Giovedì, 18 Luglio 2024
Torneo Libertas

Lorenzon regala il tris a Todos Team che entra nella storia del Torneo Libertas

Il portiere grande protagonista nella vittoria sull'Acd Fiore/Forelli Cromature ai rigori. Dopo 20 anni una formazione torna a vincere tre edizioni consecutive della manifestazione

Lorenzon porta Todos Team nella storia del Torneo Libertas. Non sono bastati i 40 minuti regolamentari e neppure i dieci dei tempi supplementari per assegnare l’edizione numero 50 del Torneo Libertas. Ai rigori il portiere dei campioni in carica si è trasformato in Diogo Costa e dopo aver chiuso la porta in faccia all’Acd Fiore/Forelli Cromature almeno tre volte nel corso della gara si è ripetuto anche dal dischetto, fermando tre dei quattro tentativi avversari prima di venire travolto dall'entusiasmo dei compagni in festa. Todos Team cala il tris di vittorie consecutive e entra nella storia della manifestazione: era esattamente da 20 anni, dal lontano 2004 e dall’era Fiacchi e Deboli (quattro successi di fila), che una formazione non vinceva tre edizioni consecutive del torneo. Allora fu proprio il Fiore a fermare la cavalcata di Fantoni, questa volta Rizzo ci è arrivato davvero a un passo, ma è stato respinto dalla giornata di grazia del portiere avversario.

Sulla giornata finale del Libertas incombe il maltempo che in mattinata sferza città e provincia, poi anche il meteo decide che bisogna lasciare spazio alla serata finale e in una serata frizzante il pubblico gremisce il Calamari per la partita più attesa. Fin dall’ingresso in campo si capisce che chi si aspetta un grande spettacolo non sarà deluso: Todos Team si schiera con la formazione consueta, il Fiore presenta bomber Grasso e gli mette a fianco i piedi educati di Varas, che nel calcio a undici gioca nel Padova, e la corsa di Lleshai, mediano albanese dell’Ospitaletto. Dopo 6’ proprio Varas sfrutta un assist di Grasso e porta avanti il Fiore. Non si fa in tempo ad applaudire che arriva il pareggio del Todos Team; Maljvojevic salta netto un avversario e piazza il diagonale dell’1-1. La sfida è corretta ma la tensione è alta, come si conviene a una finale, però i direttori di gara non hanno problemi a raffreddare gli animi quando la temperatura si alza. Intanto arriva un nuovo guizzo del Fiore, Fenotti salta anche il portiere e dalla destra calcia deciso, ma Barba di testa salva sulla linea e strozza in gola l’urlo di gioia che è solo rimandato di qualche minuto, quando un retropassaggio del Todos Team rimbalza male davanti a Lorenzon che viene beffardamente superato per il 2-1. Mancano tre minuti al riposo ma prima del duplice fischio ecco il nuovo pareggio: Rossi ruba palla al limite dell’area e non perdona Gherardi: 2-2.

Torneo Libertas 2024 - premiazioni @sportpiacenza

Ci si attende che i pezzi da novanta facciano la differenza, invece i riflettori si spostano tutti sui compagni di squadra dei più attesi. Bomber Grasso resta a lungo in panchina nella frazione iniziale, poi quando torna in campo mostra di che pasta è fatto ma sbatte almeno due volte contro un Lorenzon insuperabile. Dall’altra parte Minasola viene francobollato da un Ruffini settepolmoni, che segue l’attaccante più temuto degli avversari, lo disinnesca e si propone in più occasioni anche in avanti, meritandosi al termine il premio come miglior giocatore del torneo. Intanto si gioca e adesso è Todos Team a recriminare per due occasioni capitate sui piedi di Fogliazza: nella prima colpisce il palo, la seconda finisce alta da ottima posizione. Così ci pensa il solito Maljvojevic a firmare il 3-2 trovando l’angolino giusto dal limite dell’area. Ma una partita così intensa non può durare solo 40 minuti: Grasso è inarrestabile e resiste a tre falli prima di cadere al limite dell’area. Punizione poco oltre il limite che calcia il numero 9, respinta della barriera e tocca a Sorteni trovare il 3-3. Adesso è una sfida fra Grosso e Lorenzon, con l’estremo difensore di Todos Team che non arretra di un centimetro e porta la gara ai supplementari dove compie ancora un miracolo prima dei calci di rigore in cui diventa protagonista assoluto, ferma tre tiri dal dischetto (i primi due consecutivamente) e regala la vittoria al Todos Team.

Nella bella gara per il terzo posto vittoria di Cima Spa, vera sorpresa della manifestazione, capace di superare 5-3 Carlo Manzella/Generali Montagna con quattro gol di Fanelli (uno direttamente da centrocampo) premiato come capocannoniere del Libertas. In anteprima da segnalare anche il successo della Guardia di Finanza per 7-3 sulla Polizia Penitenziaria nella Libertas Cup Interforze.

TODOS TEAM-ACD FIORE/FORELLI CROMATURE 6-4 dcr (3-3 dts)

TODOS TEAM: Lorenzon, Castellana, Barba, Jakimovski, Mastrototaro, Fogliazza, Cerati, Minasola, Rossi, Tosca, Lucci, Maljvojevic. All. Murelli

ACD FIORE/FORELLI CROMATURE: Gherardi, Fenotti, Sorteni, Gestra, Giangaspero Ruffini L., Sorrentino, Ruffini M., Lleshai, Grasso, Varas, Burgazzoli. All. Rizzo. 

RETI: Maljvojevic (2) e Rossi per Todos Team, Varas, Fenotti e Sorteni per Acd Fiore/Forelli Cromature

ARBITRI: Lecca e Squittieri

CIMA SPA-CARLO MANZELLA/GENERALI MONTAGNA 5-3

CIMA SPA: Buzzoni, Boccenti, Fanelli, Soliani, Ferro, Rossi, Gazzola, Sartori, Domenichetti, Coghi. All. Giovisi

CARLO MANZELLA/GENERALI MONTAGNA: Guerci, Hajrullai, Dellera, Laazraoui, Sadaj, Marabelli, Dragoni, Moltini. All. Mauri

RETI: Fanelli (4) e Gazzola per Cima Spa, Dragoni (2) e Hajrullai per Carlo Manzella/Generali Montagna

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lorenzon regala il tris a Todos Team che entra nella storia del Torneo Libertas
SportPiacenza è in caricamento