Questo sito contribuisce all'audience di

Ciclismo - Guarnieri pronto per il Mondiale: «Sto alla grande»

L’anno scorso di questi tempi era nella penisola araba, in corsa all’Abu Dhabi Tour, di tutt’altro umore e aveva dovuto finire forzatamente gara e stagione causa influenza. Un’annata positiva malgrado fosse mancata la convocazione ai Mondiali...

Jacopo Guarnieri è alla prima esperienza nella rassegna iridata per i professionisti
L’anno scorso di questi tempi era nella penisola araba, in corsa all’Abu Dhabi Tour, di tutt’altro umore e aveva dovuto finire forzatamente gara e stagione causa influenza. Un’annata positiva malgrado fosse mancata la convocazione ai Mondiali americani un po’ per demerito suo e un po’ per scelta tecnica. Stavolta Jacopo Guarnieri torna nella stessa area per la rassegna iridata in Qatar (sarà al via domenica con i professionisti) con un morale alto, una buona gamba e una maglia azzurra in più. E in questa chiamata da parte del commissario tecnico Davide Cassani c’è tanto del 29enne di Pallastrelli di Castell'Arquato, che con la sua Katusha ha davvero dimostrato di andare forte fin da inizio anno, proprio dal Tour of Qatar in febbraio, quando nella quarta tappa conquistò un bel terzo posto sullo slancio della volata vincente tirata al suo capitano Kristoff.

Squadra e compagno che dal 2017 non potranno più contare sul prezioso lavoro di Guarnieri – passato alla francese FDJ (“il rinnovo non mi soddisfaceva, le proposte di altre società non mi convincevano e così ho accettato questa nuova e stimolante opportunità”) – che negli ultimi giorni ha rifinito la condizione correndo due classiche in Francia (le ultime con il team russo) con ottime indicazioni per i Mondiali: la Parigi-Bourges, conclusa al quinto posto aiutando il suo compagno Porsev ad ottenere la seconda piazza dietro Bennett e poi la Parigi-Tours dove ha chiuso al ventesimo posto nel concitato sprint finale anticipato allo stoccatore Gaviria: “E' stata una gara un po' strana perché noi Katusha non ci siamo aiutati molto, tuttavia ero davanti negli ultimissimi metri e anche in buona posizione ma quando è partita la volata, siccome ero vicino alle transenne, ho visto che avevo poco spazio per passare e così ho preferito non rischiare alcuna manovra azzardata. C'era in ballo il Mondiale e dato che ci arrivo con la gamba giusta non potevo compromettere tutto per una possibile caduta".

Troppo importante per Guarnieri, anche in questo momento della sua carriera, la partecipazione iridata benché tanto tempo fa avesse già respirato questa atmosfera: nel 2005 ai Mondiali in Austria da juniores il 14 agosto, giorno del suo diciottesimo compleanno, festeggiò in modo amaro con un quarto posto finale (vincendo la volata del gruppo) a 18" dal vincitore e a 11" dal bronzo.
Da allora il piacentino è passato da prima punta a uomo dell'ultimo passaggio, diventando un gregario di lusso e anche in Qatar sarà questo il suo ruolo, allargando poi la panoramica sulla prova di Doha (km 257,5) di domenica 16 ottobre: "Il mio compito non sarà molto diverso da quello che ho svolto nella Katusha, dovrò entrare in azione nel finale, insieme a Sabatini (altro ultimo vagone convocato da Cassani, ndc), tenere davanti e infine lanciare chi farà la volata. Ovviamente dovremo rivedere i nostri compiti qualora dovessimo ricucire su una fuga pericolosa senza nessuno dei nostri, ma secondo me noi dell'Italia abbiamo un treno invidiato e possiamo inserirci bene nella volata, perché sia Viviani che Nizzolo stanno bene e danno garanzie. Inoltre nel fine settimana dovrebbe esserci meno caldo e credo che l'acclimatamento sarà più semplice del previsto, in ogni caso il gran caldo ci sarà per tutti, quindi partiremo tutti alla pari. Le valutazioni sul circuito le faremo dopo averlo visto e dopo la ricognizione. Io alternativa strada facendo? Sto bene, darò tutto, ma escludo di poterla diventare a gara in corso. Ognuno di noi sa cosa deve fare".
Di sicuro al termine dell'81esima gara stagionale per Jacopo Guarnieri sarà poi tempo di bilanci ("Per adesso mi do un'ampia sufficienza ma vorrei alzare ancora il mio voto in Qatar") e soprattutto di vacanze.
Simone Carpanini
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Il nuovo Dpcm chiude Eccellenza, Promozione, Prima e Seconda Categoria da lunedì

  • Nuovo Dpcm, c'è l'incognita degli allenamenti nei Dilettanti. Nei professionisti tornano gli stadi chiusi

  • Calcio Dilettanti - Con il nuovo Dpcm allenamenti di squadra consentiti solo in forma individuale

  • Dilettanti - Tutti i risultati della domenica. Vigolo e Bobbiese: pari nel derby. Ziano e Gragnano in vetta

  • Calcio Dilettanti - La Lombardia chiude tutto e si ripartirà da gennaio. L'Emilia Romagna pensa alla stessa soluzione

  • Lecco-Piacenza 2-4: un super Corradi lancia i biancorossi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SportPiacenza è in caricamento