menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Stefano Gatti nel mezzo, con il fratello Marco a sinistra e il figlio Emilio a destra

Stefano Gatti nel mezzo, con il fratello Marco a sinistra e il figlio Emilio a destra

Stefano Gatti conferma l'incontro con Scorsetti. «Disposti a cedere anche il 50%»

Già a luglio le parti si erano viste. Ora Gatti, a margine del successo col Siena, invita in modo esplicito l'ex numero uno del Pro a entrare per costruire una squadra da serie B

«Con Scorsetti io e mio fratello siamo andati a fare colazione, abbiamo fatto quattro chiacchiere in tranquillità e se son rose fioriranno». Risponde così il presidente onorario del Piacenza, Stefano Gatti, a margine della conferenza stampa dopo la vittoria contro il Siena, a chi gli domanda della trattativa in corso con l’ex numero numero uno del Pro, Domenico Scorsetti, per un suo ingresso nel Piacenza. «Noi abbiamo sempre detto - ha proseguito Gatti - che il Piacenza Calcio è aperto a tutti gli imprenditori piacentini interessati a entrare, perché grazie al loro aiuto potremmo giocare per obiettivi più ambiziosi della salvezza. Scorsetti non è piacentino, però è fortemente legato alla città poiché ha portato in terza serie il Pro Piacenza e si è salvato per due anni, dunque se ha voglia di mettersi ancora in discussione nel calcio con noi, ben venga».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento