menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Giorgia Bronzini sul podio

Giorgia Bronzini sul podio

Giorgia Bronzini e il Giro Rosa a Piacenza: «Stupita che gli amministratori non mi abbiano considerato»

La due volte campionessa del mondo: ci sono rimasta male per questo comportamento e vorrei solo capire il perché della mancata comunicazione nei miei confronti

Nel ciclismo di certezze ce ne sono poche, ma riguardo alla tappa di Piacenza del prossimo 29° Giro Rosa ad oggi ce ne sono almeno un paio: la data – lunedì 9 luglio, con inizio alle 12:10 ed arrivo previsto attorno alle 15 – e che Giorgia Bronzini farà di tutto per essere al top della forma. Innanzitutto c'è un precedente che lei vorrebbe migliorare: il 6 luglio del 2011, nella Fontanellato-Piacenza di 128 km, aveva chiuso al secondo posto in volata dietro all'imbattibile nemica-amica Marianne Vos (terza finì la tedesca Ina Yoko Teutenberg), che poi vinse quel Giro prima di fare tris conquistando quelli del 2012 e 2014. Quel giorno l'olandese si vendicò del Mondiale perso l'anno prima a Geelong facendo un dispetto a casa della piacentina (all'epoca in maglia arcobaleno) che poi a sua volta si prese la rivincita infilando lo splendido bis iridato a Copenhagen sempre davanti alla Vos, argento per la quinta volta consecutiva.

La loro rivalità è proseguita – l'ultimo atto c'è stato lo scorso agosto all'Europeo di Herning in Danimarca con l'oro della Vos proprio sull'azzurra – ma ora a tenere banco è la frazione sulle nostre strade che ha lasciato l'atleta della Cylance in un misto di stupore e soddisfazione: «Ho scoperto solo da internet, a presentazione del Giro già avvenuta, che ci sarebbe stata una tappa nella mia città ed onestamente sono rimasta un po' disorientata. Mi aspettavo di essere almeno avvisata in anticipo e poi essere coinvolta dall'amministrazione nel possibile disegno del percorso, anche perchè ad esempio non sapevano nemmeno se io avrei partecipato o meno. Sono contenta che la gara a tappe più importante in Italia abbia scelto Piacenza ma resto ancora stupita del fatto che nessuno mi abbia tenuto in considerazione».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento