Questo sito contribuisce all'audience di

Vittorino - Sala Voga intitolata a Francesco Solenghi

Il mondo dello sport piacentino questa mattina ha voluto ricordare Francesco Solenghi, stimato ed apprezzato allenatore del canottaggio che per tanti anni ha legato il proprio nome alla Società Cannottieri da Feltre. Proprio a lui è stata dedicata...

Un momento della cerimonia (foto Basini)
Il mondo dello sport piacentino questa mattina ha voluto ricordare Francesco Solenghi, stimato ed apprezzato allenatore del canottaggio che per tanti anni ha legato il proprio nome alla Società Cannottieri da Feltre. Proprio a lui è stata dedicata la sala Voga della società biancorossa. Tantissime le persone che questa mattina, ancora con le lacrime agli occhi, hanno voluto assistere alla cerimonia che ha visto presenti amici, allievi e autorità. «Ringrazio veramente tutti per questa iniziativa - ha detto la moglie Claudia Bernoni - sono sicura che Francesco ne sarebbe stato particolarmente orgoglioso visto che lui qui ha passato tante ore con i suoi ragazzi, ore belle e vissute fino all’ultimo. Rimarrà appunto nel ricordo di chi frequenta questa sala e di chi la frequenterà. Mio marito ci ha messo sempre tanto impegno e tanta dedizione per quello che faceva perciò voglio ringraziare davvero tutti per la vicinanza. Oggi gli state dimostrando tutto il vostro affetto». Alla cerimonia non ha potuto essere presente Robert Gionelli, delegato provinciale del CONI, che attraverso una breve lettera, ha voluto ricordare Francesco stando vicino alla moglie e all’intera famiglia. Un uomo che ha rappresentato il canottaggio alla Vittorino per parecchi anni.

Tra i presenti anche Giuseppe Abbagnale, Presidente Nazione della Federazione Italiana Canottaggio che si è detto felice di essere stato invitato alla cerimonia: «Ho avuto modo di conoscere Francesco e di apprezzarlo. In lui ho riconosciuto la passione che contraddistingue i canottieri». Successivamente ha fatto riferimento alla società dicendo di averne sempre sentito parlare bene: «Oggi finalmente ho potuto mettere piede in questo impianto sportivo e vi faccio i sentiti complimenti per l’ampiezza e la professionalità». Francesco Solenghi aveva deciso di mettere la sua passione e la sua competenza sportiva al servizio dei giovani. Superati brillantemente le prove e gli esami per diventare tecnico federale, Solenghi aveva iniziato nel 1997 ad allenare la squadra di canottaggio della Vittorino insieme a Franco Valisa fino a diventarne, nel 2004, responsabile del settore tecnico con Filippo Mori al settore giovanile. Grinta, passione, determinazione, oltre ad una scrupolosa preparazione tecnica frutto di continui aggiornamenti, gli avevano permesso di far crescere la squadra di canottaggio della Vittorino fino a farla diventare una delle più vittoriose a livello nazionale, contribuendo a portarla dal 150° al 12° posto della classifica tricolore per società. Risultati riconosciuti anche dal Coni Provinciale di Piacenza che nel 2009 gli aveva conferito il Premio “Bruno Polidoro” come miglior tecnico piacentino dell'anno. 
Christian Basini
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dal catrame di Centocelle a Zidane. «Il più forte che ho visto. E quanto menava Cleto in allenamento». La vita di Daniele Moretti

  • La Lega Pro si interroga sul futuro. Monza, Vicenza e Reggina in B? Si studia una Serie C Elite

  • Covid19 - I dati di mercoledì 8 aprile: 11 deceduti. Venturi: «Piacenza quasi fuori, i contagi crescono dell'1%»

  • Calcio Dilettanti e Podenzano in lutto: ci lascia Abele Boselli. «E' la storia che se ne va»

  • «Stroppa il migliore per distacco. Piacenza-Foggia 5-4? Inno al calcio». Roberto Gregori ci racconta il suo biancorosso.

  • Piacenza - Franzini lascia o no? Il tecnico non chiude la porta. Sarà decisivo l’incontro con Marco Gatti e Scianò

Torna su
SportPiacenza è in caricamento