita a mantenere il ritmo e fare la cronometro che mi ero prefissata, ma ho dato tutto quello che potevo dare oggi. Ora si guarda alla prova in linea».

«Io ho riportato solo qualche escoriazione – aggiunge Francesca Barale – ho avvertito solo un po’ di fastidio alle mani. Oggi non era la mia giornata migliore, sentivo di far fatica, ma come avevo dichiarato alla vigilia non avevo grandi aspettative per questa prova a cronometro. Le migliori di specialità sono davvero forti e hanno messo in mostra un passo notevole; a cronometro devo migliorare ancora un po’. In ogni modo, va bene così, sapevamo come fosse dura questa prova. Sono comunque contenta di essere qui in Belgio in quello che è il mio primo Mondiale».

L’avventura iridata delle due “panterine” proseguirà sabato con la prova in linea che vedrà partenza e arrivo a Leuven, con 75 chilometri a partire dalle 8,15. Francesca Barale (quarta agli Europei a Trento) e Carlotta Cipressi faranno parte della squadra azzurra insieme a Eleonora Ciabocco (fresco argento continentale in Trentino), Valentina Basilico e Michela De Grandis.

Risultati

Cronometro Donne Juniores Mondiali Belgio: 1° Alena Ivanchenko (Russia) in 25 minuti 5 secondi 49, media 46,390 chilometri orari, 2° Zoe Backstedt (Gran Bretagna) a 10 secondi 64, 3° Antonia Niedermaier (Germania) a 25 secondi 32, 4° Anna van der Meiden (Olanda) a 1 minuto 25 secondi 55, 5° Madelaine Leech (Gran Bretagna) a 1 minuto 26 secondi 71, 6° Elise Uijen (Olanda) a 1 minuto 29 secondi 63, 7° Eglantine Rayer (Francia) a 1 minuto 51 secondi 52, 8° Olivia Cummins (Stati Uniti) a 2 minuti 15 secondi 79, 9° Febe Jooris (Belgio) a 2 minuti 18 secondi 79, 10° Anniina Ahtosalo (Finlandia) a 2 minuti 20 secondi 51.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Per Barale e Cipressi una crono mondiale lontano dalle prime, ora si pensa alla prova in linea

SportPiacenza è in caricamento