rotate-mobile
Martedì, 16 Agosto 2022
Ciclismo

Ciclismo - Entusiasmo e pienone di pubblico alla 6 Giorni delle Rose per il campione Filippo Ganna

Buon debutto nell'americana per il fuoriclasse piemontese, secondo in coppia con Michele Scartezzini. Paternoster e Fidanza conquistano il successo finale tra le donne

Nella serata del debutto di Filippo Ganna nella madison, davanti alla tribuna gremita del Velodromo "Attilio Pavesi", alla 6 Giorni delle Rose di Fiorenzuola si è conclusa la gara a coppie femminile, vinta dalle azzurre Letizia Paternoster e Martina Fidanza, campionesse del mondo in carica rispettivamente nell'eliminazione e nello scratch. La coppia della Acef ha definitivamente messo in cassaforte la maglia bianca Siderpighi di leader della generale, con un'ultima madison dominata. Vittoria della classifica generale finale con 85 punti, 15 in più delle sorelle polacche Wiktoria e Daria Pikulik (in maglia GM Termosanitari). Terzo posto finale per la coppia formata dalla tedesca Lea Ling Teutenberg e dalla polacca Nikola Wielowks (Pavinord), arrivate a quota 42. A premiare le vincitrici sono stati Giovanni e Francesco Pighi. Venendo alla madison maschile, la prima delle tre (sabato la conclusione) che andranno a decretare i vincitori della gara a coppie, Filippo Ganna è parso subito a suo agio nella madison (che non disputava dai tempi delle categorie giovanili) in coppia con Michele Scartezzini (maglia Caffè Ramenzoni). Il fuoriclasse piemontese ha anche vinto alcune volate, ma alla fine si è dovuto accontentare di un comunque buonissimo secondo posto alle spalle dei regolari Matteo Donegà e Stefano Moro (Alu Tecno). I vincitori hanno chiuso a 36 punti, appena cinque in più di Ganna e Scartezzini

Il Velodromo Pavesi ha salutato con una lunga standing ovation l'ingresso in pista di Ganna, che proprio il 4 agosto dell'anno scorso vinceva l'oro olimpico nel quartetto. Applausi anche per Francesco Lamon, per il cttì Marco Villa e per due veterani del gruppo azzurro, Michele Scartezzini e Liam Bertazzo, tutti accolti in pista da Claudio Santi, il "padre" della 6 Giorni delle Rose, nata il 4 agosto del 1998 e oggi arrivata dunque alla 25^ edizione.

SCRATCH UNDER 23
Ad aprire la serata sono stati due scratch Under 23, femminile e maschile. Quello delle donne, valido come Gp Metronotte Piacenza, è stato vinto da Marta Sigmund (Germania) , che grazie ad un attacco nel finale ha tagliato il traguardo con una cinquantina di metri di vantaggio sul gruppo, regolato dalla polacca Nikola Wielowska, seconda. Bronzo per la spagnola Eva Anguela. Tra gli uomini Under 23 (Gp Rossetti Market), volata a ranghi compatti e successo di Davide Boscaro davanti a Mattia Pinazzi e allo svizzero Nicolò De Lisi, premiati da Giuseppe Rossetti.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ciclismo - Entusiasmo e pienone di pubblico alla 6 Giorni delle Rose per il campione Filippo Ganna

SportPiacenza è in caricamento